20°

33°

Spettacoli

Roberto Aronica è Carlo Moor: «Un figliol prodigo al contrario»

Roberto Aronica è Carlo Moor: «Un figliol prodigo al contrario»
Ricevi gratis le news
0

Giulio Alessandro Bocchi

Tutto era cominciato quasi per scherzo, quando da ragazzo si divertiva a imitare i tenori, facendo finta di cantare come loro. Ma appena i suoi parenti hanno scoperto che la voce l’aveva davvero, lo hanno mandato a studiare da un baritono, loro vicino di casa. Aveva 15 anni, allora, il tenore Roberto Aronica, impegnato in questi giorni con «I masnadieri» al Teatro Regio per il Festival Verdi. «In famiglia - ricorda - nessuno era musicista e non ho mai avuto modo di entrare in contatto con l’opera. È stato grazie a Mario Del Monaco e alla sua interpretazione di 'Un amore così grande' che ho cominciato ad appassionarmi alla vocalità lirica».
Da allora si è esibito in alcuni dei più importanti teatri della scena internazionale, dalla Scala al Metropolitan, dalla Wiener Staatsoper al Liceu, prediligendo ruoli pucciniani e verdiani. «Rodolfo, nella Bohème - dice - è un ruolo che ho interpretato molto spesso, ma ho affrontato anche moltissime opere di Verdi, partendo dal Rigoletto, come Duca di Mantova». Aronica ha cantato anche «Traviata», «Macbeth», «Luisa Miller», «Ernani», «Don Carlos», «Simon Boccanegra», «Un ballo in maschera» e «Stiffelio», quest’ultimo proprio a Parma, al Regio per la stagione lirica del 2012.
 Oggi alle 15,30 (per la prova generale) e a partire da venerdì sera (alle 20 la «première») vestirà, invece, i panni di Carlo Moor, personaggio che si trova, suo malgrado, a diventare il capo dei masnadieri. «È una specie - spiega - di figliol prodigo al contrario, che si trova a diventare sempre più cattivo, andando anche contro alla propria indole, per non essere stato, almeno apparentemente, perdonato dal padre. È un ruolo che combina una grande cantabilità con tutte le invettive di un Verdi focoso e sanguigno. È una parte estremamente difficile, perché il compositore, come spesso faceva nelle sue prime opere, gioca con la tessitura impostando la voce sempre sul passaggio di registro vocale. Quando bisogna dar fuoco alle polveri, poi, Verdi non lascia scampo e bisogna mettersi in gioco».
«Con Parma - continua il tenore - ho un bellissimo rapporto e questa zona mi è particolarmente cara perché mi ricordo di quando andavo a studiare a Busseto da Bergonzi. Ho passato in queste terre, forse, quasi più tempo che a casa mia a Roma. Gli spettatori mi vogliono bene e io voglio bene a loro e, in particolare, conservo un bellissimo ricordo di un Faust al Regio con la regia di De Ana». Certamente esibirsi in un’opera di Verdi proprio a Parma è sempre un’esperienza particolare per un cantante. «È un banco di prova importante e non basta - aggiunge - fare il proprio dovere, ma bisogna dare qualcosa in più. Anche i muri qua conoscono Verdi e tutti, anche i bambini, hanno sentito le sue opere. Trovo che affrontare Verdi qui sia una sfida avvincente».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

Inchiesta sulle bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel