Figc

Mai più "casi Parma": varate le nuove regole per la serie A

Mai più "casi Parma": varate le nuove regole per la serie A

Carlo Tavecchio, presidente della Figc

Ricevi gratis le news
3

«La filosofia è curare il malato senza farlo morire». Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio usa una delle sue frasi per spiegare il sistema pluriennale adottato all’unanimità dal Consiglio federale per l’iscrizione al campionato di serie A. In mancanza di un’intesa, slitta invece di 15 giorni il provvedimento per serie B e Lega Pro. Di fatto però la Federcalcio reagisce compatta, nella votazione, un po' meno nei metodi (critico Ulivieri, «la prossima volta non votiamo») per evitare nuovi casi Parma: sia per l'acquisizione dei club professionistici sia per garantire che le società completino la stagione.
Per l’acquisizione di almeno il 10% delle società, i soggetti devono soddisfare requisiti di onorabilità e di solidità finanziaria. Si parla di reati puniti con pena edittale massima superiore ai 5 anni, per i reati di cui alla legge 401/1989 e alla legge 376/2000, per quelli di truffa ed appropriazione indebita e opportuna verifica antimafia previo accordo di collaborazione tra Federazione e ministero dell’Interno. Sulla solidità economica, ci deve essere la garanzia di una banca di primaria importanza, nazionale o estera, che attesti la solvibilità e la liceità della provenienza delle risorse finanziare.
Il piano pluriennale, invece, mira ad ottenere l’equilibrio economico-finanziario con il pareggio di bilancio dal 2018-19. Entro la stagione 2015-16 i club dovranno pagare i debiti verso le società estere per il trasferimento dei calciatori, gli emolumenti ad altri dipendenti, il pagamento altri compensi dovuti ai tesserati. Introdotti tre indicatori di controllo dell’equilibrio finanziario ed economico: uno sulla liquidità che misurerà il grado di equilibrio finanziario a breve termine (capacità dei club di far fronte agli impegni finanziari entro 12 mesi); uno sull'indebitamento; uno sul costo del lavoro allargato.
Le società che non rispondono ai requisiti nel 2015-16 saranno obbligate a presentare un piano di riequilibrio; nel 2016-2017 subiranno il blocco della campagna trasferimenti a meno che non si produca un saldo positivo finanziario ed economico; il rispetto di tali requisiti nel 2017-18 sarà valido per l’ammissione al campionato. Nel 2018-19 servirà il pareggio di bilancio. Nel prossimo consiglio federale saranno indicati i «numeri» da rispettare da qui a quattro anni. «E' un consiglio storico - dice Tavecchio -. La Figc con uno sforzo notevole ha preparato un impianto che riguarda soprattutto un concetto di liquidità. Con questo monitoraggio andremo a conoscere anche le situazioni interne alle singole società». Per il dg Michele Uva «un sistema sostenibile, e con regole certe, attrarrà nuovi investimenti anche dall’estero».
Tavecchio spiega che «ora lo sforzo massimo sarà per la riforma dei campionati che è la madre di tutte le battaglie. Quello fatto oggi è il padre - conclude -. Per fare i campionati ci vuole la madre ma anche il padre che dia le regole». L'obiettivo è approvare la riforma entro giugno «altrimenti non potrà essere utilizzata a partire dal 2016-2017». «Un campionato ideale dovrebbe essere a 18 squadre in A e 20 in B - rileva il presidente -. Una Serie A 18 rende più esaudibili le richieste relative all’attività della nazionale del ct Conte mentre un campionato a 22 è di difficile mantenimento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco

    28 Marzo @ 16.48

    chiudiamo la stalla quando i buoi sono già scappati...

    Rispondi

  • step

    27 Marzo @ 08.44

    le regole in questo paese sono l'unica cosa che non manca farle costa poco non rispettarle niente

    Rispondi

  • sabcarrera

    26 Marzo @ 21.48

    Gli spettatori Tv sono in picchiata se poi ci levi anche le partite i diritti tv sarà la fine

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Opinioni a confronto sui lupi

IL DIRETTORE RISPONDE

Opinioni a confronto sui lupi

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

SOCIAL NETWORK

"A voj propia ti!": IgersParma cerca un 'amministratore'

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova