10°

20°

Spettacoli

Un'Istruttoria lunga trent'anni

Un'Istruttoria lunga trent'anni
0

Mariagrazia Manghi
Quando mi chiedono se lo spettacolo, dopo trent’anni, è sempre uguale, io rispondo che forse
in sé lo spettacolo è lo stesso, ma l’atto teatrale assolutamente no. E qui sta il bello e l’interessante del teatro. Io in trent’anni in questo spettacolo ci sono invecchiato dentro». Così inizia Gigi Dall’Aglio regista de «L’Istruttoria» di Peter Weiss, che il Teatro Due ripropone, come ogni anno dal 1984, a partire da venerdì 18 gennaio (recite fino al 27 gennaio; info 0521.230242). Molte le repliche dedicate alle scuole, che «quest’anno lo hanno richiesto a tappeto – racconta Dall’Aglio – lo hanno voluto tanti istituti e questo è un sintomo che ci consente di leggere in modo diretto, attraverso il nostro lavoro, la realtà dei tempi che viviamo».
L’Istruttoria, che Peter Weiss scrisse dopo aver assistito al processo che si svolse a Francoforte dal 1963 al 1965 contro un gruppo di SS e di funzionari del lager di Auschwitz, in cui vennero ascoltati 409 testimoni, 248 dei quali scelti tra i 1500 sopravvissuti, è reso come una sorta di viaggio agli inferi in cui i personaggi dipingono gli istanti della storia e del ricordo. La prima messa in scena dell’allora Compagnia del Collettivo risale al 1984 e «ogni anno lo riprendiamo – prosegue Dall’Aglio – come se ci fosse una sorta di attaccamento esistenziale a questo spettacolo». Gli stessi attori, «ma in realtà siamo cambiati tutti in trent’anni – spiega il regista – e dalle risposte del pubblico abbiamo monitorato i cambiamenti nella società e nella vita civile e politica in Italia, ci rendiamo conto di cosa è successo nel mezzo di questi trent’anni. Quando sono stati sdoganati certi comportamenti razzisti, c’erano persone in sala che svenivano, come se si sentisse la presenza immanente del pericolo. Poi la situazione si è come ricomposta in una sorta di rilassamento. Ci sono stati infine i momenti di slancio civile e razionale, le esortazioni a fare e rifare lo spettacolo, come quest’anno».
Un giudice, un difensore, un procuratore, diciotto accusati e nove testimoni anonimi sono i personaggi di quest’opera in undici canti che inizia citando il prologo della Divina Mimesis di Pasolini. «Un’opera scritta intorno ai quarant’anni dell’autore – dice Dall’Aglio – che era poi l’età della maggior parte di noi interpreti. Come Pasolini nella selva oscura della vita, nel caos delle ideologie, cerca un punto di partenza, noi abbiamo cercato e trovato il principio necessario nell’Istruttoria di Weiss, cioè in quello che volevamo non succedesse mai più. L’allestimento è nato con furia, ce lo sentivamo crescere in mano e tutto il lavoro si è tradotto in uno spettacolo forse più onirico rispetto alla razionalità che emerge dal testo di Weiss, ma che in qualche modo veniva prefigurato dalla forma scelta dall’autore che parla di Inferno e si rifà alla Divina Commedia». «L’Istruttoria» è uno degli spettacoli più longevi della storia del teatro italiano ed è stato portato anche in giro per festival in tutto il mondo e tre anni fa a Tel Aviv, dove non era mai stato rappresentato. In scena Roberto Abbati, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Roberta Sferzi, Gigi Dall’Aglio, Pino L’Abbadessa, Milena Metitieri, Tania Rocchetta e Davide Carmarino che esegue dal vivo le musiche originali composte da Alessandro Nidi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Addio a Valenti, lo sportivo

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

1commento

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

Parma

Maltempo: allerta della protezione civile fino alle 18

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

MUSICA

"Canzone per curare le piante": il nuovo singolo dei ManìnBlù Video

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

1commento

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

lettere 

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

8commenti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

7commenti

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

maltempo

Torna la neve in Lombardia Video

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport