19°

32°

Spettacoli

Bernardo Lanzetti: "La mia carriera in una notte"

Bernardo Lanzetti: "La mia carriera in una notte"
0

Quarant'anni, e non sentirli: e forse è proprio per questo che ha ideato, organizzato e realizzato una «cosa» che si chiama «Vox40». Quarant'anni di musica cantati a testa alta in Italia e nel mondo, portati oggi in palcoscenico con (giustificato) orgoglio in un momento in cui, a fronte del latitare di nuove, valide proposte, tutto un mondo musicale che in Italia proprio quattro decenni fa aveva trovato un terreno di cultura favoloso, quello del «prog», sta incontrando un nuovo, meritato quanto solo pochi anni fa inimmaginabile, riscontro a livello internazionale: è Bernardo Lanzetti, un musicista e una voce che dal 1973, quando era leader di «Acqua Fragile», poi voce solista e front-man della PFM fino al 1978, e successivamente e ininterrottamente inventore di nuove strade per far musica a 360°, dal prediletto prog all’opera lirica, dal musical alla canzone d’autore, da Brecht a Dylan, non smettono mai di essere «forever young». E «Vox40» è il suo nuovo e ambizioso progetto che presenta e offre in anteprima a Parma (ma un’idea che non è solo un’idea è quella di portarla in giro in Italia e non solo), un concerto/evento che si terrà martedì 28 maggio nella sala grande del Teatro al Parco, nel quale il suo passato musicale ritorna a risplendere grazie a un sostanziale e impegnativo lavoro di rivisitazione a tutto campo. Ma lasciamo che sia proprio lui a parlarci di questo Vox 40, di come è nato e di come si è evoluto. In una parola, a cosa si troverà di fronte il pubblico quella sera...
«Ad una sorta di celebrazione del mio percorso artistico, in un racconto molto articolato e diversificato. Ho anche voluto privilegiare le mie esperienze con i gruppi musicali, quelle che mi hanno visto più come musicista performer che come cantautore. Lo spettacolo sarà diviso in due parti. La prima, più acustica, con una piccola, singolare, orchestra classico/moderna, la seconda più elettrica e movimentata».
E quali saranno gli artisti coinvolti, quali le musiche che verranno eseguite?
«Per le musiche dell’Acqua Fragile, la Tango Spleen Orchestra di Mariano Speranza coinvolgerà il quartetto d’archi Adrian Ensemble. Le voci di Alex Giallombardo e Anna Barbazza si uniranno alla mia per ricreare le armonie vocali. In due brani, Piero Canavera e Franz Dondi, elementi originali del gruppo parmigiano, riproporranno la sezione ritmica. Credo che sarà un momento molto suggestivo, ma anche sorprendente, perché tutte le frasi musicali, le armonie, i cori, le ritmiche e le stesure dei pezzi di AF sono state mantenute, e le nuove orchestrazioni sono studiate ad evidenziare e sottolineare tutte le caratteristiche già presenti , inquadrandole però da angolature diverse. Nella seconda parte, poi, con Pierpaolo Vigolini al pianoforte, Gigi Cavalli Cocchi alla batteria ed Enzo Frassi al contrabbasso, eseguiremo episodi d’avanguardia e composizioni più recenti dei CCLR, l’ultima mia formazione. Dopo, il gruppo Chocolate Kings con il loro violinista Laurence Cocchiara ed il flauto di Franco Taulino, ospite speciale, mi permetterà di ripresentare i brani più leggendari della PFM, compresi quelli che, dal lontano 1978, non venivano più eseguiti in pubblico».
Quarant'anni passati a far musica, anzi, musiche: con un estremo sforzo di sintesi, ci dica due o tre delle cose essenziali, imperdibili, degli eventi, delle musiche, degli artisti che più le sono rimasti dentro.
«La prima volta che, negli States, nel 1965, ho acceso un’autoradio venendo travolto da Like A Rolling Stone di Bob Dylan. Il tour dell’Acqua Fragile come spalla ai nostri idoli Gentle Giant. Il debutto a Tokio con la PFM nel 1975. Cantare nell’Opera da tre soldi di Weill-Brecht al Teatro Due e in “Fango” con le musiche di Giuseppe Verdi al Teatro Al Parco. La recente scoperta di una serie di note nascoste nella mia estensione vocale».
Ultima domanda, ci indichi una cosa in più e una cosa in meno, nel vedere e vivere la musica di oggi e oggi, rispetto a quando aveva iniziato...
«Negli anni ’70, il Prog rompeva gli schemi della canzone di tre minuti, univa elementi classici al jazz, alla musica elisabettiana, al rock, al folk, alla ricerca. I gruppi si rifiutavano di apparire nella televisone della Carrà e di Baudo. Oggi, gli artisti sono invece tutti tesi ad uniformarsi inseguendo una omologazione che toglie ogni senso artistico al loro lavoro. L’unico obiettivo sembra essere l’apparire in video, l’unico scopo, “andare in televisione”».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Pizzarotti

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

L'intervista di TvParma: "Penso che per questa vittoria abbiano pesato la nostra concretezza e i nostri contenuti"

2commenti

elezioni 2017

Lavagetto (Pd): "Ora riflessione ma possiamo imparare dalle cose fatte bene" Video

LE ALTRE CITTA'

Piacenza, Patrizia Barbieri (centrodestra) sindaco

Dem sconfitti praticamente ovunque. Spezia, vittoria di Peracchini. Genova, vince Bucci

elezioni 2017

Ballottaggio, affluenza al 45,17%

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna 

5commenti

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

4commenti

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

10commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

4commenti

gazzareporter

San Pancrazio, il degrado continua Gallery

CHIESA

Montecchio, cambia il parroco: arriva don Orlandini da Reggio

Don Romano Vescovi, originario di Neviano, lascia Bibbiano per l'eremo di Salvarano (Quattro Castella)

tg parma

Al Regio l'assemblea dell'Upi con il ministro Graziano Delrio Video

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

SOCIETA'

elezioni 2017

Genova: elettore al seggio con cane al seguito Foto

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande