12°

Spettacoli

Faggiani: "L'amore per Verdi? Una voce che sento ogni giorno"

Faggiani: "L'amore per Verdi? Una voce che sento ogni giorno"
Ricevi gratis le news
1

 Giulio Alessandro Bocchi

Non è bastata la neve a fermare sabato sera il pubblico di Parma Lirica, affezionato alle presentazioni di Martino Faggiani e del Coro del Teatro Regio. Questa volta (presente anche il direttore artistico del Regio Paolo Arcà) era di scena il «Nabucco» e quindi l’occasione era particolarmente importante. Ormai il Coro ha rappresentato e inciso quasi tutte le opere di Verdi, ma l’amore di Faggiani è nato molto prima di trasferirsi a Parma per dirigere il Coro del Teatro Regio, che in 13 anni di attività è riuscito ad ottenere anche numerosi premi.
 «Il mio amore per Verdi - racconta Faggiani - nacque da una situazione apparentemente poco promettente: ero un ragazzino e mio padre, una domenica di pioggia, mi disse di andare all’opera. Avevo 11 anni e me ne andai da solo a vedere una recita della Bohème. Riguardando oggi il libretto con il cast mi viene da pensare che fosse qualcosa di terribile, ma intanto il colpo di fulmine era scattato. Poche settimane dopo ritornai a teatro per vedere il Trovatore e da allora credo che Verdi sia diventato quasi una voce che sento quotidianamente. Di Verdi negli ultimi anni sono diventato quasi mono-maniaco». «Oggi - prosegue - abbiamo fatto il 'Va, pensiero' forse per la cinquecentesima volta e mi sono venute in mente le parole di Furtwängler quando gli veniva chiesto perché dirigesse sempre le stesse sinfonie: 'Per me non sono mai le stesse'. Devo dire di riconoscermi molto in questa affermazione. Quando la musica è così grande e perfetta, la sublime semplicità di questa pagina, la sincerità e la capacità di parlare in questa maniera così umana non finiscono mai di dire quello che hanno da dire. Il nostro lavoro su questo compositore credo che ormai sia arrivato ad esiti abbastanza definitivi, ma questa musica è talmente grande che non mi stupirei, riprendendola tra dieci anni, di trovare nuove cose. Il Nabucco l’abbiamo affrontato per la prima volta nel 2002 e in questi undici anni il modo di vedere questa partitura è cambiato tantissimo».
Quando gli si chiede se un'opera verdiana in particolare presenti dei problemi per il coro, Faggiani risponde: «ogni opera presente diversi problemi: la Traviata ad esempio per il coro potrebbe sembrare apparentemente semplice ma in realtà è piena di trappole, posso dire che per certi versi mi ha sempre innervosito. Nelle opere dove il coro è protagonista si lavora con più dedizione, ma anche in quelle con un ruolo marginale c’è da lavorare con attenzione. Ogni pagina ha le proprie insidie e in Verdi non va sottovalutato niente». Riguardo al «Va, pensiero» che quest’anno ha aperto il Festival di Sanremo, il maestro del coro non si sbilancia: «non l’ho visto, ma ribadisco che non ha nessun senso proporlo come inno italiano!». La maggior parte degli elementi del Coro del Teatro Regio collabora da tredici anni, mantenendo quasi lo stesso organico e non perde occasione per far sapere che il momento è difficile, ma che ha ancora intenzione di tenere duro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simone

    25 Febbraio @ 21.14

    Bravo maestro! E\' sempre grande, mi commuovo quando la sento spiegare

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West

STATI UNITI

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West Video

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Anniversario

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Lettera della madre del 17enne travolto e ucciso sulla Massese un anno fa a Cascinapiano

LUTTO

E' morto Luigi Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

PARMA

Scuole elementari: due casi di scabbia al Maria Luigia

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

2commenti

IL CASO

Numero telefonico «rubato», prima vittoria per una 85enne

1commento

Salsomaggiore

Teatro Nuovo, sciolto il contratto con i gestori

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

5commenti

montecchio

L'assume come badante ma voleva altro: denunciato per tentata violenza sessuale

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

3commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

2commenti

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

3commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti