21°

35°

Spettacoli

Film recensioni - La grande bellezza

Film recensioni - La grande bellezza
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

«E' tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio, il sentimento, l’emozione e la paura». Non la pensiamo tutti allo stesso modo e di per sé questo potrebbe essere anche un vantaggio; ma se lo chiedete me, sarò sincero: questo è un film magnifico. Potente, astratto, definitivo. Una splendida e amarissima liturgia laica sul niente che siamo, una riflessione surreale e antinarrativa non solo sull'Italia contemporanea (e sulle contraddizioni, feroci e devastanti, di una Roma che sopravvive, inconsapevole, a se stessa) ma anche sulla condizione umana, e, soprattutto, sul senso, sempre sfuggente, di un’eternità che è sempre un passo indietro, chiusa nel cassetto dove è rimasto il libro che non abbiamo mai scritto, in quell'altrove che non è in nessun luogo in cui riposano per sempre le nostre mille occasioni perdute. Un viaggio al termine della notte - là dove anche la morte è una recita e il mare è sul soffitto - in cui nulla resta, tra squarci di bellezza e uno squallore infinito: se non il ricordo di una ragazza che aveva l’odore dei fiori. E poche altre briciole di vita: sepolte nell’eterno bla bla di questi tempi vacui, inutili, annoiati, inermi, vuoti. Party che sembrano quelli di Fiorito, discutibili performance teatrali, ricche signore che si scattano foto «per conoscersi meglio», altre che ascoltano solo jazz etiope, pettinature pirandelliane, esorcisti che parlano solo di cucina, maghi che fanno sparire anche le giraffe, perché se non lo sai è solo e tutto un trucco: girato benissimo, con una forza visionaria che non ha uguali non solo in Italia, «La grande bellezza» è un film sulla morte di un’epoca, una pellicola che si muove tra le canzoni della Carrà e i canti gregoriani, molteplici e coltissime fonti letterarie (Céline, Flaubert ma anche Moravia e Soldati) e ispirati omaggi cinematografici (il Fellini de «La dolce vita», ma anche quello di «Roma» e «8 1/2», ma anche «La terrazza» di Scola), sprazzi di sublime cattiveria e momenti di infinita malinconia. Itinerario immaginario ma realistico di un osservatore geniale del presente, il film del regista de «Il divo» lascia che il giornalista Jep Gambardella (Toni Servillo, bravissimo come sempre), moderno Virgilio «condannato alla sensibilità», accompagni gli spettatori, con il disincanto di chi è stanco di sè, alla scoperta della sua vita e della sua Roma. Ne esce un film ambiziosissimo e che qualcuno certamente troverà presuntuoso: ma mentre la macchina da presa sembra non potersi dare pace, lo stile di Sorrentino (che domani da Cannes potrebbe tornare con un premio importante) riesce completamente a sopraffarti, trasformando lo sguardo curioso di questo giovane e grande autore in una consapevolezza comune, in uno stato d’animo collettivo e condiviso quanto l’esperienza cinematografica.
Giudizio: 5/5
 
SCHEDA
REGIA:  PAOLO SORRENTINO
SCENEGGIATURA:  PAOLO SORRENTINO e UMBERTO CONTARELLO
FOTOGRAFIA: LUCA BIGAZZI
INTERPRETI:  TONI SERVILLO, CARLO VERDONE, SABRINA FERILLI, CARLO BUCCIROSSO, ISABELLA FERRARI
GENERE:  DRAMMATICO
Italia 2013, colore, 2 h e 22’
DOVE:  THE SPACE BARILLA CENTER e THE SPACE CINECITY
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Usa, morto John Heard

STATI UNITI

Trovato morto l'attore John Heard ("Mamma ho perso l'aereo") Video

Enrica Merlo, libero della Savino Del Bene Scandicci

SPORT

Enrica Merlo fra pallavolo e beach volley: "Gioco perché mi diverto" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: premiata lettrice "cronista di strada"

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

gaione

Schiacciato dal muletto: muore l'imprenditore Alberto Greci

Aveva 74 anni

1commento

Incidente

Carro attrezzi e furgone si scontrano sull'Asolana

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

5commenti

carabinieri

Con la scusa di un selfie rapina studente in via D'Azeglio: arrestato

8commenti

BASSA

Un uomo scompare nel Po: ricerche in corso

Disperso un uomo originario del Parmense

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

San Teodoro

Donna uccisa durante una vacanza in Sardegna: il fidanzato confessa

METEO

Ancora caldo africano ma da lunedì temperature in calo

SPORT

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

1commento

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

CINEMA

A Firenze la "temutissima" Coppa Cobram per ricordare Paolo Villaggio

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up