16°

Spettacoli

Quarant'anni di magia: i Jethro Tull festeggiano alla Royal Festival Hall

Quarant'anni di magia: i Jethro Tull festeggiano alla Royal Festival Hall
0

dal nostro inviato Aldo Tagliaferro

Nell'estate del 1968 era solo un quartetto di blues un po' sgangherato. Cambiava nome tutte le settimane per poter tornare a suonare nello stesso club , e Ian Anderson non riusciva nemmeno a immaginare che quella del musicista e' una professione. Quarant'anni dopo I Jethro Tull sono ancora lì, vivi e piuttosto vegeti a giudicare dal concerto con cui ieri sera hanno chiuso il tour inglese alla Royal Festival Hall di Londra.

Insieme a Ian Anderson, al chitarrista Martin Barre e al batterista Doane Perry (che ormai e' nei Jethro dal 1984...) la band e' completata da John O'Hara (tastiere) e David Goodier (basso), la stessa formazione che vedremo in Italia a inizio luglio (a Milano, Arcimboldi, il 2 e a Pistoia il 5 le date piu' vicine a Parma).


Per celebrare le origini I Tull hanno creato un doppio binario: sul maxi schermo dietro il palco correvano immagini in bianco e nero dei tempi eroici della band mentre il repertorio scelto da Anderson ha pescato soprattutto dai primi tre album (This Was, appena riedito in doppio cd, Stand Up e Benefit) in omaggio a quella miscela unica che portò i Jethro a lasciare Il blues revival che contagiava un po' tutti a favore di un eclettismo compositivo e sperimentale capace di spaziare nel folk, nel prog, persino nel jazz.
E non sono mancate le sorprese nel set, come lo strumentale "One for John Gee" mai piu' eseguita dopo il 1968, un brano dedicato all'uomo che gestiva il Marquee, il club piu' celebre della Londra di quegli anni. Gee amava il jazz, mentre un altro John (rivelatosi una spinta formidabile per l'ascesa del gruppo) amava il blues. Era John Peel, dj della Bbc dall'intuito straordinario. E a lui IJethro hanno dedicato ieri sera "So Much Trouble", un blues acustico di Sonny Terry e Brownie McGhee. Roba sanguigna, altro che. Ma iTull sono stati anche molto altro e Anderson ha sconfinato in territori ben piu' arditi. Ad esempio "Farm on the Freeway", pezzo del 1987 sulla crisi dell'agricoltura americana tornato drammaticamente di attualita'. E oltre ancora, con l'inarrivabile suite di Thick as a Brick, l'album del '72 che contribuì a definire il progressive. Ebbene, sapete chi c'era alla batteria per l'occasione? Niente meno che Barrie Barlow, che dietro ai tamburi dei Tull ha firmato le pagine piu' memorabili del gruppo: ieri sera, per la prima volta dal giugno del 1980, ha suonato con il "suo" gruppo.


Una sorpresa che ha scaldato anche il pubblico molto british (troppo?) della Royal Festival Hall. Con Barlow I Jethro hanno rivisto un'altra pagina memorabile, quella del folk-rock di fine anni '70 con una versione integrale di Heavy Horses. Suono impeccabile, arrangiamenti inossidabili, emozioni sempre nuove. E pazienza se la voce non e' quella di un tempo: a 60 anni a qualcosa si puo' anche rinunciare.


Ma non alle sorprese: e così sul palco sono arrivati prima la violinista Ann Phoebe (che se anche non sapesse suonare ha comunque doti che non passano inosservate, almeno ai maschietti) e poi soprattutto un amico di vecchia data: Greg Lake. Si', quello di Emerson, Lake and Palmer, che ha riletto Lucky Man insieme ai Tull per poi accompagnarli nel bis ecumenico di Locomotive Breath, pompato a mille da due batterie (Perry e Barlow fianco a fianco!).


Nel 1988 dietro al palco uno striscione diceva "Oh no, altri 20 anni di Jethro Tull". Forse altri 20, stavolta, non ci saranno. Ma il flauto di Anderson sembra molto lontano dalla pensione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia