Spettacoli

"I vespri siciliani" d'oggi

"I vespri siciliani" d'oggi
Ricevi gratis le news
0

Gian Paolo Minardi   

Dal centocinquantenario al bicentenario: è il cammino di quei «Vespri siciliani» andati in scena a Torino nel 2011 per inaugurare le celebrazioni dell’unità d’Italia che ora vengono ripresi da alcuni teatri emiliani in occasione dell’anno verdiano. 
Intendimento celebrativo che il regista Davide Livermore aveva intrapreso con l’entusiasmo che guida la sua creatività lungo itinerari iperbolici, sempre approdanti ad una presa di coscienza dell’oggi, operazione che se funziona su terreni in cui il gioco musicale è spinto verso una sublimante astrazione, come nella recente rivisitazione pesarese dell’«Italiana in Algeri», risulta decisamente più impegnativa per i «Vespri siciliani», l’ultima opera ufficialmente ‘patriottica’ di Verdi, sempre ad intendere il patriottismo in termini di moralità intrinseca del dramma - dove come nei «Vespri» la tematica privata, il rapporto padre figlio centrale nella poetica verdiana si intreccia confusamente con la passione pubblica - piuttosto che secondo richiami più esteriori; quelli, appunto, che sembrano aver sollecitato gli estri del regista torinese partendo dall’idea di una trasposizione tra le condizioni di una Sicilia duecentesca oppressa dall’invasione francese e quella di oggi, attraversata da drammi ancora urticanti, il tutto dominato dalla cappa mediatica cui siamo condannati.
 Ecco allora nell’antefatto il funerale di stato di Federigo d’Austria, fratello della principessa Elena, evocato con la ritualità che la televisione ci propone troppo spesso, Elena che al microfono sembra ricalcare le parole di sdegno della vedova Schifani al funerale di Falcone; poi l’arrivo di Monforte in auto blu, e ancora Procida che riapprodato nella sua Palermo intona la sua aria commossa su un fondale tragico, una ‘terra adorata’ che è rappresentata dallo svincolo autostradale di Capaci, con le automobili dilaniate che rimangono come angosciante ‘memento’. E poi tante cose ancora: richiami espliciti come gli interni, quelli del palazzo di giustizia palermitano, o il terzo atto che si chiude nel parlamento italiano, mentre sullo sfondo, come un gigantesco teleschermo, scorrono freneticamente immagini degli ultimi decenni, memorie fugaci di cronaca, spot pubblicitari, personaggi. 
Televisione che diventa il ‘medium’ del modo di rievocare, nella volgarità delle danze che rimandano agli insopportabili spettacoli del sabato sera, come nella banalità dei vari appuntamenti scanditi dalla settimana televisiva, fiction, Ballarò e quant’altro, fino all’atto conclusivo, col matrimonio di Elena e Arrigo gestito in studio come spettacolo, tra ballerine e comparse screanzate, per ritornare, nel finale, al parlamento mentre sullo sfondo viene scandito l’articolo 1 della Costituzione.
 Ormai la vicenda dei «Vespri» sembra lontanissima, risucchiata dal frenetico gioco parodistico sprigionato dalla incontenibile bulimia di Livermore, lasciandoci dubbiosi lungo il talora imbarazzante gioco provocatorio se di quella banalità mediatica che il regista indica come chiave di lettura del nostro tempo lui stesso non sia rimasto schiavo. Interrogativo evidenziato dalla modestia del riscontro musicale che ha caratterizzato questa ripresa, una direzione quella di Stefano Ranzani alla guida della Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna segnata dai tratti di una consumata ‘routine’, la compagine un po’ troppo rilassata, con il chiacchiericcio disinvolto degli strumentini, il coro tendenzialmente sopra le righe, per non dire del grigiore e le asprezze di un cast dal quale si poteva cogliere solo la luce, sia pur attenuata, di Sofia Soloviy nel ruolo di Elena. Successo travolgente.     
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS