14°

31°

Spettacoli

La vita (agra) secondo "Joe" tra paternità e redenzione

La vita (agra) secondo "Joe" tra paternità e redenzione
Ricevi gratis le news
0

Filiberto Molossi

C'è l’America degradata di un’altra - grande - depressione, tra rifiuti umani che tradiscono il sangue del proprio sangue per 30 dollari (o trenta denari?), lavoro duro e nero, discariche di barche abbandonate, whisky bevuto a collo, cani che ringhiano e sbavano, bordelli di seconda e una memoria affilata come un coltello, in «Joe», film di sopravvissuti (al passato, al presente, a se stessi) dove si uccide anche per un sorso di vino: e c'è un cinema virile, che ci piace chiamare classico, sin troppo convenzionale certo, ma che dentro, tra una frase mozzata e un pieno di rabbia, ha comunque una bella amarezza, una disillusione fonda riscattata solo dalla voglia adolescente di credere che ci sia qualcosa di meglio, di più giusto. A Venezia, l’ultimo lavoro di David Gordon Green, versatile 38enne di Little Rock, che porta in concorso una pellicola per molti versi già vista ma efficace, ambientata in un’attualità orfana di padri che cerca un senso dove non c'è: narrazione tradizionale, ma facce giuste e contorno ruvido in un dramma su una genitorialità sublimata, giocato sull'incontro tra un quindicenne cresciuto in un deserto morale che non ha paura di sporcarsi, onestamente, le mani e il Joe del titolo, tosto e tormentato «cavaliere solitario» dal passato oscuro. Uno come Nicolas Cage, oltre 30 anni di cinema sul groppone, giacca blu e basette lunghe che lo fanno assomigliare (e neanche poco) a Paolo Sorrentino. Un divo dalla carriera che è un saliscendi peggio di Piazza Affari, uno che sta sempre sulla difensiva, risponde standard ma non ha paura di ammettere che «la crisi morale odierna dipende proprio dall’assenza dei padri, di figure di questo tipo. Sono convinto che la pace nel mondo parta dalla casa: è importante che un padre sia presente e si occupi dei suoi figli».
Felicissimo di avere lavorato con Green («avrei fatto quattro salti mortali anche nudo pur di recitare per lui: è uno come me, che non ha paura di mettersi in gioco»), Cage ha spiegato che di solito impiega «un anno a scegliere il copione giusto: questo mi andava bene al 100%». Interpretando Joe, imponente eppure fragile come gli alberi che avvelena per poi abbattere, l’attore ha cercato di «arrivare alla purezza del personaggio: non voglio dover recitare, significa essere falsi. Non dico che se devo sembrare ubriaco io beva davvero: ma che ruoti 4-5 volte su me stesso perché mi giri la testa sì». Con lui, nel film, il giovanissimo Tye Sheridan (che era già in «The tree of life») e una serie di interpreti non professionisti: come lo straordinario Gary Poulter (migliore in campo), morto durante il montaggio, preso dalla strada dopo una laurea in ingegneria e diversi schiaffi presi dalla vita. Ha conquistato anche Cage che a chi gli chiede se dopo 70 film e passa non sia stanco, risponde sorridendo: «Onestamente no, mi piace il mio lavoro, recitare è parte di me: e non mi vedo ancora a  bordo piscina con un drink in mano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Notiziepiùlette

Samuele Turco suicida in carcere
delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

Ultime notizie

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

Samuele Turco suicida in carcere

delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

6commenti

incidente

Cade dalla bici in via Repubblica: grave 74enne

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

salsomaggiore

Trovati con arnesi da scasso nell'auto: quattro denunciati

2commenti

gazzareporter

"Ladri di biciclette... alla parmigiana": il racconto di una lettrice

1commento

parma calcio

Di Gaudio in maglia crociata

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

tg parma

Messa in sicurezza del Baganza, l'Unione Pedemontana pressa la Regione

partecipate

Stu Pasubio, chiusa l'indagine preliminare. Pizzarotti: "Resto tranquillo"

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

1commento

Ateneo

Iscrizioni all'Università, alcuni corsi subito "bruciati". Con polemica

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

1commento

lavoro

L'osteopatia entra in Barilla: trattamenti per i dipendenti

Per migliorare la resistenza allo stress e in generale la vita dei lavoratori

Prevenzione

«Intervenire sul Baganza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

19commenti

ITALIA/MONDO

londra

Il fratello di Diana: "Quattro tentativi di rubare la salma"

Francia

Incendi in Costa Azzurra, evacuate 10.000 persone Foto

SPORT

calcio

Serie A: si riparte il 19 agosto con il match delle 18

CASSANO

Fantantonio e il contrordine del contrordine

5commenti

SOCIETA'

gazzareporter

Quando l'imbianchino non c'è... il gatto balla Video

francia

Le fiamme devastano il golfo di Saint-Tropez

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video