18°

Spettacoli

Film recensioni - Gravity

Film recensioni - Gravity
0

Filiberto Molossi

2013, odissea nello spazio: galleggia in silenzi a cui potresti abituarti, sferzando la calma fasulla dell’eternità con la violenza endemica dell’imprevisto, disegnando, con sublime e rarefatta lentezza, le ellissi celesti dell’assenza, là, tra le curve irregolari del pathos dove si insinua, inattesa, la commozione.
Non chiamatela fantascienza: è un film sulla rinascita, «Gravity», sul sopravvivere o, meglio, sul «ripartire». Che poi, da quanto lontano tu possa guardare quell'assurdo, meraviglioso, pianeta chiamato Terra, significa sempre e comunque ricominciare. Due astronauti, una tragedia inaspettata e una missione impossibile: tornare a casa. Magari riuscendo nell’impresa (magie dell’empatia e della «profondità») di strappare anche una lacrima a chi guarda. Una metafora della solitudine, un dramma esistenziale prima che spaziale, un viaggio anche interiore nell’avvincente, drammatico, coming home dell’anima. Poteva stupirci con effetti speciali, il messicano (che vive a Pietrasanta...) Alfonso Cuaròn, ma ha preferito provare a colpirci al cuore, girando in assenza di gravità e di certezze, tra soggettive appassionanti e piani sequenza infiniti (solo quello iniziale, splendido, dura 17 minuti), un kolossal minimalista (comunque) spettacolare e paradossalmente claustrofobico, alzando l’asticella del survival movie fino a una dimensione umanissima e filosofica, dove il mistero (della morte, dell’universo...) è davvero immenso, inesplicabile, ma «se decidi di vivere devi mettercela tutta». Space drama in sfavillante 3D (mai così realistico e funzionale, almeno dai tempi di «Avatar»), girato in tempo reale, con unità aristotelica di luogo e azione e una manciata o poco più di inquadrature, «Gravity» è un coraggioso film a due voci (e con un solo personaggio dominante: lo spazio) che riesce, tra fede e darwinismo (d’impatto la sequenza finale che si richiama apertamente all’evoluzione), a segnare un passo avanti nel rapporto, sempre complesso, tra la poetica (e la politica) degli autori e il cinema mainstream, togliendo peso ai corpi per saggiare la massa, grave, del rimpianto, del tormento, dell’ostinazione. Una pellicola tanto forte da permettersi il lusso di relegare George Clooney al ruolo di spalla per vincere il buio comodo della deriva (e della rassegnazione) aggrappandosi alla determinazione di un’intensa Sandra Bullock che, mai così dolente e autentica, atterra in zona Oscar.

Giudizio: 4 su 5

SCHEDA
REGIA: ALFONSO CUARÓN
SCENEGGIATURA: ALFONSO E JONAS CUARÓN
FOTOGRAFIA: EMMANUEL LUBEZKI
INTERPRETI: SANDRA BULLOCK, GEORGE CLOONEY
Usa, colore, 1 h e 31'
GENERE: FANTASCIENZA/DRAMMATICO
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CINECITY

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

polizia municipale

Tre minorenni sorpresi con alcolici: multa al locale che glieli ha venduti

1commento

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

1commento

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

2commenti

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

14commenti

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

Incidenti

Tir travolge operai al lavoro sulla A10: due morti

STATI UNITI

Stretta sui visti, controlli anche sui social Video

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa