17°

Spettacoli

Libri: le ultime ore di Mia Martini raccontate da Aldo Nove

Libri: le ultime ore di Mia Martini raccontate da Aldo Nove
0

Francesca Pierleoni

ALDO NOVE, MI CHIAMO...(Skira, pp.128, 14 euro) – Mentre in tv domina Sanremo, tra le novità in libreria c'è un volumetto che rende omaggio a una delle più grandi interpreti passate sul palco dell’Ariston, Mia Martini. Aldo Nove, in 'Mi chiamo...' ne ripercorre attraverso versi struggenti e rabbiosi le ultime ore di vita.

Un racconto alternato a un viaggio in vari momenti della storia della cantante e in particolare su quell'oltraggio che ne ha condizionato in modo vergognoso la vita e la carriera, cioè la voce, alimentata spesso anche da colleghi e gente del settore, che portasse sfortuna.

Nove, da sempre fan della Martini, nata a Bagnara Calabra nel '47 e morta a Cardano al campo (Varese), nel 1995 a soli 47 anni, la immagina nelle ultime ore, sola in un letto, sofferente e in lotta, mentre ripensa alla sua vita: «Avete detto che sono una strega. Mi avete messa sul rogo. Mi avete dato fuoco. Ho bruciato nei vostri pensieri». Si torna poi all’infanzia di Domenica (il suo vero nome è Domenica Bertè, Mia Martini è il nome d’arte), a Bagnara, e ai primi amici, ai suoi sogni, come quello da bambina di andare in Amazzonia. Vediamo le figure importanti della sua vita, le tre sorelle, la madre e un padre a cui è legatissima, ma che non capisce nè lei, nè il suo desiderio di diventare cantante. Nove salta poi ai primi successi, la fama di nuova stella e la prima 'cadutà, l’arresto per il possesso nel 1969 di pochi grammi di hashish.

Una prima disavventura che mostra alla cantante come quell'ambiente le si potesse rivoltare contro: «La vita sciupa tutto. Non fa calcoli. È assurdamente generosa. È avara. Ti consuma dentro o ti riempie di se». Un periodo d’oro e pieno di trappole in cui la nuova stella Martini è sulle copertine, al centro dei gossip e delle storie inventate dai giornalisti, come quella di un suo odio per la più tradizionale Orietta Berti. «Ero il bersaglio. Un pupazzo di parole. Da colpire. Nessuno mi aveva avvisato. Nessuno mi aveva spiegato le regole del gioco. E intanto 'funzionavò».
Poi tutto precipita: l’incidente, negli anni '70, in cui muoiono dei due componenti del gruppo che l’accompagnava, dà il via alle voci che lei porti jella. Una bugia che diventa un peso insostenibile: gli ingaggi per i concerti diventano sempre meno;  la sua casa discografica non manda in giro il materiale sui suoi dischi; una sua partecipazione al Festivalbar viene cancellata nella messa in onda televisiva; colleghi fanno battute crudeli (tra i 'simpaticonì si cita Gianni Boncompagni); altri che inventano storie di lampadine saltate, piatti rotti, incidenti, quando si pronuncia il suo nome.
Nove, aiutato nella documentazione dal biografo della cantate Menico Caroli e da Pippo Augliera, sito ufficiale della cantante, Chez Mimi, firma un j'accuse su un ambiente «particolarmente impermeabile a questi obbrobri – spiega nella nota a chiusura del libro -. Mia Martini è stata probabilmente l'artista che maggiormente si è trovata ad incarnare, per una somma di coincidenze ma innanzitutto per la stupidità e la cattiveria dei suoi colleghi, la figura della portatrice di jella, fino a morirne». Tuttavia non mancano nel volume finestre sulla passione della cantante per la sua arte, attraverso momenti che le sono restati dentro, come il duetto con Aznavour e il suo abbandonarsi agli amori che ha avuto: «Tutte le volte che ho amato l’ho fatto con tutta me stessa. Non si può amare un pò. Un pò non è amore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

8commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

LA SPEZIA

Scoperta cellula neonazista: pensava a raid contro immigrati e fabbricava ordigni

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche