Spettacoli

Film recensioni - Educazione siberiana

Film recensioni - Educazione siberiana
0

Filiberto Molossi

E' stato un cecchino dell’esercito russo nella sporca guerra di Cecenia, poi un maestro tatuatore di vite da leggere sulla pelle, infine uno scrittore di successo: è un russo (anzi, un transnistriano...) che voleva essere italiano (o che forse ci si è ritrovato per caso a diventarlo), che ha imparato a vivere in un carcere e ora usa con disinvoltura Twitter ma ancora (si dice) gira armato. Lo ha scritto un uomo che sembra un romanzo il libro da cui Gabriele Salvatores ha tratto, con coraggio perché no, il suo ultimo film, «Educazione siberiana»: dimostrando un respiro internazionale che in questo Paese oltre a lui hanno pochissimi, senza però riuscire a riprodurre d’altra parte il passo da liturgia laica né la severità curiosa del best seller di Nicolai Lilin, rendendone anzi inoffensiva l’accesa singolarità, fatta di dettagli evocativi, di codici morali, di storie che, non appena sussurrate, diventano leggende. Ruvido ritratto di una comunità di onesti criminali nell’Urss del prima e dopo muro (quando l’orso sovietico si sbriciola e in città arrivano i panini con dentro l’hamburger...), tra lezioni di vita e di violenza nell’odio dell’autorità precostituita ma soprattutto nel rispetto di regole non scritte dove rubare (a volte) è permesso, i soldi sono troppo sporchi per essere tenuti in casa, la dignità è un valore inalienabile e ogni tatuaggio racconta la storia di chi lo porta, «Educazione siberiana» è un film più affascinante che appassionante che corre su più piani temporali (in un’alternanza non sempre efficace), nella speranza che per una volta la giustizia dell’uomo coincida con quella di Dio. Il riferimento, altissimo (anzi, irraggiungibile) e evidente, della rilettura di Rulli e Petraglia (che firmano la sceneggiatura insieme al regista di «Mediterraneo») è «C'era una volta in America» ben più di «Romanzo criminale»: ma tra Bowie, Majakovskij e un mix funzionale di interpreti famosi (Malkovich su tutti) e inediti, Salvatores, che tocca anche corde giuste, si perde in qualche ralenti di troppo, nel ricamo di certe inquadrature, nel suggerire là dove dovrebbe invece distogliere, confondere. Ne esce un film di formazione che pecca di scarsa ambiguità, immediatamente (o quasi) rivelato, aspro e segnato ma mai veramente scavato fino alla carne viva: un percorso esistenziale in cui il regista sceglie di essere lupo ma solo per poi lasciarsi addomesticare.
Giudizio: 2/5
 
SCHEDA
REGIA:  GABRIELE SALVATORES
SCENEGGIATURA:  GABRIELE SALVATORES, STEFANO RULLI, SANDRO PETRAGLIA dall'omonimo romanzo di NICOLAI LILIN
FOTOGRAFIA: ITALO PETRICCIONE
MUSICHE: MAURO PAGANI
INTERPRETI:  ARNAS FEDARAVICIUS, VILIUS TUMALAVICIUS, JOHN MALKOVICH, PETER STORMARE, ELEANOR TOMLINSON
GENERE:  DRAMMATICO
Italia 2013, colore, 1 h e 50’
DOVE:  D’AZEGLIO, THE SPACE BARILLA CENTER e PARMA CAMPUS
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)