Spettacoli

Film recensioni - Gli amanti passeggeri

Film recensioni - Gli amanti passeggeri
Ricevi gratis le news
1

 Filiberto Molossi

Al check-in si era presentato con bagaglio leggero, imbarcando in un mondo (ora come allora) troppo serio la sua euforica vena pop: ma a 35 anni dal debutto, e 20 film dopo, il geniale regista della Mancha che ha sconfitto i mulini a vento, terrorizzato che il viaggio sia già finito, abbandona il pilota automatico e dirotta la sua carriera in volo, tentando – in un percorso a ritroso non privo di turbolenze - di fare rotta verso casa, verso le origini. Perché ripartire, forse, è l'unico modo per scacciare la paura di essere già arrivati.
Affidati i titoli di testa, sulle note del «Per Elisa», alla matita raffinata di Javier Mariscal (uno dei più noti fumettisti iberici), Pedro Almodòvar, “dimenticati” a terra, in un bizzarro cameo (dal doppiaggio demenziale), i fedelissimi Antonio Banderas e Penelope Cruz, decolla sulle ali della commedia più grottesca per andare alla ricerca della trasgressione divertita e della pittoresca irriverenza delle sue prime pellicole post franchiste, felice, come direbbe Modugno, di stare lassù. Là dove porta, insieme al suo gusto, a tratti geniale, del paradosso, anche steward gay e ubriaconi incapaci di mentire, sensitive vergini che fiutano la morte, piloti che scoprono le gioie della bisessualità: tutti insieme appassionatamente sull'aereo più pazzo di Spagna che, per colpa di un problema al carrello, gira in tondo in attesa di tentare un atterraggio di fortuna...
Commedia surreale e claustrofobica, brillante e licenziosa, «Gli amanti passeggeri» (bello il titolo) si inserisce solo per finta nel filone «aeronautico» (che conta innumerevoli esempi, dal catastrofico alla farsa) per tracciare invece tra cielo e terra la metafora di un Paese (la Spagna, ma non necessariamente solo quella) in avaria, una nazione narcotizzata che vola a casaccio senza sapere dove andare, troppo impegnata a fare qualcos'altro per gestire realmente l'emergenza. Abbandonati i toni sin troppo cupi degli ultimi lavori, il regista di «Parla con lei» e «Tutto su mia madre» flirta con l'unità di tempo e luogo, nel tentativo di rintracciare, tra numeri musical e la solita grande attenzione alle scelte cromatiche, la leggerezza perduta. Ne esce un film divertente, anche se minore, disuguale (meglio il decollo dell'atterraggio) e altalenante, sufficientemente folle ma non abbastanza (come quando rimarca qualche volgarità gratuita di troppo) da evitare diversi vuoti d'aria: non è certo l'Almodóvar più memorabile, ma testimonia comunque il coraggio e l'entusiasmo di un regista che gira sempre senza paracadute.
Giudizio: 3/5
SCHEDA
(Los amantes pasajeros)
REGIA E SCENEGGIATURA: PEDRO ALMODOVAR
FOTOGRAFIA: JOSE' LUIS ALCAINE
MUSICA: ALBERTO IGLESIAS
INTERPRETI: ANTONIO DE LA TORRE, JAVIER CAMARA, CECILIA ROTH, PAZ VEGA, GUILLERMO TOLEDO, BLANCA SUAREZ
GENERE: COMMEDIA
Spagna 2013, colore, 1 h e 30'
DOVE: D'AZEGLIO e THE SPACE BARILLA CENTER
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paolo

    02 Aprile @ 16.44

    Mi sembra che il giudizio sia troppo indulgente. A me il film è parso una straordinaria porcheria, dozzinale, pieno di inutili volgarità. Almodovar bocciato senza prova d'appello.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

cinema

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Mago Gigo

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

1commento

Lealtrenotizie

Preso il rapinatore con roncola della sala scommesse

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

5commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

METEO

Ondata di gelo: il Burian siberiano verso l'Italia

Allarme

Parma, in 10 anni 166 medici in pensione. E chi li sostituisce?

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

1commento

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

1commento

SPORT

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

baseball

Un mancino per il Parma Clima: Escalona rinforza il monte

SOCIETA'

gusto

La ricetta light - Brodo vegetale allo zenzero

SCUOLA

Il Toschi premiato a Roma e il progetto dell'Ulivi per salvare le rondini Video

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day