-2°

Spettacoli

Roberto Aronica è Carlo Moor: «Un figliol prodigo al contrario»

Roberto Aronica è Carlo Moor: «Un figliol prodigo al contrario»
0

Giulio Alessandro Bocchi

Tutto era cominciato quasi per scherzo, quando da ragazzo si divertiva a imitare i tenori, facendo finta di cantare come loro. Ma appena i suoi parenti hanno scoperto che la voce l’aveva davvero, lo hanno mandato a studiare da un baritono, loro vicino di casa. Aveva 15 anni, allora, il tenore Roberto Aronica, impegnato in questi giorni con «I masnadieri» al Teatro Regio per il Festival Verdi. «In famiglia - ricorda - nessuno era musicista e non ho mai avuto modo di entrare in contatto con l’opera. È stato grazie a Mario Del Monaco e alla sua interpretazione di 'Un amore così grande' che ho cominciato ad appassionarmi alla vocalità lirica».
Da allora si è esibito in alcuni dei più importanti teatri della scena internazionale, dalla Scala al Metropolitan, dalla Wiener Staatsoper al Liceu, prediligendo ruoli pucciniani e verdiani. «Rodolfo, nella Bohème - dice - è un ruolo che ho interpretato molto spesso, ma ho affrontato anche moltissime opere di Verdi, partendo dal Rigoletto, come Duca di Mantova». Aronica ha cantato anche «Traviata», «Macbeth», «Luisa Miller», «Ernani», «Don Carlos», «Simon Boccanegra», «Un ballo in maschera» e «Stiffelio», quest’ultimo proprio a Parma, al Regio per la stagione lirica del 2012.
 Oggi alle 15,30 (per la prova generale) e a partire da venerdì sera (alle 20 la «première») vestirà, invece, i panni di Carlo Moor, personaggio che si trova, suo malgrado, a diventare il capo dei masnadieri. «È una specie - spiega - di figliol prodigo al contrario, che si trova a diventare sempre più cattivo, andando anche contro alla propria indole, per non essere stato, almeno apparentemente, perdonato dal padre. È un ruolo che combina una grande cantabilità con tutte le invettive di un Verdi focoso e sanguigno. È una parte estremamente difficile, perché il compositore, come spesso faceva nelle sue prime opere, gioca con la tessitura impostando la voce sempre sul passaggio di registro vocale. Quando bisogna dar fuoco alle polveri, poi, Verdi non lascia scampo e bisogna mettersi in gioco».
«Con Parma - continua il tenore - ho un bellissimo rapporto e questa zona mi è particolarmente cara perché mi ricordo di quando andavo a studiare a Busseto da Bergonzi. Ho passato in queste terre, forse, quasi più tempo che a casa mia a Roma. Gli spettatori mi vogliono bene e io voglio bene a loro e, in particolare, conservo un bellissimo ricordo di un Faust al Regio con la regia di De Ana». Certamente esibirsi in un’opera di Verdi proprio a Parma è sempre un’esperienza particolare per un cantante. «È un banco di prova importante e non basta - aggiunge - fare il proprio dovere, ma bisogna dare qualcosa in più. Anche i muri qua conoscono Verdi e tutti, anche i bambini, hanno sentito le sue opere. Trovo che affrontare Verdi qui sia una sfida avvincente».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

1commento

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

13commenti

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

arte

Kampah anti-Trump a Hollywood

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto