-4°

Spettacoli

Kaufmann, come un cigno nel lago

Kaufmann, come un cigno nel lago
0

Come un cigno in un lago. L’analogia con Jonas Kaufmann non è solamente riferita alla splendida interpretazione con cui il tenore tedesco aveva interpretato la mitica figura del cavaliere custode del Santo Graal, Lohengrin, nell’opera inaugurale della stagione scaligera 2012/13, ma proprio come similitudine della perfetta simbiosi del bianco ed elegante palmipede col suo elemento naturale, l’acqua.
 Così, come un cigno nell’acqua lacustre è apparso Kaufmann, nel concerto tenuto l'altra sera alla Scala, sguazzante nei 31 lieder del programma, dove più che perfettamente a suo agio, ha suscitato l’entusiasmo anche del pubblico più aduso a cantate «nostrane».
Il timbro notoriamente brunito e pungente sembrava svanito a favore di un'emissione più vellutata e disinvolta. Kaufmann è un cantante per il quale «tertium non datur», o piace o non piace, ma tutto si può dire meno che il repertorio tedesco non gli calzi alla perfezione. Il programma prevedeva, dopo i quattro lieder di Liszt che hanno aperto il concerto, il ciclo di Schumann Dichterliebe, op. 48. Questa quarta raccolta di 16 liriche su testo di Heine, narra di una delusione amorosa, spesso pervasa da un’ironia amara e sconsolata. Le figure, essenziali, fuse tra il canto declamato e l’insostituibile lamento del pianoforte, sono state rese in modo esemplare da Kaufmann sia con infinita tristezza nel «Hör' ich das Liedchen klingen» (Odo echeggiare il canto), sia con la vivacità del «Ich grolle nicht» (Non serbo rancore), ma su tutti è emerso il canto straziato di «Ich hab' im Traum geweinet» (Io ho pianto in sogno).
Nella seconda parte non poteva mancare l’omaggio a Wagner nel bicentenario della nascita, realizzato con una coinvolgente esecuzione dei Wesendonk Lieder, dedicati dal genio di Lipsia alla sua musa ispiratrice Mathilde Wesendonk nel 1858, a tutt'oggi unico lavoro non operistico, insieme all’«Idillio di Sigfrido» ad essere regolarmente eseguito in pubblico. Lo struggimento romantico dell’«Im Treibahus» (Nella serra), studio per il Tristano, si equilibrava con «Schmerzen» (Dolori), in cui il tenore bavarese ben si è calato nelle lacerazioni del compositore.
Hanno chiuso il programma ufficiale sei brani di Richard Strauss che alternavano la sottile ironia di «Schlechtes Wetter» (Brutto tempo) alla esplosiva vitalità di «Schön sind, doch kalt die Himmelssterne» (Son belli ma freddi gli astri del cielo).
Applausometro in crescendo rossiniano con l’aumentare dei bis, dapprima sulla falsariga del programma con altri due lieder e poi l’abbandono all’«Ingemisco» e all’aria di Don Alvaro «Oh tu che in seno agli angeli». Oltre alla genuflessione verso un pubblico osannante e in ringraziamento alla generale standing ovation, Kaufmann ha salutato tutto il pubblico con «Dein ist mein ganzes Herz» una classica evergreen di chiusura meglio conosciuta come «Tu che m'hai preso il cuor» dal «Paese del sorriso» di Lehár che ha fatto ulteriormente protrarre gli scroscianti applausi. Un plauso particolare a Helmut Deutsch, pianista che da tempo collabora con Kaufmann, che ha accompagnato e interpretato in modo esemplare il variegato programma.  P. Z.         

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Gli amici: Filippo persona speciale

Il ritratto

Gli amici: Filippo persona speciale

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

furti

Quartiere Lubiana, la razzia dei fanali delle Audi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Tajani eletto presidente del Parlamento europeo

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video