-2°

Spettacoli

Paolo Rossi al Due: "Nel mio Carso tra West e Balcani"

Paolo Rossi al Due: "Nel mio Carso tra West e Balcani"
0

Mariagrazia Manghi
Paolo Rossi sarà a Parma da domani al 2 dicembre, al Teatro Due, con il suo nuovo spettacolo «L’amore è un cane blu. La conquista dell’Est» (ogni sera alle 21 tranne domenica, in scena alle 16). Lo raggiungiamo alla vigilia del debutto al Teatro Ariosto di Reggio Emilia. Dopo le prove e l’anteprima al Teatro Miela di Trieste, gli chiediamo di raccontarci il nuovo lavoro, che è ancora un work in progress e, come consuetudine dell’artista, si animerà strada facendo di nuovi stimoli e suggestioni.
«Lo spettacolo è diviso in due parti e la struttura è al momento ben definita - inizia Paolo Rossi - Nella prima due uomini si perdono sul Carso. Il primo ci racconta il contesto, il luogo, attraverso la rivisitazione di una lirica di Rilke, quella in cui il marito di Alcesti resta solo e si perde. La spiegazione è semplice e umoristica insieme, fatta per arrivare a tutte le persone, senza troppo indugiare sul mito e sulla filosofia. Con l’uomo c’è anche un comico, che aveva partecipato al matrimonio in veste di animatore. Nella seconda parte il comico deve superare delle prove per ritrovare la sua creatività. In un clima da western balcanico».
L’epopea western richiama una nuova frontiera, il desiderio di guardare avanti. È questo il tuo sentimento?
«Certo, credo che ci sia bisogno di quel coraggio che è tipico dei pionieri. Di uno sguardo che non abbia paura del futuro, del nuovo. Sul Carso, poi, che è la mia terra d’origine, io già giocavo a fare il cow boy quando ero bambino. Anche la natura ricorda quell’ambientazione, grotte, fiumi sotterranei, rovi e pietre, un luogo dove possono vivere le fiabe e le visioni».
Si parla già di fare di questo lavoro un film. Puoi anticipare qualcosa, regìa, altri interpreti?
«Nessuna anticipazione, solo che io sarò l’autore. Il testo teatrale è già pensato per essere un film, come se stessi raccontando la storia ad un probabile produttore. Sono una serie di appunti per il film che si dovrebbe girare a maggio. Anche qui la musica avrà un ruolo determinante con Emanuele dell’Aquila, autore della colonna sonora eseguita dal vivo insieme a Alex Orciari, Stefan Bembi, Denis Beganovic, Mariaberta Blaskovic e David Morgan, ovvero I virtuosi del Carso, che con il loro 'liscio balcanico' commenteranno le avventure del protagonista».
Poca politica e ritorno alle origini, alla storia personale: è questo un segno dei tempi?
«Io cerco di fare uno spettacolo che può anche essere politico. Ma il punto è che dobbiamo ripartire mettendo in discussione noi stessi. In Italia usciamo da un ventennio ai confini della realtà, come confinati dietro a un muro. Lo abbiamo disegnato questo muro, anche un po’ preso in giro, ma non abbiamo cercato di guardare oltre quel muro. Adesso cerchiamo di aprire un piccolo foro mettendo in discussione noi stessi. La vera politica, è fare scelte personali. Anche la struttura che abbiamo scelto per lo spettacolo, la messa in scena è semplice, povera, perché questo è un momento particolare. Potrebbe trattarsi di una sala prove, di un teatro occupato».
La voglia di perdersi nasconde un desiderio di scappare?
«Perdersi vuol dire cercare qualcosa di più profondo, di diverso. Certo chi non sa dove andare non si perde mai. Per rivoluzionare il circuito dobbiamo partire da noi».
 Resta qualcosa delle esperienze di delirio organizzato con il coinvolgimento diretto del pubblico in questo spettacolo?
«Nell’intervallo, che diventa parte integrante dello spettacolo, facciamo il casting per cercare tra il pubblico le comparse per partecipare al film. Quindi il delirio resta».
Che spettacolo arriverà a Parma?
«Ogni sera ci sarà qualcosa di nuovo. Forse per il debutto ci sarà in scena il mio cane, che è nero, ma avrà un fiocco blu. Ma non garantisco che potrà reggere tutta la tournée».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti