-5°

Spettacoli

Trovato morto Cory Monteith, star di Glee

Trovato morto Cory Monteith, star di Glee
0

Nicoletta Tamberlich

E' stata fissata per domani l'autopsia che accerterà le cause della morte di Cory Monteith, 31enne star di Glee, trovato senza vita in un albergo a Vancouver, in Canada. L’attore canadese alloggiava all’hotel Pacific Rim, nel centro della città. Le autorità stanno indagando sulle circostanze del decesso. Secondo gli investigatori l’uomo sarebbe stato da solo al momento del decesso, circostanza che porterebbe ad escludere quindi la morte violenta.
Interprete del quarterback Finn Hudson nella serie Glee, è stato rinvenuto senza vita nella sua stanza al 21° piano dal personale dell’albergo. Secondo i video delle telecamere di sorveglianza dell’hotel, Monteith era tornato venerdì notte da una nottata con amici, ma ha mancato il check-out alla reception sabato, quindi lo staff dell’hotel, dopo aver cercato di mettersi in contatto con lui, è entrato nella stanza trovandolo esanime.
Secondo il vice capo di polizia Doug Lepard, niente indica che la sua sia stata una morte violenta. In una conferenza stampa, ai media locali che chiedevano se la morte dell’uomo fosse da attribuirsi ai problemi avuti dalla star di Glee in passato con l’alcol e la droga, Lepard ha replicato: «Abbiamo avvertito solo i membri della famiglia circa un’ora fa, quindi non abbiamo potuto nemmeno avere conversazioni riguardo a questo con loro».
Dalle prime indagini si sa solo che Monteith era uscito con altre persone prima di rientrare in hotel e la polizia le sta interrogando. «Non abbiamo ancora molte informazioni sulla causa del decesso», ha aggiunto la coroner Lisa Lapointe.
Ad aprile Monteith era entrato volontariamente in un programma di riabilitazione per abuso di sostanze stupefacenti. Due anni fa, commentando i suoi eccessi adolescenziali, Cory aveva dichiarato: «Sono fortunato ad essere ancora vivo. Ho bruciato un sacco di ponti». Forte il sostegno dimostrato nel suo periodo più difficile da Lea Michele, fidanzata sul set e nella vita reale di Cory. Conosciutisi durante le riprese di Glee, i due avevano da tempo intrapreso una relazione sentimentale e l’attrice 26enne aveva cercato di aiutarlo.
Monteith, nonostante la lunga carriera, deve la sua notorietà al successo della serie, una sorta di musical a puntate che ha ospitato molte star della musica internazionale, ma stava lavorando a diversi progetti per il futuro come al film "All the wrong reasons". Nella pagina Twitter di Glee i produttori esecutivi dello show e Fox si sono detti «profondamente addolorati per questa tragica notizia», «Cory era un talento eccezionale e ancor più una persona eccezionale». E ancora: «Era una vera gioia lavorare con lui e mancherà a tutti noi enormemente. I nostri pensieri e preghiere sono con la sua famiglia e i suoi cari».

Glee, un fenomeno da 50 milioni di spettatori

Quasi 50 milioni di telespettatori; 25 singoli musicali al primo posto delle classifiche Usa; 3 
film; un Golden Globe nel 2010 come migliore serie tv; 4 Emmy Award, ma anche scuole e stage dedicati negli Usa e in Italia.
La serie Usa Glee è diventata un vero e proprio fenomeno di costume in tutto il mondo grazie al mix di elementi del musical, del talent show, del teen drama e della commedia, che l’ha resa non solo un telefilm di culto, ma anche un evento sociale e generazionale. Non è un caso che la morte di uno dei protagonisti, Cory Monteith, 31 anni, noto per il suo ruolo di Finn Hudson, trovato esanime in un hotel di Vancouver, in Canada, stia suscitando grande sgomento ovunque (su twitter il trend #ripcoreymonteith è stato oggi tra gli argomenti più discussi a livello mondiale).
Centinaia gli artisti internazionali che hanno ceduto i diritti dei loro brani da reinterpretare all’interno della serie: si va da Billy Joel a Rihanna, da "Bad Romance" di Lady Gaga a "You can't always get what you want" dei Rolling Stones, da "Losing my religion" dei R.E.M. a "Single Ladies" di Beyoncè; e Madonna ha concesso l’utilizzo del suo intero catalogo. Il telefilm vanta una fan particolare: Michelle Obama che nell’aprile 2010 ha convocato il cast alla Casa Bianca per esibirsi davanti al Presidente e a un pubblico di bambini in occasione del tradizionale Easter Eggrolls pasquale.
Ma non solo. Glee è stato il più "postato" sulla rete dalla generazione Facebook dopo la fine di Lost, oltre 10 milioni di fans in tutti e cinque i continenti; ha ridato smalto all’industria musicale ("Take a Bow" di Rihanna, dopo essere stata rieseguita nel serial, ha avuto un incremento di vendite del 189%), sia proiettando la triplice colonna sonora ai vertici delle classifiche americane e di mezzo mondo, sia rinverdendo i fasti di pop/rockstar che vi hanno fatto capolino, come Britney Spears o Olivia Newton. Tra le numerose guest-stars, spiccano anche Gwyneth Paltrow, Jennifer Lopez, John Stamos, Neil Patrick Harris, Kristin Chenoweth, Victor Garber, Eve, Idina Menzel, Meat Loaf.
La storia è quella di un gruppo di studenti ed insegnanti che formano il Glee Club alla William McKinley High School di Lima, in Ohio. Un gruppetto di emarginati ed insoddisfatti - "loser"– che trovano nel canto e nel ballo il palcoscenico della propria rivalsa. In testa, il professore di spagnolo, l'idealista Will Schuester (Matthew Morrison), il quale riporta in auge il GC tra l’indifferenza iniziale di giocatori di football tutti muscoli e cheerleader attente più al trucco che alle coreografie. Nel gruppo ci sono poi la spietata allenatrice di cheerleader, Sue Sylvester (Jane Lynch); la cantante di talento, un pò egocentrica, Rachel Berry (Lea Michele), figlia adottiva di due padri omosessuali; e appunto il quarterback Finn Hudson (Cory Monteith, scomparso oggi); Noah Puckerman (Mark Salling), Quinn Fabray (Dianna Agron), la capitana delle Cheerios nonchè fidanzata di Finn che si unisce al GC quale spia di Sue Sylvester; Kurt Hummel (Chris Colfer), gay dichiarato con la voce da soprano.
La serie è ideata da Ryan Murphy, Ian Brennan e Brad Falchuck.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

2commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

5commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo 0-0: primo tempo con poche emozioni Foto

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

23commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto