12°

Spettacoli

Film recensioni - Un giorno devi andare

Film recensioni - Un giorno devi andare
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

Tra le palafitte e le baracche di Manaus, nel mondo altro in cui si sorride per niente; o lungo il fiume, lontano da tutto, dove anche l'io si lascia inghiottire dalla natura più (pre)potente; oppure dentro di sé, tra i dossi ruvidi, le curve cieche e le salite di un percorso interiore ancora privo di destinazione. In tutti questi luoghi o, se preferite, in nessuno. Perché non importa dove o quando: ma «Un giorno devi andare».
E' sangue rappreso, di quello che non viene via la prima volta che ci passi sopra la mano, è un grumo di strazio chiuso dentro a un segreto, è come quando piangi e ridi insieme, nello stesso istante, e non sai perché succede. E' tutte queste cose il nuovo film, alto e profondo, interrogativo e ambizioso, di Giorgio Diritti che, tentato da una verginità intellettuale che appartiene agli ultimi, va, come la sua protagonista, all'ostinata ricerca della purezza delle cose, della loro origine, in attesa di un segno, di una voce, o almeno di un dubbio: là dove, forse, per ritrovarlo bisogna prima dimenticarsi di Dio.
C'è una bella voglia di sporcarsi le mani («se vuoi cambiare le cose devi andare dove le cose devono essere cambiate»), una coraggiosa e mistica poesia, oltre che un rigore e una sottrazione che sfiorano il documentario dei sentimenti, in «Un giorno devi andare»,  fuga primitiva dalle domande del dolore di Augusta (una bravissima Jasmine Trinca, che cammina nei sotterranei dell'anima di un personaggio complesso a cui resta aderente dal primo all'ultimo minuto), trentenne smarrita in un altrove (l'Amazzonia) dove, in bilico tra l'essere e il (non) avere, prova a ritrovare e recuperare un senso.
Nella sfumata ecografia di una nuova vita, un film di ricerca esistenziale e personale (e, in ultima analisi, anche cinematografica, espressiva) che si tuffa nel vuoto senza rete della perdita (e della mancanza, dell'assenza), per vivere e mettere in scena le feroci contraddizioni di un'epoca senza equilibrio, dall'algida severità di una civiltà lucida ma ormai morente (la nostra), alla contagiosa autenticità di un terzo mondo dove una felicità che non costa niente (immediata, diretta, genuina) è ormai minacciata e sporcata dal potere corrotto del denaro e dell'omologazione.
Contrasti e solchi profondi in cui Diritti si muove con coerenza e forte identità, portatore sano di un cinema etico sempre proteso alla prova, al misurarsi, in un confronto perenne e mai consolatorio, con la realtà, pubblica o intima che sia,  all'inseguimento di un centro che lo porti al di là del lutto (e del tutto).  E se è vero che il film è più denso quando ha a che fare con lo spirituale (quella barca che sembra quella di «Apocalypse now», in un viaggio ancora una volta interiore...) che non col sociale e che nel finale si dilunga, non può non apparire evidente che nel miserrimo italico panorama fatto di presidenti per caso, fidanzati per finta e principi abusivi, una pellicola come quella del regista de «Il vento fa il suo giro» e «L'uomo che verrà» è un regalo inconsueto. Un'opera che va protetta, difesa. E amata.
Giudizio: 3/5

SCHEDA
REGIA: GIORGIO DIRITTI
SCENEGGIATURA: GIORGIO DIRITTI, FREDO VALLA, TANIA PEDRONI
FOTOGRAFIA: ROBERTO CIMATTI
INTERPRETI: JASMINE TRINCA, ANNE ALVARO, PIA ENGELBERTH, AMANDA FONSECA GALVAO, SONIA GESSNER
GENERE: DRAMMATICO
Ita/Fra 2013, colore, 1h e 50'
DOVE: ASTRA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery