10°

Spettacoli

Una notte dedicata ai burattini

Una notte dedicata ai burattini
0

Il brasiliano-olandese Duda Paiva, uno dei più famosi marionettisti del mondo, che racconta l’incredibile e poetico incontro tra un angelo e un barbone. I francesi La S.o.u.p.e., che dedicano alla Barbie un affondo brillante e umoristico sulla nevrosi collettiva della bellezza e della giovinezza. La fantasia inesauribile dei belgi Sac à dos, con le loro storie che giocano con le parole, usando la carta e la fantasia combinatoria della narrazione. Questi e tanti altri gli appuntamenti di "Figure", la maratona spettacolare giunta alla terza edizione, in programma al Teatro al Parco di Parma il 10 gennaio 2009. Un’iniziativa che permetterà di scoprire, attraverso una non stop dalle 18 a notte inoltrata, la ricchezza espressiva  del teatro di figura, capace di parlare a tutti di tutto: di raccontare il mondo di oggi con metafore di grande impatto visivo, e di catturare lo sguardo dei bambini con l’estro e l’immediatezza di immagini e
personaggi che si imprimono nella memoria.

"Figure" è un’iniziativa promossa da Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti e dal Castello dei burattini/Museo Giordano Ferrari dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Parma, in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi. 7 appuntamenti con artisti italiani e internazionali per un carnet ricco e ininterrotto, per diverse fasce di pubblico, in diversi luoghi del teatro, anche nel foyer, dove troverà spazio alle 20 il consueto angolo di degustazione offerto dal Consorzio del Prosciutto di Parma.
 
La parola-chiave è: varietà e molteplicità di linguaggi. Perché l’idea di teatro espressa dal teatro di figura è tra le più sfaccettate nelle arti della scena, tra sperimentalismo e tradizione, burattini e marionette, animazione a vista e nuove tecniche. Promette emozioni la presenza di Duda Paiva, celebre artista originario del Brasile ma olandese d’adozione, che fondendo la danza con l’animazione, con quei suoi pupazzi a grandezza umana che portano impresso il segno di uno stile speciale, ha inventato un linguaggio teatrale unico. Nel suo Angel (ore 21, per adulti), che vede anche la collaborazione di un maestro come l’australiano Neville Tranter, un barbone incontra un angelo al cimitero. La più strana coppia mai vista nel teatro di figura ci guida in un ambiguo universo fatto di sogni, di rivelazioni, di sottile umorismo. Una favola “gotica”, e insieme una storia d’amore.
 
A dare il via alla maratona sono gli spettacoli per le famiglie. Alle 18 la compagnia belga Sac ò dos (Faits divers, replica alle  23.30, per tutti a partire dai 5 anni) gioca con le infinite combinazioni che la fantasia costruisce quando inventa una storia, e lo fa usando la facoltà umana per eccellenza, la parola. Le parole dei giornali, che si tagliano, si incollano, si strappano. Le parole che si leggono, si dicono, si fanno pezzo dopo pezzo.  Veri maghi dell’animazione con le dita sono Girovago e Rondella, che ci fanno scoprire il mondo mondo funambolico di Manoviva, il burattino a cinque dita che cammina. Un mondo dove gli uomini sono stati messi al bando. Ma anche i burattini, almeno quelli che conoscevamo finora. A dominare la scena sono… le dita. Dita come non le avete mai viste, che prendono forme strane, si trasformano in mani, piedi, visi, corpi. E diventano fantastici esseri, folletti acrobati, equilibristi di un mondo in miniatura (ore 19 e 23.30, per tutti).
 
Cresce tra le giovani generazioni la passione per l’arte del burattinaio, in particolare tra le donne. Una buona occasione per capire (divertendosi) come l’arte di fare spettacolo abbia vizi e virtù è Retro, una perfomance tutta al femminile scritta e interpretata da Silvia Laniado e Martina Soragna. Qui i burattini fanno tutto il loro dovere e anche di più: cantano, ballano il tip tap e sembrano andare d'amore e d'accordo. Ma cosa succede se dietro la baracca le burattinaie vogliono primeggiare l’una sull’altra, vogliono tutto il successo del pubblico, insomma fanno le prime donne? (ore 19, 22.30 e 1, per tutti). A Parma, ma non solo a Parma, dire “burattini” significa dire famiglia Ferrari. Figure rende un doveroso omaggio al capostipite di questa famiglia d’arte, e lo fa invitando il pubblico a ripercorrere la vicenda biografica del suo capostipite, il mitico Italo, in un nuovo documentario prodotto dal Castello dei burattini-Museo Giordano Ferrari, che intreccia ricordi e testimonianze di parenti, amici, maestri, colleghi. E che culmina, emozionando, con la sua voce (Italo Ferrari, l’uomo del Po, 19.30, 20.30, 23.30, per tutti).
 
Può Beckett, può un mostro sacro del teatro colto del ‘900, essere interpretato dai burattini? La compagnia Otto Mani Diver Genti fa indossare a Vladimiro ed Estragone la maschera ad Arlecchino e Brighella. Pozzo e Lucky si reincarnano in un rintronato Pantalone e in una Colombina sexy e scandalosa. La chiassosa allegria della Commedia dell’arte, la vitalità popolare degli Zanni terremotano e reinventano le grandi domande di senso, le sottili ambiguità dell’ Aspettando Godot di Beckett, in assoluta coincidenza con l’originale (En attendant Pierrot, ore 22.30, per adulti),.
 
Il teatro di figura può parlare di qualsiasi argomento. Nessun confine d’età, nessuna limitazione di contenuto, per quest’arte popolare e colta allo stesso tempo. Lo dimostra Vanité, prodotto dai francesi La S.o.u.p.e., che parla di vanità, bellezza, giovinezza, angoscia del decadimento fisico: massime ossessioni contemporanee. In uno spazio intimo, la Barbie, la bambola più famosa del mondo, diventa protagonista di un affondo umoristico e feroce sulla civiltà della cosmesi collettiva e della chirurgia estetica. Una giovane attrice, Delphine Bardot, e il suo doppio pupazzesco, manipolato, malmenato, oggetto di venerazione e di sperimentazione (Vanité, per adulti, ore 22.30 e 1).
 
Figure è un’iniziativa compresa nel progetto Notti curiose, con cui da qualche anno il Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti vuole stimolare la curiosità dello spettatore attraverso proposte culturali insolite, che abitano il teatro in tutti i suoi spazi, per un tempo prolungato.
 
Biglietti
Tutti gli spettacoli 15 €
Tre spettacoli € 10
Uno spettacolo € 5
 
Prevendita
La vendita dei biglietti si effettua dal 7 gennaio 2009, dalle 10.30 alle 14.30, presso la Biglietteria del Teatro al Parco, Parco Ducale 1, Parma, tel 0521 993818.
Il 10 gennaio, giorno della manifestazione, la biglietteria apre alle ore 17.
Con il biglietto di Figure si entra gratuitamente al Castello dei Burattini di Parma.
 
Informazioni e prenotazioni
Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti
tel. 0521 992044/993818, www.briciole.it
Castello dei burattini/Museo Giordano Ferrari
tel. 0521 031631 – 218873, www.castellodeiburattini.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

5commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

2commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti