21°

35°

Spettacoli

Assayas, il respiro del Sessantotto

Assayas, il respiro del Sessantotto
Ricevi gratis le news
0

Giulia Ciccome
«Il ’68 ha avuto un esito più estetico che politico» sostiene Olivier Assayas, il regista di «Qualcosa nell’aria», che ha raccontato il suo ultimo film - già passato in sala qualche mese fa - al pubblico del cinema Edison. Acclamata alla Mostra del Cinema di Venezia, dove ha ricevuto il premio per la migliore sceneggiatura, questa importante pellicola racconta la storia di un gruppo di ragazzi parigini nel fervore degli anni ’70.
O meglio, come evoca il titolo originale «Après mai», dipinge ciò che accade dopo la rivoluzione mancata del Maggio ’68 nella vita e nell’educazione della generazione che lo ha vissuto.
 Assayas, classe 1955, spiega che «Qualcosa nell’aria» è nato come un romanzo di formazione: «Non volevo solo raccontare gli eventi politici di quegli anni, ma il senso del mio percorso individuale e cinematografico. A quell’epoca non sapevo cosa voleva dire fare cinema, per me il cinema era ciò vedevo alla televisione o nelle sale dei sobborghi di Parigi» e continua: «Esisteva anche un cinema sperimentale, connesso con la politica e la ribellione giovanile. Si respirava un’aria rivoluzionaria di trasformazione del mondo che si esprimeva in una nuova cultura, musica, arte e cinematografia».
Tra i film del regista francese, questa pellicola è sicuramente una delle più intime, in cui la sua autobiografia è solo un elemento di un quadro collettivo più ampio. «Ho seguito un percorso cinematografico influenzato dal mondo in cui sono cresciuto» afferma ancora: «e ho capito quanto la mia storia non fosse divisibile dall’epoca che stavo vivendo».
Gli attori scelti per interpretare il film sono tutti dei giovani non professionisti; il regista spiega così la sua decisione: «Sono andato alla ricerca di 'non-attori', volevo catturare la spontaneità che si ha quando si recita per la prima volta davanti alla macchina da presa. Era difficile trovare dei soggetti che fossero credibili nel contesto del ’68, quindi ho deciso di cercare degli individui singolari, strani, che avessero una vocazione artistica. Attraverso la loro fede nell’arte ho trovato la chiave per accedere all’atmosfera degli anni ‘70».
È proprio quello spirito di contestazioni e scelte drastiche che Assayas fa toccare con mano in «Qualcosa nell’aria», ricostruendo l’atmosfera di un momento epocale attraverso la voglia di combattere per un’idea politica e la ricerca di una strada artistica. Quando il protagonista del film afferma :«Io vivo nella mia fantasia. Se la realtà bussa alla mia porta, non apro», si coglie il desiderio di evasione da un mondo che andava cambiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima breve telefonata con mamma (Diana)"

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Oggi la prima uscita alle 17 contro i dilettanti del Pieve di Bono

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Giorno, debutto con gol: "Pronto a dare tutto" Video - Le prossime amichevoli (guarda) 

pinzolo

Primo match, D'Aversa: "Bene lo spirito e l'impegno dei nuovi" Video

meteo

Il caldo intenso sta per finire (lunedì), arriva aria fresca

Piogge e temporali al Nord.Centro-sud,calo termico di 8-10 gradi

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

varano

Incidente a Scarampi: ferito un motociclista

via Mantova

Ignoti danno fuoco alla rete della casa cantoniera

incidenti

Auto contromano in via Capelluti, frontale: ferita una donna

traffico

Traffico intenso tra gli svincoli Autocisa e A1

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

motori

Grande festa al Paletti di Varano per la Formula Sae Italy Gallery

coldiretti

Agricoltura: siccità ma anche nubifragi, danni in regione per 150 milioni

traversetolo

I segreti della trebbiatura a Castione Gallery

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

1commento

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

1commento

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

venezia

Donna accoltellata dall'ex marito che poi chiama i carabinieri e confessa

Economia

Rottamazione cartelle entro luglio. Tutte le istruzioni Video

SPORT

nuoto

Mondiali: Italia subito sul podio, Detti bronzo nei 400sl

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori