-2°

Spettacoli

Gualazzi, raffinato talento

Gualazzi, raffinato talento
1

Claudia Patrizi
Un animo delicato, con una raffinatezza ed una perizia musicale fuori dal tempo ed uno stile inconfondibile, che ha trionfato in un Teatro Regio esaurito: Raphael Gualazzi, timido ed un po' impacciato, ha rapito il pubblico parmigiano e lo ha condotto in un mondo fatto di di soul, gospel, country e jazz.
La tappa a Parma del suo «Happy Mistake Tour», dal titolo del terzo album dell’artista urbinate, è stato un viaggio di due ore tra le atmosfere vintage che Gualazzi è riuscito ad evocare egregiamente sul palco, ma anche una dimostrazione del talento di questo giovane musicista capace di reinventare il passato miscelando canzoni d’autore e swing, soul e rhythm'n'blues. La sua ormai proverbiale timidezza è svanita nell’attimo stesso in cui si è seduto al pianoforte, suo fido compagno di avventure musicali. Ad aprire il concerto due brani del nuovo disco: quella «Rainbows» con cui aveva deliziato la sala stampa dell’Ariston, durante il Festival di Sanremo, eseguendola in anteprima per i giornalisti presenti, e «Don't call my name», singolo con cui ha conquistato le classifiche di vendita ed il cuore dei francesi.
 Applausi scroscianti hanno accolto le prime note di «Follia d’amore», che valse a Gualazzi il primo posto nella categoria «Giovani» a Sanremo 2011 e che lo portò anche in Europa, dove rappresentò l’Italia all’Eurovision Song Contest, piazzandosi al secondo posto dopo 14 anni che il nostro Paese mancava dalla competizione. Le prime parole di Raphael sono arrivate solo a metà concerto: «Buonasera, grazie di essere venuti. La prossima canzone è dedicata a tutte le signore e le signorine presenti in sala». Poi il musicista è tornato al piano ed è partita «Beautiful», tra le grida di acclamazione del pubblico, soprattutto femminile.
 Immancabile poi il tributo a Giuseppe Verdi, il grande maestro cui Raphael ha voluto rendere omaggio in occasione del bicentenario: «Ora dissacriamo un’aria meravigliosa del grande maestro ma lo facciamo in modo divertente». Così l’artista ha introdotto la sua rivisitazione, inserita anche in «Happy Mistake», dell’aria tratta dal «Rigoletto» e che ha intitolato «Questa o quella per me pari non sono». Con «Love goes down slow», fortunata colonna sonora di uno spot pubblicitario, l’artista ha dimostrato anche tutta l'estensione della sua voce, usata come se fosse uno strumento. Sulle note di «Take me to my hell», i musicisti sono usciti ma il pubblico li ha acclamati per l’atteso bis, che non si è fatto attendere. «Questo è l’inno di tutti i jazzisti innamorati» ha commentato Raphael prima di iniziare a suonare una struggente versione di «I can't give you anything but love», uno dei brani culto del jazz americano. Poi un’improvvisazione sui celebri temi di «Amarcord», l’inno alla narcolessia, come lo ha definito scherzando lo stesso musicista, «I'm tired» e chiusura con «Thank you», solo dopo aver presentato singolarmente ognuno degli artisti presenti con lui sul palco. Pubblico in piedi ad applaudire per alcuni minuti il talento di Gualazzi, ancora più ammirato perchè il suo riserbo e la sua timidezza lo hanno reso perfino più autentico.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Franco ROMANI

    01 Maggio @ 15.05

    Ho avuto l'occasione di gustare dal vivo anche io il "raffinato talento" di Raphael al Gran Teatro di Roma domenica 28.4.2013 e condivido in pieno tutte le affermazioni .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

1commento

Viabilità

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: chiusa la statale 63 del Cerreto nel Reggiano

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

2commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

5commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

LA GT

Renault, arriva la Twingo «cattiva»