12°

Spettacoli

Verdi e Cajkovskij legati dal filo della solidarietà

Verdi e Cajkovskij legati dal filo della solidarietà
1

Elena Formica

Non andava pazzo per Verdi. Ma questo italiano era troppo grande per essere ignorato. Bisognava ascoltarlo sempre, ovunque, comunque. E alla fine non c’era di lui – della sua musica – qualcosa che non potesse essere anche (e sinceramente) amato. Così Cajkovskij, che a lato dell’attività di compositore svolgeva quella di critico per la «Russkie Vedemosti», assistette a molte opere di Verdi e le recensì. Al Bolshoi di Mosca spadroneggiava all’epoca un astuto impresario di nome Eugenio Merelli (non è detto che fosse figlio del più famoso Bartolomeo), abile mercante di spettacoli «all inclusive», per lo più Trovatori e Traviate che mandavano in visibilio il pubblico moscovita ma non Cajkovskij. Eppure, benché avesse definito Il Trovatore un’opera «banale», il compositore russo riusciva ad emozionarsi alla morte di Violetta o nel duetto Aida-Amneris.
Che dire: una «liaison dangereuse», seducente e inquieta, quella musicale tra Verdi e Cajkovskij. Un filo elettrico scoperto, vibrante, lo stesso che ha attraversato incandescente un concerto romano per almeno due motivi straordinario: l’essere stato eseguito da un complesso di 100 elementi in cui erano fuse l’Orchestra del Conservatorio «Arrigo Boito» di Parma e la Sinfonica di Roma; l’aver destinato l’incasso al restauro dell’Auditorium del Carmine, sede concertistica del Conservatorio di Parma, lesionato dal sisma del maggio scorso. In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 op. 23 di Cajkovskij (al pianoforte Roberto Cappello) e un degno omaggio a Verdi nel bicentenario della nascita: Preludi e Sinfonie da Traviata (atto I), Giovanna d’Arco, Un ballo in maschera e Vespri Siciliani, oltre alla Marcia trionfale con ballabile da Aida. Sul podio Francesco La Vecchia, direttore artistico e musicale dell’Orchestra Sinfonica di Roma, grazie al quale l’Orchestra del «Boito» ha potuto esibirsi in una delle più prestigiose sale da concerto romane: l’Auditorium Conciliazione. Pubblico numeroso, entusiasta; circa un migliaio di persone hanno applaudito quest’ esperienza ardita e singolare, non poco rischiosa, accolta con generosità e coraggio da La Vecchia su proposta di Cappello. Una sfida affrontata e vinta con quel talento speciale che appartiene a tanti giovani (assai più di quanti immaginiamo) e ai loro maestri: la passione. Ascoltando questi ragazzi, affiancati in orchestra da alcuni dei loro insegnanti e dai professori della Sinfonica di Roma, la gioia per ciò che hanno saputo fare, per ciò che hanno saputo essere al cospetto del pubblico e di La Vecchia, s’è all’improvviso mescolata alla rabbia: quanto è infame lo spreco di gioventù che si è perpetrato (e non cessa) nel nostro Paese! Non solo nella musica, sia chiaro. Ma la musica ce la suona, ce la canta, la verità. E verità è stato anche il formidabile pianismo di Roberto Cappello, quell’energia sanguigna e morale insieme che lo ha fatto volare sulla tastiera cavandone, con materico portento, accordi a piene mani, folli trasferimenti di registro, incredibili passi d’ottava e trilli, combinazioni di doppie note, avventurosi incroci. Tutto l’ «ineseguibile» di questo Cajkovskij domato con potente umanità, con tecnica infallibile come il cuore di un atleta e con qualcosa in più che è raro, in altri, ascoltare: un eroico, estremo istinto al dialogo con l’orchestra in quel campo di battaglia fra titani che è il concerto cajkovskijano. Con Cappello, sopra tutto una trascinante volontà di bellezza. E continui sguardi orgogliosi, fiduciosi, sui «suoi» ragazzi tra le file. A gran richiesta, il Maestro ha concesso come bis l’Ave Maria di Schubert-Liszt. Il brano è stato dedicato a Papa Francesco, una speranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paola

    27 Marzo @ 08.22

    Brava Elena, la tua penna è sempre felicissima|!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Aggiudicazione provvisoria⁩

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

4commenti

Parma

Ancora animali avvelenati: un caso in zona Montanara Foto

La polizia municipale, su Twitter, invita a fare attenzione in via Torrente Manubiola

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

5commenti

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

1commento

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

Gazzareporter

Parcheggio "selvaggio" in via Marchesi

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

5commenti

Rugby

Al Molino Grassi un super-derby Foto

Al fotofinish grazie alla mischia i gialloblù trovano la meta e superano i «cugini» dell'Amatori

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

1commento

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

2commenti

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

LA PEPPA

La ricetta: Whoopies arlecchino per il carnevale dei piccoli

SPORT

ATLETICA

«Ayo» Folorunso campionessa italiana nei 400

Stadio Tardini

Parma-Samb 4-2: ecco il gol di Munari

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery