12°

Spettacoli

Film recensioni - La notte del giudizio

Film recensioni - La notte del giudizio
2

L’America del 2022 sembra un Paese da sogno: criminalità quasi inesistente, disoccupazione che più bassa non si può, economia che tira. C’è però un prezzo da pagare: altissimo, ma che viene da tutti accettato e tollerato. Una notte all’anno (il 21 marzo, curioso che sia il primo giorno di primavera) l’«uomo» ha diritto allo «sfogo»: un rito sadico, selvaggio, della durata di dodici ore, imposto dai Padri fondatori che hanno risollevato gli Stati Uniti da una crisi senza precedenti.  Dodici ore di follia, che per alcuni possono diventare un incubo, nelle quali si può ammazzare chi si vuole e dare sfogo agli istinti più animaleschi senza che polizia e medici intervengano, dalle quali esce una società «rafforzata». Inizia con una disturbante successione di omicidi efferati, tutti ripresi da telecamere di sicurezza, «La notte del giudizio». Se si fa fatica a credere alle didascalie che annunciano i mirabolanti risultati ottenuti dai Padri fondatori grazie alla catarsi collettiva che lo «sfogo» produce, le brutali uccisioni in sequenza sembrano immagini più realistiche e «familiari», di quelle che si vedono in ogni telegiornale. Per prepararsi alla notte nella quale tutto è permesso (solo un giorno all’anno in cambio di altri 364 di «pace»), i più ricchi installano sofisticati sistemi di sicurezza e blindano le proprie abitazioni. Fuori c’è qualcuno che gira con armi di ogni genere. Un padre di famiglia che ha fatto fortuna con la vendita di sistemi di sicurezza si appresta a trascorrere la notte con la moglie e i due figli. Quando un nero, braccato da sanguinari benpensanti con la maschera, si rifugia in casa loro (grazie al figlio più piccolo che disattiva l’allarme per un istante), inizia l’assedio. Tra «La notte dei morti viventi» e il cinema di John Carpenter, James DeMonaco (alla sua seconda regia) non dimentica di riaggiornare (nel futuro) il classico «La pericolosa partita». 
L’uomo è sempre lupo per l’altro uomo: e la tensione, gli spazi chiusi, il buio, le decisioni morali dei protagonisti (che implicano una partecipazione diretta dello spettatore, inevitabilmente angosciato nel porsi la domanda «che cosa farei, io, in quella situazione?») rendono «La notte del giudizio» un thriller che guarda all’horror, o un horror che guarda al thriller, capace di mascherare bene i propri difetti di scrittura. E di smascherare, invece, le bugie di un capitalismo razzista che implica, già oggi, pericolosi rigurgiti di lotta di classe. 
Giudizio: 3/5

SHEDA
REGIA:  James DeMonaco
SCENEGGIATURA:  James DeMonaco
PROTAGONISTI:  Ethan Hawke, Lena Headey, Max Burkholder, Adelaide Kane
GENERE:  Thriller
Usa/Fra 2013, colore, 1h e 25' 
DOVE: The Space Barilla e Campus

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Annamaria Ferrareis

    28 Agosto @ 01.42

    Idea grottesca e strabiliante dell' autore quella di una volta all' anno legalizzare la pazzia omicida a quanto pare recondita in diverse persone. Conseguenti scene di massacro vero e proprio. Casualita' che nella serata fossero quasi tutti giovani spettatori, mi chiedo questo film che effetti possa produrre su menti malate. E ancora una volta s' infierisce sul negro di turno e lo fa anche la padrona di casa spingendo il tagliacarte sulla ferita aperta ( scena raccapricciante ). E poi mi viene da pensare a quanto odio certe persone possono tenere in serbo contro altre. Se veramente si desse loro la possibilita' di "sfogo", come viene definito, si sperebbe che mai possa venire fuori una tale violenza da parte dell' uomo. Un film che fa in parte riflettere, ma che sicuramente andrebbe ritirato. Un cast di attori non bravissimo e film tecnicamente mal realizzato.

    Rispondi

  • manu

    09 Agosto @ 22.44

    notte del giudizio il peggior film visto in vita mia, l'incitamento alla violenza di questo film e a dir poco stupefacente, come mai non l abbiano ancora censurato non riesco a capirlo, se io avessi i poteri per poterlo eliminare dalla circolazione lo fare all'istante, non ho mai visto niente del genere in 23 anni, mai rimasta cosi sbalordita e senza parole per un film cosi schifoso e poco educativo sia per giovani che per adulti (dato che coloro che attuano violenza nel film sono proprio gli adulti).... che altro dire... l'era dei film, della violenza e di tutto quello che c'è di più schifo al mondo la stiamo vivendo noi..... mi vergogno pienamente di fare parte di questo periodo storico

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Borgotaro, carnevale insanguinato

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

4commenti

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

3commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Jackpot

Superenalotto, c'è il 6: vinti 93 milioni di euro a Padova

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia