16°

Spettacoli

Gassman: "Un nuovo film di questi tempi è un miracolo"

Gassman: "Un nuovo film di questi tempi è un miracolo"
0

Nicoletta Tamberlich

Il suo debutto da regista («Razza bastarda») ha ottenuto riconoscimenti e critiche più che lusinghieri anche all’estero, adesso sta scrivendo una sceneggiatura per un nuovo progetto cinematografico, che sarà «diametralmente opposto», per gli argomenti trattati, al primo lungometraggio, inoltre ha acquistato i diritti di tre libri, anche se preferisce non sbilanciarsi su questo punto. Ai ragazzi tiene a dire soprattutto: «Voi siete meglio di come vi descrivono, fatevi sentire, scegliete di testa vostra quale film andare a vedere, ma soprattutto non fatevi rubare i sogni, sfruttate i mezzi che avete a disposizione». 
Attore, regista, scrittore, Alessandro Gassman è uno che non si è mai fermato e non ha avuto paura di sperimentare. Classe 1965, figlio del grande attore Vittorio e dell’attrice francese Juliette Mayniel, si appresta a vivere una nuova stagione di grazia (tra l’altro tornerà come protagonista della seconda serie di «Una grande famiglia», in autunno su Rai1 per la regia di Riccardo Milani, nei panni del misterioso Edoardo Rengoni). Gassman è stato l’ultimo ospite del Giffoni Film Festival dove hanno proiettato il suo film «Razza bastarda». In una conversazione con l’Ansa annuncia la sua intenzione di tornare dietro la macchina da presa e, anche se il suo prossimo film non tratterà questa volta l’argomento, ribadisce il suo no al razzismo, sempre e comunque, specie se viene da chi rappresenta le istituzioni. Ma fa anche notare: «Oggi il cinema italiano sta attraversando un momento difficile, da parte di chi governa c'è scarsa attenzione per la cultura in generale, molti i tagli, poca la considerazione nei confronti di un’arte che ci ha regalato tanto in passato, ma continua oggi a darci grandissime soddisfazioni anche all’estero. È un miracolo come, nonostante la pochezza di mezzi che il nostro cinema ha a disposizione, ci siano registi straordinari che riescono a firmare grandi film, penso a Garrone, Sorrentino, Virzì che ottengono riconoscimenti in vetrine internazionali come a Cannes o anche film come “Salvo”, passati inosservati in Italia e poi acclamati all’estero, e questa la dice dice lunga sulle difficoltà». 
Perchè, insiste Gassman, «l'offerta qualitativa del cinema ha due direttrici: una è quella della commedia che tiene in piedi tutto il sistema e va forte; una seconda è quella del cinema d’autore, tutta una nuova generazione di registi che ammiro e che fanno fatica ad andare avanti. Il fatto che l’Italia destini solo l’1% alla cultura la dice lunga su quanto questo Paese abbia a cuore la propria storia».
Nei giorni scorsi l’attore aveva lanciato dal suo profilo twitter, insieme ai colleghi Ricky e Gianmarco Tognazzi,  l'hashtag '#Calderolizziamoci' che si è trasformato in un blog (con lo stesso nome), dopo l’insulto al ministro Kyenge. E al Giffoni ha ribadito: «L'intolleranza in qualsiasi forma è una cosa che non sopporto e che non mi stancherò mai di denunciare, anche perchè sono di origine ebraica e la mia famiglia ha dovuto subire cose che hanno a che fare con il razzismo. Quindi sono particolarmente sensibile all’argomento. Non mi piace nemmeno chi chiama “nano” Brunetta». L’attore, che in autunno tornerà a teatro con Riccardo III, insiste: «Lo ius soli deve essere approvato subito, è incredibile che sia ancora argomento di dibattito. Chi nasce in Italia, è italiano. Il Papa ha dato un grande esempio a tutti recandosi a Lampedusa». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia