-3°

Calcio

Niente Europa League per il Parma

Bocciato il ricorso, il Torino sorride. Resta la possibilità di un ricorso al Tribunale dello sport di Losanna

Niente Europa League per il Parma
Ricevi gratis le news
60

Niente Europa League. L’Alta Corte del Coni ha bocciato il ricorso del Parma per la mancata concessione della Licenza Uefa da parte delle Commissioni di 1/o e 2/o grado della Figc, a causa del ritardato pagamento Irpef per alcuni tesserati. Il club può ora appellarsi al Tas (il Tribunale arbitrale dello Sport, con sede a Losanna), in genere molto severo in casi come questo. 

Sarà quindi il Torino - salvo ricorso al Tas - ad accedere all’Europa League 2014-2015, essendosi classificato subito dopo i crociati nel campionato appena concluso, al termine di una serata al cardiopalma. 

A mettere nei guai il club è stato il mancato pagamento entro il termine del 31 marzo di circa 300 mila euro di Irpef e visto che "i pagamenti effettuati con i cedolini di novembre e dicembre 2013 - spiega l'Alta Corte - sono stati obiettivamente configurati come anticipi sui pagamenti di somme contrattualmente dovute, e non come prestiti finanziari", se ne deduce che quando "il Parma ha effettuato e documentato detti pagamenti, essa ha accantonato un ammontare corrispondente alla ritenuta fiscale. Ciò ha determinato, in capo alla società, l’obbligo di versare entro trenta giorni dall’accantonamento gli importi trattenuti. Il che, pacificamente, non è avvenuto".
Al Parma resta la consolazione della chiosa dell’Alta Corte sulla "forte - e non risolvibile dall’Alta Corte - incongruità ed ingiustizia delle conseguenze applicative del paragrafo 14.7", secondo cui il Parma non avrebbe avuto modo di accorgersi dei mancati pagamenti se non dopo il 9 maggio, quando la prima Commissione Figc negò la licenza proprio per quel buco fiscale.

La lunga attesa della sentenza e i commenti dei lettori prima del verdetto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ilgiamma

    30 Maggio @ 17.47

    RAGAZZI NON MI VI RENDENTE CONTO CHE IL PARMA STA' ANTIPATICA A TUTTI??? VI RICORDATE QUANDO CON ANCELOTTI ERAVANO SECONDI E PRONTI PER ANDARE IN COPPA CAMPIONI, E NON SI SA COME E PERCHè NEL GIRO DI POCHE PARTITE SIAMO ANDATI FUORI...

    Rispondi

  • jumbler

    30 Maggio @ 11.27

    Ma avete letto bene tutta la sentenza ? "5d) La condizione, cioè, della società a cui nessuna contestazione fiscale sia pervenuta entro il 31 marzo sarebbe più sfavorevole rispetto a quella della società che, alla stessa data, è in lite col Fisco per opporsi alla pretesa tributaria e che nondimeno può ottenere la Licenza UEFA. 5e) Ritiene il Collegio che, effettivamente, il combinato disposto di tali principi e gli effetti che - in questo caso – ne derivano, confliggano con ogni ragionevole principio di difesa di un diritto dinanzi alla pretesa di una autorità terza. Ma, come è evidente, tale effetto di concreta ed ingiustificata disparità di trattamento deriva da una disposizione del Manuale UEFA, normativa sovranazionale applicabile come “legge di gara” in tale esclusivo ambito, e che rispetto a tale disposizione non è dato all’Alta Corte il potere di annullamento o di modifica, ed è pure precluso il sindacato di costituzionalità – ammesso che l’Alta Corte abbia il potere di sollevare la questione – non rientrando il Manuale tra le disposizioni per cui è ipotizzabile nell’ordinamento italiano tale sindacato. 5f) Il Collegio, pertanto, deve limitarsi a segnalare, alle Autorità sportive che ne hanno la competenza, come in detto sistema di disposizioni (parag. 14.7 del Manuale) è preclusa ogni difesa alla società a cui, per un qualsiasi motivo, l’inadempimento fiscale, cui potrebbe opporsi e per ciò solo rispettare il requisito ivi prescritto, venga contestato a termine ormai scaduto. 5g) Non è, in altri termini, in discussione il carattere decadenziale del termine del 31 marzo (su cui si è già detto), ma il fatto che detto termine possa spirare in danno di una società che, spiegabilmente, è convinta di avere ottemperato a tutte le prescrizioni ed a cui nessuna obiezione specifica sia stata mossa. Dedurre la rimessione in termini, o insistere sulla natura ordinatoria di tale termine contrasterebbe con principi, che il Collegio condivide, volti a stabilire una “legge di gara” uguale per tutti gli aspiranti in tutti i paesi UEFA. Ma, nel caso concreto, la forte – e non risolvibile dall’Alta Corte - incongruità ed ingiustizia delle conseguenze applicative del parag. 14.7 sul punto delineato resta elemento che il Collegio ha dovuto sottolineare con forza." La colpa, al di là di una sanabile negligenza del fiscalista è da ascriversi alla Figc, la quale esamina i dossier in grave e colpevole ritardo rispetto ai termini ultimativi fissati dall'Uefa............

    Rispondi

  • andreastrajè

    30 Maggio @ 10.04

    Presidente ha letto l'articolo di Andrea Schianchi sulla Gazzetta dello Sport di oggi!??? è il pensiero della stragrande maggioranza dei parmigiani. Non molli! siamo tutti con Lei...smaltiamo insieme l'amarezza e ripartiamo più forti e convinti di prima. un cordiale saluto e una stretta di mano di stima.

    Rispondi

  • StekkoPardo

    30 Maggio @ 09.57

    Ma sì, gridiamo tutti al complotto.... il CONI ha applicato soltanto regole UEFA ovvero europee: e lì, sono un poco più seri di noi. La prossima volta cerchiamo di rispettare le regole (come peraltro fatto da tutte le altre squadre italiane) e vedrete che non ci saranno problemi o complotti che tengano. Del resto quando un presidente sceglie la strada di cartellinare centinaia e centinaia di giocatori da rigirare/vendere allo scopo di creare plusvalenze/minusvalenza, l'errore è sempre dietro l'angolo. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    Rispondi

  • Luca Tegoni

    30 Maggio @ 09.53

    a questo punto è evidente che la più alta istiituzione sportiva, il Coni, non abbia difeso i diritti sportivi ma applicato in modo ottuso una regola amministrativa. Non c'è dolo per nessuno se non per il Parma, che ha già saldato e continuerà a pagare quanto doiviuto allo stato. piccola nota polemica, sulla home page della gazzetta della sport.it ad oggi ore 9,45 non esiste nemmeno una menzione alla licenza UEFA negata al Parma ...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento