19°

Spettacoli

Donato Renzetti "Fuoco di gioia, evento storico"

Donato Renzetti "Fuoco di gioia, evento storico"
1

 Mara Pedrabissi

Non basta la passione, servono esperienza, “virtute e canoscenza”.  E' un banco di prova di tutto rispetto «Fuoco di gioia. 200 anni di passione verdiana», il concerto  “grandi  firme” che andrà in scena martedì alle 20 al Teatro Regio, organizzato con visionaria lucidità dal Club dei 27 e dal Cral Amici della Lirica Cariparma e accolto tra gli eventi del Festival Verdi del Bicentenario (Info: 0521.203999). Sarà Donato Renzetti, bacchetta di provata esperienza verdiana, a guidare la Filarmonica Toscanini, la Corale Verdi, istruita da Fabrizio Cassi, e una dozzina di cantanti di grande valore.  Condurrà la serata Paolo Zoppi. Entriamo nel merito con Renzetti, al momento a Torino tra una Traviata e un Rigoletto.
Maestro, «Fuoco di gioia» è un'operazione ricca, 22 brani, tanti interpreti, quattro ospiti d'onore del calibro di Cossotto, Scotto, Bruson, Pizzi.
«E' uno spettacolo difficilissimo, 22 brani sono forse un po' troppi ma è giusto che sia così. E' un evento storico, credo non si sia mai raggiunta una tal durata, quattro ore. In mezzo ci sono anche momenti dedicati alla premiazione  degli ospiti d'onore. La difficoltà è per i cantanti ma è soprattutto per chi dirige, passare “a freddo” da un'opera all'altra. E' un'operazione importante ma complessa»
Lei come trova la concentrazione?
«Ho la fortuna di aver diretto ben 19 opere di Verdi, quindi di conoscere cosa c'è prima e cosa c'è dopo ogni brano che viene proposto, lo contestualizzo. L'orchestra sul palcoscenico e non in buca, la luce piena tolgono un po' al senso di interiorità che c'è con l'opera. La nostra concentrazione  dovrà essere massima, ovviamente anche perché  qui i tempi per le prove sono molto ridotti, un paio di giorni. Tutti noi abbiamo cercato di incrociare le nostre disponibilità per riuscire a partecipare a questo evento che ha anche un'importante finalità benefica. Aggiungo che mi fa particolarmente piacere ritrovare qui la Filarmonica Arturo Toscanini, con la quale mi trovo sempre bene»
 Già, la serata sarà a favore della Casa di riposo per musicisti «G. Verdi» di Milano, quella che il Nostro definiva la sua «opera più bella»
«Devo dire che avrei accettatato comunque di dirigere questa serata, ma a maggior ragione in questo caso visto che ho debuttato nel primo concerto - era il 1971 - proprio alla Casa Verdi. Avevo un'orchestra di dilettanti, la “Claudio Monteverdi”, andavamo là alla domenica. Ricordo questi artisti anziani, signore e signori, che ci tenevano ad assistere allo spettacolo eleganti  come per una 'prima' al Metropolitan»
E' un ideale ritorno alle origini. Come pure è un ritorno a Parma, dove è di casa: quante volte ci è stato?
«Tantissime. Ricordo che negli anni Ottanta debuttai anche un'opera poco frequentata di Bizet, «La jolie fille de Perth», al Teatro Ducale. A Parma sono molto legato francamente»
A proposito degli amici, tanti, che ha a Parma: impossibile non ricordare Paolo Ampollini, presidente onorario di Parma Lirica scomparso nei giorni scorsi
«Sì l'ho saputo in ritardo, purtroppo. Sono davvero dispiaciuto, Paolo era un caro amico e una cara persona. Una parte del concerto la dedicherò a lui»
Prendiamo Parma Lirica, Club dei 27, Corale Verdi solo per fermarci alle associazioni più macroscopiche. In altre parti del mondo ha riscontrato delle realtà non professionali analogamente strutturate, con simili capacità organizzative? E, se sì, dove?
«No. Associazioni liriche ci sono ma non a livello di Parma. Una città delle stesse dimensioni che abbia realtà paragonabili non esiste. Forse qualcosa di analogo c'è in Germania ma in misura ridotta. Tant'è che spesso, all'estero, mi chiedono del Club dei 27 e si stupiscono che i membri nella vita si chiamino con i nomi delle opere. E' questo un universo che spero si rinnovi con le giovani generazioni, ma vedo che è già così. Aida, ad esempio, è giovane. Il mondo è cambiato e anche i 27 soffriranno un po', ma questo attaccamento all'opera saprà resistere». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvana

    28 Ottobre @ 11.38

    Vanno bene questi eventi, ma spiegatemi un po' perché la dirigenza del teatro non era presente allo straordinario concerto tenuto dal maestro Faggiani domenica al Ridotto?? Nessuno del teatro, nessuno dei 27, nessunoooooo... Fontana, Arcà ecc. ecc., è mai possibile che non siate presenti a manifestazioni organizzati e promossi da voi? Siete pagati anche per questo! Ah già, dimenticavo, la domenica va santificata...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Salso: rogo in un garage, distrutte 4 auto; non si esclude natura dolosa

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

5commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

14commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

storie di ex

Turchia: legami con Gulen, il Galatasaray caccia Hakan Sukur

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

27commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017