-3°

Spettacoli

Eugenio Monti Colla: "L'Attila con 150 marionette"

Eugenio Monti Colla: "L'Attila con 150 marionette"
0

Francesca Benazzi
Centocinquanta marionette speciali interpretano l’«Attila» di Giuseppe Verdi. Sono uscite dal laboratorio di una delle più celebri compagnie del mondo, quella storica di Carlo Colla & figli, dove la costruzione di ogni marionetta richiede una settimana di lavoro di cinque persone.
 Succede oggi al Teatro Regio in prima assoluta per il Festival Verdi: questa mattina alle ore 10,30 recita riservata alle scuole, poi stasera alle 20 spettacolo aperto al pubblico di tutte le età.
Come avete lavorato per rendere «Attila» un’opera per marionette?
«Abbiamo scelto di restare fedeli alla vecchia formula ottocentesca della mia famiglia – spiega il direttore artistico Eugenio Monti Colla, che ha curato la riduzione dal dramma lirico e si è occupato della regia e dei costumi, oltre a essere anche marionettista – alternando parti recitate e cantate. Ci siamo avvalsi dell’edizione diretta dal maestro Bruno Bartoletti al Comunale di Firenze nel 1962, siamo rimasti fedeli anche ai luoghi descritti dal libretto con i fondali dipinti ispirati ai bozzetti originali del debutto dell’opera nel 1846»
Insomma un allestimento «filologico»
«In un certo senso sì: trovo assurdi gli stravolgimenti di certe regie, come ad esempio di una “Tosca” che ho visto dove si cantava “Bonaparte vincitore” con le divise naziste, quando nelle partiture di Verdi nulla è lasciato al caso e si trovano già tutte le indicazioni. Solo in due momenti dell’opera mi sono concesso di allontanarmi un po’ dal libretto. Il primo è l’incontro con il Papa: visto che si tratterebbe di una leggenda e non sarebbe mai avvenuto, l’ho risolto visivamente più come un’immaginetta santa che un episodio storico, e il secondo riguarda l’uccisione di Attila, personaggio secondo me positivo perché, anche se il coro degli Unni canta “Urli, rapine, gemiti, sangue, stupri, rovine, e stragi e fuoco d’Attila è gioco” nell’opera risulta il più puro, e l’ho voluto mostrare mentre tutti e quattro gli altri personaggi - Uldino, Ezio, Foresto e non solo Odabella - cercano di ucciderlo».
 Quanto lavoro c’è dietro la realizzazione delle vostre marionette?
«Tra testa dipinta, parrucca e scarpe ci vuole di solito una settimana di lavoro di cinque persone. Per questa nuova produzione, che vede in scena circa 150 marionette - cavalli compresi - abbiamo cominciato a lavorare circa un anno e mezzo fa».
La vostra è una tradizione lunghissima che si è tramandata nei secoli
«Il primo documento che testimonia l’esistenza delle marionette dei Colla risale addirittura al 1699, poi a partire dal 1815-1816, dopo il Congresso di Vienna, da teatrino da camera nel salotto buono siamo diventati formazione professionale. E sa che per alcuni anni la nostra attività si è svolta proprio a Parma? Dal 1890 al 1906 la compagnia risiedeva stabilmente per sei, sette mesi all’anno nel teatro di San Giovanni, poi divenuto cinema Petrarca e poi Ariston. Mia nonna era di Parma e abitava in viale delle Rimembranze. Anche per questo siamo particolarmente felici di essere qui al Regio, per noi è quasi un ritorno a casa».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

politica

Bilancio del Comune, Alfieri attacca: "Cittadini spremuti?"

"Ci hanno detto che eravamo pieni di debiti, tasse e tariffe dovevano essere al massimo. Ora compare un tesoretto di 138 milioni di euro?"

1commento

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti