13°

31°

Spettacoli

Il duello delle donne al volante è lo «stallo» della nostra società

Il duello delle donne al volante è lo «stallo» della nostra società
0

 DAL NOSTRO INVIATO

Filiberto Molossi
E'uno stallo morale, oltre che «politico» ed esistenziale: è una strada stretta, così stretta che invece è larga, se solo la sapessi guardare. Un budello dell'anima in una città labirinto che è terra di nessuno, non luogo ostile e abbandonato dove «hanno tutti torto e tutti ragione». E' il muro contro muro dell'umanità  ancora prima di quello di un Paese «bloccato», sotto un sole da western, nel teatro dell'assurdo di una farsa che si trasforma in tragedia, col suo coro e le sue baccanti. E' una scommessa vinta - dal direttore Barbera, soprattutto, che l'ha voluto a tutti i costi in concorso -, il primo film italiano in gara, «Via Castellana Bandiera», debutto di grande personalità della palermitana Emma Dante, classe '67, nome forte del teatro nazionale che trasferisce con energia nervosa sul palco luminoso dello schermo il suo omonimo romanzo. 
Due donne al volante, un vicolo troppo angusto perché passino entrambe, i motori che ringhiano con il freno a mano tirato: e nessuna delle due che accetta di fare marcia indietro, di lasciare il passo all'altra. A costo di rimanere lì tutta notte: o per sempre. 
Da un assunto paradossale, potente, e di evidente forza metaforica, un duello che parte già forte ancora prima di diventare tale - tra riprese a mezz'acqua e lapidi spezzate, cani randagi e camion che rovesciano carichi di pane -, sfociando nella guerra tra poveri, dove anche un puntiglio è affermazione di sè. «Una storia - spiega la Dante (co-protagonista oltre che regista del film) - che non avrei mai potuto fare a teatro: avevo bisogno della strada, della polvere, della carne». La strada più di tutto: «Il problema è che non sappiamo più vedere le cose: pensiamo di avere di fronte una strada stretta dove non può passare nessuno e non ci accorgiamo che invece è grande, che ci sarebbe spazio per tutti». Una via che culmina in un burrone: «Un precipizio presente, noi sappiamo che esiste ma non lo percipiamo: è un momento particolare della nostra storia, un momento in cui non riusciamo nemmeno a cadere. Credo che sarebbe più produttivo cadere per rialzarsi, a questo punto».  Girato molto bene, con abbondante macchina a mano e uso sapiente dei piani sequenza, «Via Castellana Bandiera» segna anche una delle pochissime sortite cinematografiche della bravissima Elena Cotta, al primo red carpet a 82 anni: «Non dico una battuta, parlo solo con lo sguardo; per un'attrice - spiega - è una sfida straordinaria, un invito a nozze: rinunciare all'artificio del linguaggio per essere solo un viso, una tensione».
 Nel film, anche Alba Rohrwacher, premiata a Parma negli anni scorsi con lo «Schiaretti»: «Emma ti porta all'estremo: dagli attori tira fuori dei fantasmi, con lei gli interpreti  evocano cose che nemmeno sapevano di avere». Magari anche la loro mostruosità: «Che è - sottolinea la regista - in ognuno di noi: ma viene a galla solo nel confronto con l'altro. Ed è giusto così, bisogna accettarla: in fondo la mostruosità delle mie protagoniste è anche la loro verità, la loro umanità». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Ruspe al lavoro nel laghetto del Ducale (1995)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«+50 no limits» Idee e proposte per i migliori anni

INIZIATIVE

«+50 no limits»: idee e proposte per i migliori anni

Lealtrenotizie

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

16commenti

PARMA

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: studente ricoverato al Maggiore

Il ragazzo, minorenne, è in buone condizioni di salute

2commenti

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

11commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

Carabinieri

Spaccio a domicilio: arrestato 30enne a Sorbolo

1commento

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

3commenti

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MONZA

Ragazza violentata per anni e sequestrata per punizione: 24enne in manette

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

Gazzareporter

"En passant", crepuscolo parmigiano

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

1commento

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover