12°

Spettacoli

Cinema recensioni - Mettete il film nei vostri cannoni

Ricevi gratis le news
0

di Filiberto Molossi

«Ci sarà una soluzione». «Tremila anni e nessuno l’ha trovata…». «Forse è il momento di farlo». Mettete dei film nei vostri cannoni. Sarebbe buffo, se non fosse tragico: eppure è così. Là dove, nella realtà, la follia dei razzi e dei raid, dei proclami e delle rappresaglie, azzera e polverizza il senso stesso delle domande, tocca al cinema, camminando sul filo teso del paradosso, cercare le risposte. E svelare, osservandola nella sua nuda miseria, la faccia spigolosa dell’assurdo, meglio di quanto possano fare mille telegiornali masticati all’ora di pranzo o la conta, buona più per le statistiche che per le lacrime, dei morti. Mentre l’inferno insanguina e divora la Striscia di Gaza, un piccolo film, intelligente e toccante nella sua (per nulla banale) semplicità, diventa l’apologo emblematico del sonno della ragione, tentando - in una terra più martoriata che santa, ovunque divisa e segnata, come fossero cicatrici sull’anima, da confini, recinti, reti e barriere -, di aprire nei muri invalicabili della coscienza la breccia della comprensione, il varco utopistico del confronto, del reciproco rispetto. Premio del pubblico al Festival di Berlino, «Il giardino di limoni», diretto da Eran Riklis, uno dei più autorevoli registi israeliani, racconta, con stile lineare e umanista, la storia (quasi vera) di Salma (l’intensa Hiam Abbass, già apprezzata ne «L’ospite inatteso»), una vedova della Cisgiordania il cui unico passatempo è coltivare i suoi limoni.

Quando però il nuovo ministro della Difesa israeliano va a abitare di fronte a casa sua, Gerusalemme le fa sapere che quello splendido frutteto verrà distrutto per «motivi di sicurezza»… La donna però non ci sta: e con l’aiuto di un giovane avvocato comincia una coraggiosa battaglia legale. Nell’orgogliosa e ostinata (e sacrosanta) difesa della propria memoria e identità, un film che si arrampica sul filo spinato dell’anima spezzata di una convivenza mai civile per cogliere la parabola - amara come il succo del limone - del conflitto infinito di un’umanità sradicata, prigioniera degli stessi muri che costruisce, delle medesime paure che alimenta. In un mondo capovolto, dove anche un inoffensivo frutteto può improvvisamente diventare «territorio ostile», Riklis, consapevole che le battaglie impossibili sono le uniche che vale davvero la pena di combattere, va però oltre la sfida, tutta dignità e buon senso, di Davide a Golia, per cogliere, in punta di fioretto, la solitudine parallela e la silenziosa complicità di due donne (da una parte Salma, dall’altra la moglie del ministro) che, tra paura della propria femminilità e ragion di Stato, incrociano gli sguardi oltre le finestre, le tende e le barriere linguistiche (ulteriori steccati, recinzioni e cancellate di quell’assurdo quotidiano), stanche di dovere recitare ancora la parte che è stata loro assegnata nella grande recita di un universo maschilista, per lo più ipocrita e prevaricatore.

E proprio in quel contatto negato, in quella vicinanza in cui specchiare il proprio disagio in quello dell’altra, in quel capirsi e riconoscersi totalmente senza dire niente, la metafora de «Il giardino di limoni» si fa allo stesso tempo più sottile e più concreta, nella certezza che né un film né gli uomini potranno mai cambiare il mondo. Ma le donne - forse - sì.

Giudizio: ****

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

INTERVISTA

Rugby, Giovanbattista Venditti: "Il Sud Africa punta su fisicità e aggressività" Video

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery