Spettacoli

"Don Carlo" alla Scala: il pubblico applaude soprattutto... Verdi

"Don Carlo" alla Scala: il pubblico applaude soprattutto... Verdi
0

Al culmine dell’anno verdiano, Milano ha applaudito il suo «Don Carlo» in quel teatro, la Scala, che fu incubatrice del suo talento di musicista. Applausi per lo spettacolo (lo stesso che aprì la stagione il 7 dicembre del 2008) e per tutti i suoi artefici, ma soprattutto per Verdi e la sua musica.
E al chiudersi del sipario, è stato lui il vero protagonista, prim'ancora che la grande orchestra scaligera diretta da Fabio Luisi e il Coro diretto da Bruno Casoni, il regista Stèphane Braunschweig e gli interpreti Fabio Sartori (Don Carlo), Martina Serafin (Elisabetta di Valois), Ekaterina Gubanova (Principessa d’Eboli), Renè Pape (Filippo II), Massimo Cavalletti (Rodrigo, Marchese di Posa), Stefan Kocàn (Grande Inquisitore), e via via gli altri, tutti accomunati al Maestro di Busseto in un grande, intenso applauso, anche se con qualche isolata contestazione.
La direzione di Fabio Luisi ha sottolineato il colore tragico, cupo, del clima da Sacra Inquisizione presente nella musica del Don Carlo. Clima che ha cercato di rendere, a modo suo, anche  Braunschweig, autore della regia e delle scene, permeate dalla stessa tenebrosa atmosfera di un dramma dove amore e libertà sono schiacciate entrambe dal potere politico e da quello religioso della Inquisizione che proprio in Spagna vide i suoi aspetti più efferati e sanguinosi.
Questa atmosfera è resa dal regista/scenografo con una scena fissa realizzata come una «scatola chiusa», senza vie d’uscita, una prigione da cui non si fugge. Anche i colori e le luci concorrono a disegnare i contrasti fra una buia realtà e i sogni luminosi dei protagonisti: dominano il bianco e il nero. La scatola si riveste col verde degli alberi quando Carlo, Rodrigo, Elisabetta cantano i sogni di libertà o d’amore. Ma il nero torna a fare da contrappunto al bianco alla presenza del potere, incardinato in Filippo e nel Grande Inquisitore.
Il periodo storico dell’inquisizione, all’indomani del Concilio di Trento è stato ben indicato dai ricchi costumi del '500, firmati da Thibault Van Craenenbroek.

FOTO BRESCIA/AMISANO
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)