21°

28°

Spettacoli

Faggiani: "L'amore per Verdi? Una voce che sento ogni giorno"

Faggiani: "L'amore per Verdi? Una voce che sento ogni giorno"
1

 Giulio Alessandro Bocchi

Non è bastata la neve a fermare sabato sera il pubblico di Parma Lirica, affezionato alle presentazioni di Martino Faggiani e del Coro del Teatro Regio. Questa volta (presente anche il direttore artistico del Regio Paolo Arcà) era di scena il «Nabucco» e quindi l’occasione era particolarmente importante. Ormai il Coro ha rappresentato e inciso quasi tutte le opere di Verdi, ma l’amore di Faggiani è nato molto prima di trasferirsi a Parma per dirigere il Coro del Teatro Regio, che in 13 anni di attività è riuscito ad ottenere anche numerosi premi.
 «Il mio amore per Verdi - racconta Faggiani - nacque da una situazione apparentemente poco promettente: ero un ragazzino e mio padre, una domenica di pioggia, mi disse di andare all’opera. Avevo 11 anni e me ne andai da solo a vedere una recita della Bohème. Riguardando oggi il libretto con il cast mi viene da pensare che fosse qualcosa di terribile, ma intanto il colpo di fulmine era scattato. Poche settimane dopo ritornai a teatro per vedere il Trovatore e da allora credo che Verdi sia diventato quasi una voce che sento quotidianamente. Di Verdi negli ultimi anni sono diventato quasi mono-maniaco». «Oggi - prosegue - abbiamo fatto il 'Va, pensiero' forse per la cinquecentesima volta e mi sono venute in mente le parole di Furtwängler quando gli veniva chiesto perché dirigesse sempre le stesse sinfonie: 'Per me non sono mai le stesse'. Devo dire di riconoscermi molto in questa affermazione. Quando la musica è così grande e perfetta, la sublime semplicità di questa pagina, la sincerità e la capacità di parlare in questa maniera così umana non finiscono mai di dire quello che hanno da dire. Il nostro lavoro su questo compositore credo che ormai sia arrivato ad esiti abbastanza definitivi, ma questa musica è talmente grande che non mi stupirei, riprendendola tra dieci anni, di trovare nuove cose. Il Nabucco l’abbiamo affrontato per la prima volta nel 2002 e in questi undici anni il modo di vedere questa partitura è cambiato tantissimo».
Quando gli si chiede se un'opera verdiana in particolare presenti dei problemi per il coro, Faggiani risponde: «ogni opera presente diversi problemi: la Traviata ad esempio per il coro potrebbe sembrare apparentemente semplice ma in realtà è piena di trappole, posso dire che per certi versi mi ha sempre innervosito. Nelle opere dove il coro è protagonista si lavora con più dedizione, ma anche in quelle con un ruolo marginale c’è da lavorare con attenzione. Ogni pagina ha le proprie insidie e in Verdi non va sottovalutato niente». Riguardo al «Va, pensiero» che quest’anno ha aperto il Festival di Sanremo, il maestro del coro non si sbilancia: «non l’ho visto, ma ribadisco che non ha nessun senso proporlo come inno italiano!». La maggior parte degli elementi del Coro del Teatro Regio collabora da tredici anni, mantenendo quasi lo stesso organico e non perde occasione per far sapere che il momento è difficile, ma che ha ancora intenzione di tenere duro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simone

    25 Febbraio @ 21.14

    Bravo maestro! E\' sempre grande, mi commuovo quando la sento spiegare

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

Lutto

L'ultima lezione di Angela

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

8commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

3commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

2commenti

Fatto del giorno

Gara Tep-Busitalia: perquisizioni a Smtp

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

1commento

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

disagi

Temporale su Parma: cellulari, problemi a singhiozzo sulla linea Tim

2commenti

paura

70enne si ritrova con i ladri in casa in zona via La Spezia

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

TORINO

Fuggi fuggi in piazza San Carlo, indagata la Appendino

salute

Vaccini: in Sardegna, tetano dopo 30 anni. Morta bimba a Roma per morbillo

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat