Spettacoli

Rolli: "Cresciuto con il Falstaff di Bruson"

Rolli: "Cresciuto con il Falstaff di Bruson"
0

Lucia Brighenti

«Falstaff è un’opera di sintesi, in cui Verdi ripercorre a ritroso la propria vita e la propria opera, come guardando dentro un cannocchiale rovesciato». Se si osserva il mondo a distanza, il punto di vista è quello di uno sguardo maturo: così Sebastiano Rolli spiega la sua idea dell’ultimo titolo verdiano, che andrà in scena al Teatro Verdi di Busseto da domani (la «première» avrà inizio alle 17, le altre repliche alle 20.30). Il giovane direttore parmigiano, che per la prima volta dirige un’opera per il Festival Verdi, sarà alla guida della Filarmonica e del Coro del Teatro Regio di Parma, e di un cast di giovani allievi dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala, preparati e diretti da Renato Bruson. Questi interpreterà il ruolo del protagonista in due recite (domani e il 17 ottobre). «Sono cresciuto con il Falstaff di Bruson e Giulini - spiega Sebastiano Rolli - che è stato per me un punto di riferimento assoluto», per questo l’intesa con il noto baritono è stata immediata: «Come dice giustamente Bruson, - conferma Rolli - Falstaff non è un’opera buffonesca, è una commedia in cui i personaggi seri si ritrovano in situazioni comiche e grottesche. Ha il colore autunnale e crepuscolare della vecchiaia: un colore morbido che nell’orchestra corrisponde a una timbrica sfumata. Verdi mette qui tutti i grandi sentimenti e gli stilemi tipici del suo teatro (spesso autocitandosi), visti però alla luce della grande serenità della vecchiaia». Direttore apprezzato in Italia (in settembre ha diretto Trovatore e Maria de Rudenz al Teatro Donizetti di Bergamo, dove nel 2014 dirigerà Il diluvio universale di Donizetti, mentre in aprile sarà a Verona per Maria Stuarda, con Mariella Devia e Sonia Ganassi) e all’estero (recente il successo nell’International Music Festival di JaromeRice nad Rokytnou, dove nel 2014 porterà la Messa da Requiem di Verdi), Rolli spesso si è battuto perché a Parma si eseguisse Verdi secondo criteri filologici. In quest’occasione, racconta: «I tempi di preparazione sono molto stretti e non hanno consentito di impostare un discorso rivolto al rinnovamento esecutivo. Sarà quindi un’esecuzione legata alla tradizione, ma va sottolineato che Falstaff è un’opera meno soggetta di altri titoli alla necessità di un rinnovamento filologico. Essendo opera tarda che non è entrata nel repertorio più consueto, ha subito meno di altri titoli l’inquinamento dettato da un concetto deteriore di tradizione. Quindi, anche se non facciamo uso di strumenti originali e di un’edizione critica, penso che ne esca una lettura fedele allo spirito e alla lettera verdiana». Quanto al cast, dice, «lavorare con i giovani è bello: c’è tanto talento che va messo in luce, aiutato, incanalato». Per informazioni: tel. 0521 203999, teatroregioparma.org.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery