Spettacoli

Arriva "L'ultimo pastore": fiaba moderna di Bonfanti

Arriva "L'ultimo pastore": fiaba moderna di Bonfanti
1

Federica De Masi

Dopo aver fatto il giro del mondo e reduce dal recente successo al cinema Mexico di Milano, è arrivato a Parma il caso della cinematografia indipendente dell’anno. Si tratta de «L'ultimo pastore», il film di Marco Bonfanti, regista milanese alla sua prima opera, presentato al cinema Edison per «Accadde domani». Renato Zucchelli è il protagonista di questa storia, una storia vera, quella della sua vita. Un racconto a metà tra favola e romanticismo, in cui alla natura sconfinata dell’entroterra milanese viene contrapposta la cementificazione urbana di Milano. Una fiaba moderna che narra del compimento di un sogno da un lato, perché Renato ha scelto di essere un pastore seguendo una vera vocazione, e dall’altro una professione nata insieme all’essere umano che sta scomparendo. Insieme a Michele Zanlari, il regista ha raccontato come è venuto a conoscenza del protagonista del film: «Stavo presentando un altro progetto quando mi hanno raccontato dell’esistenza dell’ultimo pastore milanese; questa storia mi ha talmente affascinato che ho deciso di girare un film su questo personaggio. Quando poi ho sentito che alcuni bambini credevano che un pastore assomigliasse ad Arlecchino e allevasse le pecore per fare il budino mi sono preoccupato e ho capito che dovevo mettere un po' di chiarezza»  ha aggiunto Bonfanti. In un intreccio tra la materia-natura e lo spirito vocazionistico, Renato porta a compimento la sua missione: regalare ai bambini di città uno sogno, portare il suo gregge di pecore nel centro di Milano. Quasi con una spinta felliniana, la sequenza finale del film regala una scena surreale: uno stuolo di pecore alle porte del Duomo. «E' questo lo spirito con cui ho portato avanti il film: raccontare qualcosa di magico che toccasse le corde dell’emotività, offrendo uno sguardo diverso, più ingenuo, perché noi grandi abbiamo perso l’ingenuità dei bambini»  ha aggiunto il regista. Una scena che ha fatto il giro del mondo, che stupisce per la potenza visiva e fa pensare a quanto, spinti nella centrifuga della modernità, siamo sempre più distanti dalle nostre origini. «Stiamo abbandonando un lascito dell’umanità per andare verso qualcosa di ignoto» aggiunge il regista a proposito della perdita culturale che si avrà con la scomparsa dei pastori. «Credo che il mio film funzioni a livello internazionale perché suona come un monito», una campanella, come quella al collo delle pecore di Renato, che suona per ricordarci che dobbiamo pensare ad un futuro con meno cemento e più attenzione all’ambiente.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sara

    05 Settembre @ 11.55

    ero rimasta colpita dalle pecore a milano. Lavoro in coop e sapevo che era un progetto sponsorizzato dalla coop, insieme ad altri, mi pare sorgenia e wwf per un film. Ho scoperto L’ultimo pastore da poco perché mi hanno regalato il dvd e devo dire che è proprio bello. Meno male che le aziende usano i soldi anche per aiutare questi bei progetti!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Ucciso da forma di parmigiano: condannato produttore "spazzolatrice"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

5commenti

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

2commenti

16 dicembre

Valter Mainetti professore ad honorem dell'Università di Parma

Il conferimento alle ore 11 nell’Aula Magna dell’Ateneo

Curiosità

Al seggio col colbacco del «no»

tg parma

Ventenne travolto a Lemignano: è in Rianimazione Video

QUESTURA

Bici rubate trovate al parco Falcone e Borsellino: qualcuno le riconosce? Foto

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

pazzo mondo

Venezia: si lancia con il surf da Ponte degli Scalzi

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)