17°

30°

Spettacoli

"I vespri siciliani" d'oggi

"I vespri siciliani" d'oggi
0

Gian Paolo Minardi   

Dal centocinquantenario al bicentenario: è il cammino di quei «Vespri siciliani» andati in scena a Torino nel 2011 per inaugurare le celebrazioni dell’unità d’Italia che ora vengono ripresi da alcuni teatri emiliani in occasione dell’anno verdiano. 
Intendimento celebrativo che il regista Davide Livermore aveva intrapreso con l’entusiasmo che guida la sua creatività lungo itinerari iperbolici, sempre approdanti ad una presa di coscienza dell’oggi, operazione che se funziona su terreni in cui il gioco musicale è spinto verso una sublimante astrazione, come nella recente rivisitazione pesarese dell’«Italiana in Algeri», risulta decisamente più impegnativa per i «Vespri siciliani», l’ultima opera ufficialmente ‘patriottica’ di Verdi, sempre ad intendere il patriottismo in termini di moralità intrinseca del dramma - dove come nei «Vespri» la tematica privata, il rapporto padre figlio centrale nella poetica verdiana si intreccia confusamente con la passione pubblica - piuttosto che secondo richiami più esteriori; quelli, appunto, che sembrano aver sollecitato gli estri del regista torinese partendo dall’idea di una trasposizione tra le condizioni di una Sicilia duecentesca oppressa dall’invasione francese e quella di oggi, attraversata da drammi ancora urticanti, il tutto dominato dalla cappa mediatica cui siamo condannati.
 Ecco allora nell’antefatto il funerale di stato di Federigo d’Austria, fratello della principessa Elena, evocato con la ritualità che la televisione ci propone troppo spesso, Elena che al microfono sembra ricalcare le parole di sdegno della vedova Schifani al funerale di Falcone; poi l’arrivo di Monforte in auto blu, e ancora Procida che riapprodato nella sua Palermo intona la sua aria commossa su un fondale tragico, una ‘terra adorata’ che è rappresentata dallo svincolo autostradale di Capaci, con le automobili dilaniate che rimangono come angosciante ‘memento’. E poi tante cose ancora: richiami espliciti come gli interni, quelli del palazzo di giustizia palermitano, o il terzo atto che si chiude nel parlamento italiano, mentre sullo sfondo, come un gigantesco teleschermo, scorrono freneticamente immagini degli ultimi decenni, memorie fugaci di cronaca, spot pubblicitari, personaggi. 
Televisione che diventa il ‘medium’ del modo di rievocare, nella volgarità delle danze che rimandano agli insopportabili spettacoli del sabato sera, come nella banalità dei vari appuntamenti scanditi dalla settimana televisiva, fiction, Ballarò e quant’altro, fino all’atto conclusivo, col matrimonio di Elena e Arrigo gestito in studio come spettacolo, tra ballerine e comparse screanzate, per ritornare, nel finale, al parlamento mentre sullo sfondo viene scandito l’articolo 1 della Costituzione.
 Ormai la vicenda dei «Vespri» sembra lontanissima, risucchiata dal frenetico gioco parodistico sprigionato dalla incontenibile bulimia di Livermore, lasciandoci dubbiosi lungo il talora imbarazzante gioco provocatorio se di quella banalità mediatica che il regista indica come chiave di lettura del nostro tempo lui stesso non sia rimasto schiavo. Interrogativo evidenziato dalla modestia del riscontro musicale che ha caratterizzato questa ripresa, una direzione quella di Stefano Ranzani alla guida della Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna segnata dai tratti di una consumata ‘routine’, la compagine un po’ troppo rilassata, con il chiacchiericcio disinvolto degli strumentini, il coro tendenzialmente sopra le righe, per non dire del grigiore e le asprezze di un cast dal quale si poteva cogliere solo la luce, sia pur attenuata, di Sofia Soloviy nel ruolo di Elena. Successo travolgente.     
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Roger Moore: l'ex James Bond aveva 89 anni

cinema

E' morto Roger Moore: è il primo addio a un protagonista di "007"

Il fiscalista di Corona: "faceva 130mila euro di nero al mese"

PROCESSO

Il fiscalista di Corona: "Faceva 130mila euro di nero al mese"

Cena romana per Ivanka a base di gnocchi cacio e pepe

LA VISITA

Cena romana per Ivanka a base di gnocchi cacio e pepe

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Avversari all'attacco di Pizzarotti

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

1commento

LEGA PRO

Il Parma vuole la qualificazione

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

Fidenza

Bar «Spiga d'oro», due furti in quattro giorni

Traversetolo

Spunta un villaggio neolitico sotto il futuro Conad

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

LANGHIRANO

Motorini, proteste per l'«invasione»

PERSONAGGIO

Picelli, il «vecio dei Capannoni» e la storia del quartiere Cristo

Volontariato

Sorbolo piange Lina, l'angelo degli anziani

gazzareporter

"Uova, scope, secchi di pittura: cartoline da via Langhirano" Foto

COMO

False abilitazioni per autotrasportatori: un impiegato Parmalat fra i 12 arrestati

Coinvolti anche 73 autisti legati alla multinazionale. La Parmalat: "Sono collaboratori esterni, siamo parte lesa"

CALCIO

Parma-Piacenza: ecco le modifiche alla viabilità. Vietata la vendita di alcolici

3commenti

Inchiesta sanità

Interrogato De Luca, manager del colosso Angelini: "Ogni risposta è stata documentata" Video

Il manager è difeso da Giulia Bongiorno

Tg Parma

Cerca di rubare una bici: fermato in via Cavour da un agente fuori servizio Video

CALCIO

Parma-Piacenza, contrattura per Lucarelli. Venduti più di 6mila biglietti

Problemi tecnici: posticipata la chiusura della prevendita per il settore Ospiti

IL FATTO DEL GIORNO

I terroristi sono criminali paranoici ma noi siamo troppo deboli e divisi Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La forza di saper dire "scusate, ho sbagliato"

di Michele Brambilla

4commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Napoli

Accoltella un compagno in classe per "provare la lama"

Manchester

Kamikaze al concerto: 22 morti e 12 dispersi. L'Isis rivendica Foto

3commenti

SOCIETA'

CESENA

La triatleta Julia Viellehner è morta: donati gli organi

avvistamenti

"Flottiglia di Ufo nei cieli di San Marino": le foto

3commenti

SPORT

CESENA

Nicky Hayden: la famiglia acconsente all'espianto degli organi

GENOVA

E' morto Stefano Farina, designatore degli arbitri di serie B

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancor più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare