-1°

Spettacoli

Ken Loach: "Torni lo spirito del '45"

Ken Loach: "Torni lo spirito del '45"
0

di Giorgio Gosetti  
Si chiama The Spirit of '45 e si richiama direttamente allo spirito collettivo che percorse come una scossa elettrica la società britannica alla fine della guerra mondiale il nuovo lavoro di Ken Loach, palma d’oro al festival di Cannes nel 2006, presentato a Berlino e il 12 settembre al cinema e dal 13 settembre in video on demand, distribuito da Bim. Si tratta di un documentario (il primo diretto dall’autore di «La parte degli angeli» dal 2005). Il 1945 fu un anno cruciale nella storia della Gran Bretagna. Il senso di unità che aveva guidato il paese attraverso la Seconda Guerra Mondiale, mescolato ai ricordi amari del periodo tra i due conflitti, indusse gli inglesi a immaginare una società migliore. Lo spirito di quegli anni sarebbe diventato il nume tutelare dei nostri fratelli e delle nostre sorelle. Utilizzando filmati tratti dagli archivi regionali e nazionali, registrazioni sonore e interviste dell’epoca, Ken Loach fa un racconto ricco di contenuti politici e sociali.

«Noi siamo stati I sognatori – ricorda Ken Loach dando voce al leader del labour party del 1945, Nye Bevan -, noi siamo quelli che abbiamo sofferto, adesso tocca a noi ricostruire». Ed è con questo approccio che il documentario ci porta per mano nelle memorie di coloro che nel 1945 parteciparono all’autentica ricostruzione di un paese messo in ginocchio dalla guerra faticosamente vinta, dando vita a uno stato sociale e a un welfare collettivo che le politiche liberiste di Margaret Tatcher spazzarono via negli anni '70. «Lo so che è politicamente scorretto rievocare un tempo in cui si investì nella nazionalizzazione delle banche e delle industrie, in cui si garantì la salute pubblica a tutti i cittadini, in cui si scommise tutto sulla voglia di ciascuno di essere parte di un grande progetto collettivo – dice ancora Loach – ma non è certo per nostalgia che ho filmato queste testimonianze. Ho sempre creduto e credo ancora che il nostro futuro stia nella voglia di dividere il bene comune tra tutti, che il senso dello stare insieme nella stessa nazione sia proprio la partecipazione e che è ora di dire basta alla frenesia dell’egoismo e dell’arricchimento singolo a spese degli altri». Con formidabili materiali di repertorio, interviste talora toccanti a in altri momenti francamente ironiche e scherzose, con uno stile che è ormai inconfondibilmente suo, Ken Loach ci porta per mano in un tempo e in una società che sembra spazzata via per sempre dalla memoria collettiva. «Eppure – dice – tutto questo è accaduto meno di 60 anni fa, quando la povertà era molto più dura e quando ricominciare era doloroso per tutti. Non ho filmato queste testimonianze per nostalgia. Al contrario per dire che un mondo diverso non solo è possibile, ma è esistito». Nel 1945 il programma collettivista dei socialisti inglesi spazzò ogni resistenza elettorale da parte dei conservatori e portò al governo Clement Attlee con una larghissima maggioranza. Proprio questa forza in Parlamento consentì l’introduzione dello stato sociale e la nazionalizzazione di industrie chiave come le ferrovie e gli ospedali. Oggi di tutto ciò l’Inghilterra conserva solo un pallido ricordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Patti Smith - A Hard Rain's Gonna Fall - Bob Dylan Nobelprize in literature 10 dec 2016

emozione

La Smith al Nobel (per Dylan) si ferma e riprende a cantare Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

lega pro

Parma-Teramo 0-1 Diretta

Calcio

Reggiana-Parma: c'è chi non si è fatto sfuggire il biglietto...

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Gazzareporter

Nebbia, le foto di un lettore: "Benvenuti a Eia"

inserto

L'Oroscopo 2017 domani con la Gazzetta di Parma

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Parma

“La Bassa di Zavattini” e la sfida degli anolini: le foto di "Mangia come scrivi"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quel che manca per fare un governo

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

governo

Gentiloni ha accettato l'incarico: è lui il presidente del Consiglio designato

fisco

Imu e Tasi: entro venerdì il saldo Come si calcola

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Sport USA

Anche Gallinari nella notte magica dei big

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti