-2°

storie di ex

Pellè, da riserva nel Parma a punta in nazionale

Graziano Pellè

Graziano Pellè

Ricevi gratis le news
0

Da riserva del Parma ad attaccante della Nazionale in quattro anni. E’ la storia di Graziano Pellè, che dopo i gol in Olanda si è confermato anche in Premier League, guadagnandosi la fiducia di Antonio Conte. "Ho sempre creduto nelle mie qualità ma una cosa è pensare di essere bravo, un’altra dimostrarlo - racconta in un’intervista al 'Guardian' - Ero un buon giocatore ma non ero concreto. Il mio agente mi ha aiutato molto, mi ha detto che non ero abbastanza 'affamatò per avere successo. E siccome sono una persona orgogliosa e quelle parole mi hanno toccato, mi sono detto: 'ok, adesso ti dimostrerò quanto valgò. Ma anche la mia famiglia è stata importante e quando non giocavo molto non era bello vedere mio padre non felice. Sapevo che avevo delle qualità e non voleva che sprecassi il duro lavoro che aveva fatto per mantenermi". La svolta è l’incontro a Ibiza col figlio di Ronald Koeman, all’epoca allenatore del Feyenoord e con cui aveva già lavorato all’Az Alkmaar, poi il ritorno in Olanda nel 2012 e l’esplosione. "Mi ha dato tantissima fiducia, mi ha fatto giocare anche quando forse non lo meritavo perchè sapeva che avevo bisogno di tempo dopo un periodo in cui non giocavo spesso - dice di Koeman - Mi ha dato l’occasione giusta per diventare l’attaccante titolare. E oggi gli dico sempre che se allena il Southampton è perchè ho segnato 60 gol al Feyenoord", sorride. Anche in Premier Pellè non ha smesso di segnare. "Qui non siamo a Manchester dove dopo una brutta partita tutti parlano e dicono la loro. Arrivo dall’Italia, dove hai la pressione addosso, ma qui è tutto più rilassato, hai la sensazione che dipende solo da noi fare bene perchè chi è attorno ci dà tutto quello di cui abbiamo bisogno. Oggi sono più maturo e so cosa voglio". 
E cioè ripagare la fiducia di Koeman e del Southampton. "Se gioco male ma segno un gol, il giorno dopo sono comunque in prima pagina, è il lato positivo dell’essere attaccante. Ma se gioco bene e non segno, allora diranno che ho fatto male. Un attaccante deve segnare, magari non devo per forza fare 30 gol a stagione ma essendo un attaccante, se in una partita non segno o non faccio un assist, mi rode perchè sono ambizioso". In Inghilterra "tutte le partite sono dure, non importa l’avversario. Se in Eredivisie ogni tanto potevo rilassarmi, qui è diverso, tutti i giocatori sono molto competitivi", confessa Pellè, ormai entrato nel giro azzurro a coronamento di un sogno che nasce molto tempo fa. "C'è stato un momento in cui non stavo facendo bene e non giocavo nemmeno tanto e stavo guardando l’Italia vincere i Mondiali e mi dicevo: 'perchè non posso esserci pure io?'. Ma sapevo che se avessi continuato a non giocare e a non fare bene, non sarebbe successo mai. Poi, però, ho cominciato a fare bene, sono arrivato in Inghilterra e ho pensato: 'posso far parte della Nazionalè. E il ct mi ha dato la chance di giocare, ho fatto bene la maggior parte delle volte e ora provo a tenermi stretta la maglia azzurra. E' una sensazione fantastica". 

E cioè ripagare la fiducia di Koeman e del Southampton. "Se gioco male ma segno un gol, il giorno dopo sono comunque in prima pagina, è il lato positivo dell’essere attaccante. Ma se gioco bene e non segno, allora diranno che ho fatto male. Un attaccante deve segnare, magari non devo per forza fare 30 gol a stagione ma essendo un attaccante, se in una partita non segno o non faccio un assist, mi rode perchè sono ambizioso". In Inghilterra "tutte le partite sono dure, non importa l’avversario. Se in Eredivisie ogni tanto potevo rilassarmi, qui è diverso, tutti i giocatori sono molto competitivi", confessa Pellè, ormai entrato nel giro azzurro a coronamento di un sogno che nasce molto tempo fa. "C'è stato un momento in cui non stavo facendo bene e non giocavo nemmeno tanto e stavo guardando l’Italia vincere i Mondiali e mi dicevo: 'perchè non posso esserci pure io?'. Ma sapevo che se avessi continuato a non giocare e a non fare bene, non sarebbe successo mai. Poi, però, ho cominciato a fare bene, sono arrivato in Inghilterra e ho pensato: 'posso far parte della Nazionalè. E il ct mi ha dato la chance di giocare, ho fatto bene la maggior parte delle volte e ora provo a tenermi stretta la maglia azzurra. E' una sensazione fantastica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande