22°

Calcio serie A

Parma, quattro gol all'Atalanta e record battuto

E' la più lunga serie positiva di sempre. Donadoni: "Dobbiamo continuare su questa strada. Ora pensiamo alla Fiorentina"

Parma

Christian Molinaro

12
Quattro gol all'Atalanta: i crociati tornano da Bergamo con un bottino pieno. E' la più lunga serie positiva di sempre. In rete Molinaro e Cassano, in mezzo l'autogol di Benalouane. E quasi alla fine, Schelotto. 
Aveva ragione Colantuono alla vigilia a mettere in guardia i suoi. Il Parma si è rivelato uno scoglio durissimo che ha affondato contro i nerazzurri. A Bergamo, sua città d'origine, Donadoni stravince 4-0 e spegne l’euforia che era ancora nell’aria per la netta vittoria dei nerazzurri sul Napoli di due settimane fa. Molto ha influito il gol iniziale di Molinaro, che ha messo la partita in discesa per gli ospiti. Ai bergamaschi è mancata la carica agonistica. Il Parma, al dodicesimo risultato utile consecutivo (non accadeva dal '95-'96, era la squadra di Nevio Scala) si conferma invece squadra di ferro, pienamente in corsa per conquistare un posto in Europa. Cassano segna e con un po' di fortuna propizia il gol dello 0-2: in un modo o nell’altro è sempre decisivo.
Senza Cigarini squalificato, Colantuono dà le chiavi della manovra a Baselli. Al suo fianco c'è Carmona e non Migliaccio. Donadoni invece esclude Amauri e mette Cassano centravanti, con Biabiany e Palladino ai suoi fianchi. L’Atalanta carica subito a testa bassa. Raimondi calcia di destro, Lucarelli si gira e respinge con il gomito in area. Per Tommasi il tocco è involontario. I nerazzurri insistono e mettono alle corde gli avversari. Il Parma lascia passare la bufera, poi colpisce. Molinaro, alla sua prima da titolare, fa partire un sinistro secco a pelo d’erba, che rimbalza contro Stendardo e si infila nell’angolino basso: 0-1 al 9'. L’Atalanta reagisce con una bella punizione di Baselli, respinta in tuffo da Mirante. Al 24' il portiere si supera, respingendo il colpo di testa ravvicinato di Maxi Moralez. Il Parma però resta in agguato: un minuto dopo Biabiany sfiora il raddoppio con un’azione personale.
All’inizio della ripresa è Gargano a sfiorare di nuovo il gol: si presenta solo davanti a Consigli ma il portiere bergamasco neutralizza d’istinto la sua conclusione. L’Atalanta non si spaventa e aumenta la pressione: al 53' Bonaventura cerca il secondo palo di testa, ma Mirante si allunga e intercetta. I nerazzurri non sfondano e allora Colantuono innesta Livaja per dar peso all’attacco, ma la mossa sfilaccia l’Atalanta, che al 74' incassa il 2-0. Ci mette molto del suo Benalouane, che con il petto gira verso Consigli il cross di Cassano. Il tocco è assai maldestro e si traduce in un’autorete clamorosa quanto pesante, perché i bergamaschi si afflosciano. Fantantonio infierisce tre minuti dopo, infilando il 3-0 con una punizione beffarda, calciata da posizione angolata. E a tempo scaduto Schelotto firma il gol dell’ex: bel taglio e tocco chirurgico sul primo palo ad anticipar Consigli. Atalanta umiliata. Schelotto esce dal campo scusandosi con la mano alzata, ma non gli basta per evitare i fischi.
DONADONI SODDISFATTO: "CONTINUIAMO COSI', ORA PENSIAMO ALLA FIORENTINA". POI SCHERZA SU CASSANO. "Sono soddisfatto del risultato di oggi  anche se è vero che forse i quattro gol di differenza non ci  sono. Noi non siamo partiti bene ma dopo il gol le cose sono  andate veramente meglio". Queste le parole dell’allenatore del  Parma, Roberto Donadoni, rilasciate ai microfoni di 'Stadio  Sprint', su Rai2, a proposito della larga vittoria ottenuta per  4-0 sul campo dell’Atalanta che ha regalato al Parma il dodicesimo risultato utile consecutivo. "Noi adesso dobbiamo continuare su  questa strada perché vincere a Bergamo non è facile per nessuna  squadra - ha continuato Donadoni -. Io ringrazio i ragazzi per l'importante lavoro che stanno svolgendo fino ad oggi perchè se  abbiamo messo di fila dodici risultati consecutivi è merito anche  di chi fino ad oggi è stato poco utilizzato". Infine, Donadoni  glissa così chi gli chiede se l’Europa League adesso è un  obiettivo alla portata del Parma o meno. "Io non voglio pensare a  qualcosa in particolare. Preferisco pensare sempre al prossimo  avversario ed adesso abbiamo la Fiorentina".  
Ai microfoni di Sky Sport, poi, Donadoni ha detto: "Cassano? Volevo togliergli un po' di  euforia". Il tecnico ha commentato sorridendo il siparietto avvenuto dopo il 3-0 segnato da Cassano nella partita contro l’Atalanta. "Non ero arrabbiato  con lui. E’ solo stata una cosa simpatica - ha continuato Donadoni  -. Antonio è molto felice in questo momento e si vede da come si  esprime in campo e in allenamento e lo stato di grazia raggiunto  è dovuto anche ai suoi compagni che lo hanno sopportato anche nei  momenti difficili". 
COLANTUONO: "PECCATO PERCHE' ABBIAMO GIOCATO UNA BUONISSIMA PARTITA". "E' un peccato il risultato di oggi perché abbiamo giocato una buonissima partita, forse addirittura meglio  della partita giocata contro il Napoli". Questo il commento dell’allenatore dell’Atalanta, Stefano Colantuono, rilasciato ai  microfoni di 'Stadio Sprint', su Rai2. "Fino al 2-0 abbiamo giocato una ottima partita considerando che anche  sulla prima rete siamo stati sfortunati per la deviazione del  nostro difensore - ha concluso Colantuono -. Poi dopo l’autogol la partita per noi è finita ed il risultato si è allargato". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ixxo

    17 Febbraio @ 13.33

    Numeri alla mano e considerando il basso livello del campionato , non mi sembra che ci sia un miracolo in corso. Lo scorso anno avevamo 32 punti e alla fine la Roma non andò in coppa con 62 punti finali.

    Rispondi

  • Luca

    17 Febbraio @ 13.21

    Raga l'importante è che il prossimo anno resti Donadoni...non facciamo cavolate come in passate che fischiamo alla prima partita che si perde o che si gioca male perchè se poi se ne va siamo alla frutta...prendiamo d'esempio l'addio di Prandelli...dunque lo dico a tutti quelli che vanno al tardini tutte le domeniche....non facciamo i difficili e sosteniamo la squadra fino alla 38esima, poi se arriva l'europa bene, altrementi pazienza ci proveremo il prox anno. Sempre e solo forza Parma

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Febbraio @ 11.56

    Paletta si , Cassano forse , Parolo no.

    Rispondi

  • polastor

    17 Febbraio @ 11.38

    Bella partita. Oggi non si rimprovera nessuno ... anzi, complimenti a tutto il gruppo come dice giustamente Donadoni. In assoluto Mirante il migliore, sicuro, reattivo, pronto. Merita un posto in nazionale con Parolo, Paletta e Cassano.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Febbraio @ 11.38

    Cassano e Giovinco non stanno insieme. Coprono lo stesso ruolo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Parma 360»:uno speciale sul festival

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Uccide la moglie malata e si suicida: il dramma di Felegara Foto Video

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

2commenti

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

elezioni 2017

Salvini domani a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

evento

Piovani alla presentazione del Gola Gola festival a Milano Video

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

6commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

tribunale

Abusi nelle assunzioni a Stt, tutti prosciolti tranne Costa

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

11commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Mondo

Debbie devasta l'Australia Video

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

SOCIETA'

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

1commento

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon