21°

35°

Spettacoli

«Nomadi a Corte», mezzo secolo di canzoni e impegno sociale

«Nomadi a Corte», mezzo secolo di canzoni e impegno sociale
Ricevi gratis le news
0

Lucia Carletti

Nomadi, fortissimamente Nomadi. La Corte di Giarola a Collecchio sabato sera è stata letteralmente invasa da tantissime persone che hanno voluto stringersi intorno ai Nomadi e ai comuni di Tizzano Val Parma e Corniglio colpiti dalle devastanti frane della scorsa primavera. Il ricavato del mega concerto promosso dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità dell’Emilia Occidentale andrà infatti a questi Comuni. 
«Nomadi a Corte» è stata anche l’occasione per ripercorre i 50 anni in musica della storica band: essere arrivati a questo traguardo «è una bella soddisfazione – ha detto il leader Beppe Carletti – così come dà soddisfazione poter vivere della propria passione».
Già dalle prime note, quelle di «Ancora ci sei» tratta dall’ultimo album «Terzo tempo», si viene catturati dall’atmosfera familiare e positiva che contraddistingue i concerti dei Nomadi. L’evento prosegue dando spazio alle canzoni più recenti: «Terzo tempo», «Non avrai» e «Fuori». Il pubblico, ormai riscaldato, dà il meglio di sé in «Il fiore nero» e «La libertà di volare», ma è su «Io voglio vivere» che a cantare sono proprio tutti, e la band, supportata dal coro incessante dei fan, riprende la canzone per ben due volte.  C’è spazio anche per le canzoni «Una storia da raccontare» e «Dove si va». Si prosegue poi con «Tutto a posto» e con il toccante momento di «Crescerai», cantata ospitando sul palco una decina di bambini. Bellissimo il duetto di Sergio Reggioli al violino e Beppe Carletti alle tastiere. Proprio Carletti per tutto il concerto ha indossato la maglietta «anti-frana» a favore del comitato di emergenza frane di Tizzano Val Parma.
Dopo le nuove «Tarassaco», «Il vento tra le mani» e «Apparenze», si torna nel passato con «La collina», «C’è un re», «Ala bianca», «Gli aironi neri», «Ad est, ad est», «Il paese», «Neracauli», «Amore che prendi, amore che dai», «Utopia» e «L’uomo di Monaco».  Il pubblico torna a farsi sentire con forza in «Canzone per un’amica», richiesta proprio da un fan, e «Dio è morto». Il gran finale è tutto riservato al «Popolo nomade»: uno ad uno la band ha letto gli striscioni dei fan. A Giarola era rappresentata mezza Italia: Parma, Reggio Emilia, Savona, Carrara, Como, Firenze, Pisa, Lucca, Livorno, Faenza, Bergamo, Pescara e tante altre. Prima del concerto il chitarrista Cico Falzone aveva già espresso parole positive per i fan: «leghiamo spesso i nostri concerti ad iniziative di solidarietà. Associare la musica a fatti meno gradevoli è un modo per stare uniti». Della stessa opinione Sergio Reggioli: «è stimolante suonare in occasioni di questo tipo. Il “Popolo nomade” sa fare cose importanti».  E alla fine arriva l’immancabile «Io vagabondo», che chiude un evento ricco di emozioni e di solidarietà. Il concerto è stato aperto dalla band modenese «Controtempo» che ha proposto due singoli e, in anteprima, «Caro allenatore», il nuovo progetto legato ai Nomadi e alla nazionale cantanti di calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero dei vigili del fuoco

Ascoli Piceno

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

1commento

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

4commenti

Soragna

Anziano cade dal trattore: è gravissimo in Rianimazione

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

6commenti

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato... al museo 

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Gazzareporter

Il lettore Filippo: "Che belli i nuovi quartieri"

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Aumenti bollette multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

CRONACA

Mistero a Palermo: donna seminuda trovata morta in strada. Due casi in pochi giorni

1commento

GRECIA

Terremoto a Kos: due nuove forti scosse, evacuato l'aeroporto

SPORT

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

Cinema

Jasmine Trinca nella giuria del Festival di Venezia

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up