17°

32°

Spettacoli

«Messa da Requiem», tutto esaurito

«Messa da Requiem», tutto esaurito
Ricevi gratis le news
0

Mara Pedrabissi

Qualcuno ha detto: «Non c'è una via di mezzo per un'emozione: o c'è o non c'è». Lo stesso vale anche per un evento: o è tale o non lo è. Sicuramente la «Messa da Requiem» che chiude stasera il Festival del Bicentenario è un evento. Il pubblico l'ha capito da tempo: tant'è che i biglietti sono tutti esauriti.
Ragioni di un successo annunciato. C'è la partitura sacra di Verdi, un capolavoro di intensità, capace di dare materia allo sgomento di fronte al mistero della morte, ultimo tabù dell'uomo moderno. Poi il valore degli artisti, a partire da Daniele Gatti, direttore dalla “bacchetta magica” sul podio della “sua” Orchestre National de France. E le voci di quattro solisti di talento, Fiorenza Cedolins, Veronica Simeoni, Francesco Meli, Michele Pertusi oltre al Coro del Teatro Regio istruito da Martino Faggiani. Ancora, la dedica della serata a Pietro Barilla,  «il signor Pietro» nel cuore dei parmigiani, nel centenario della nascita, e la presenza dell'eroina birmana Aung San Suu Kyi in palco reale.
Riflette Fiorenza Cedolins: «La nostra Messa di Requiem sarà la sintesi tra la bravura di artisti italiani con una delle migliori compagini orchestrali straniere, guidati da uno dei massimi direttori d'orchestra italiani. Nessuna genericità, ma un progetto calibrato  per esaltare al meglio la geniale composizione verdiana. È sintomatica la risposta del pubblico: da mesi c'è la caccia al biglietto per un Regio vendutissimo! Onore, responsabilità, ma soprattutto gioia di servire la musica celestiale di un Genio eterno». Per il tenore Francesco Meli questo è «un ritorno a casa, nella città che considero la mia seconda patria». E  osserva: «A gennaio ho cantato in Un ballo in maschera, l’opera inaugurale della Stagione Lirica, ora sono qui per il Requiem. E' come un cerchio che si chiude, in un anno così significativo come quello del bicentenario». 
Gioca in casa il nostro Michele Pertusi: «Chiudere il Festival Verdi nell’anno del bicentenario è un’opportunità unica, della quale da parmigiano ringrazio il Teatro Regio. Interpretare nella mia città un tale capolavoro e farlo con Daniele Gatti, l’Orchestre National de France, il Coro del Regio e dei colleghi a cui sono legato da sentimenti di amicizia e stima, è una gioia e mi fa sentire ancora più vicino a Parma e al Teatro Regio che, nonostante le difficoltà, resta un polo culturale importantissimo».
Il mezzosoprano Veronica Simeoni ha risposto con prontezza all'invito del Regio e, augurando una pronta guarigione alla collega Daniela Barcellona, confida: «Questo Requiem, a cui sono stata chiamata a prendere parte a poche ore dalla prima prova, significa per me molte cose: è il mio debutto al Teatro Regio, un teatro di cui ho sentito sempre parlare per la passione e lo spirito verdiano che caratterizza il suo pubblico, ma è anche la mia prima collaborazione con il maestro Gatti e l’Orchestre National de France. E poi si tratta di interpretare uno dei momenti più alti della produzione verdiana in quella che è considerata un po’ la sua casa. Un tumulto di emozioni che voglio concentrare e poi liberare nel canto». 
 

Guarda il servizio del Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti