14°

sci

Razzoli e Gross in cura da Caselli a Fontanellato

 Luca Caselli fra Giuliano Razzoli,a sinistra, e Stefano Gross

Luca Caselli fra Giuliano Razzoli,a sinistra, e Stefano Gross

0

Nei giorni scorsi nello studio Physi-C di Fontanellato del fisioterapista e osteopata Luca Caselli, dal 2009 nella nazionale azzurra di sci, c’erano anche gli slalomisti Giuliano Razzoli e Stefano Gross, meno di un mese fa secondo e terzo a Wengen in Coppa del Mondo, che, accompagnati dal preparatore atletico Tommaso Frilli, stanno cercando di recuperare dai rispettivi infortuni.
E se per l’altoatesino lo stiramento muscolare con piccolo versamento nella zona inserzionale di retto femorale e psoas non gli precluderà l’imminente trasferta a Yuzawa Naeba in Giappone, ben differente è il discorso relativo al campione olimpico di Vancouver che lunedì scorso a Milano è stato operato ai legamenti in seguito alla caduta di Kitzbuehel.
«Stiamo seguendo un nuovo iter riabilitativo che include contemporaneamente gli aspetti osteopatici, fisioterapici e fisici - spiega Caselli, che partirà per Tokio lasciando il “Razzo”, svolgerà qui la fase di riabilitazione nei prossimi quattro mesi, nelle mani del suo staff tra Fontanellato e San Secondo - dovrebbe dare buoni risultati anche come miglioramento delle condizioni generali dell’atleta. Inutile forzare, c’è il tempo necessario per rimettersi con calma».
Certo che lo sciatore di Villa Minozzo si è fermato proprio quando sembrava pronto per riprendersi il gradino più alto del podio. «E’ un centro attrezzato, quest’infortunio non ci voleva - racconta Razzoli in stampelle- la gara di Kitz era uno dei miei grandi obiettivi per tornare a vincere dopo diversi podi negli ultimi anni ma purtroppo è andata male: sono cose che bisogna mettere in conto, c’erano condizioni strane su un tracciato particolare che ti costringeva a frenare ed avendo io il pettorale numero 1 ne ho pagato le conseguenze più degli altri». Non sta passando inosservata l’ecatombe di gravi infortuni, in campo maschile e femminile, tra le vittime più illustri Svindal, Ligety, Mayer, Fenninger e Shriffin. «Con poca neve le piste sono molto più mosse e gli sci non fanno movimenti standard, in caso di compressione e successivo dosso si rischia qualcosa in più».
Se saprà ritrovare la stessa condizione prima dello stop forzato non dovrebbe esser un problema rientrare al top. «Peccato aver interrotto la stagione sul più bello, da un anno e mezzo a questa parte era il momento migliore della mia carriera e stavo sempre davanti assieme ai più forti. La sensazione è che nell’ultima settimana fossi realmente pronto per insidiare il leader Kristoffersen. Ora vorrei tornare a sciare il prima possibile e fare una bella preparazione per esser fisicamente a posto, poi il resto verrà di conseguenza». Tutto il peso da qui a fine stagione ricadrà su Stefano Gross che, nonostante l’infortunio subìto alla vigilia di Kitz, ha continuato a gareggiare ed ottenere risultati come se niente fosse successo. «Finora sono soddisfatto a metà perché penso di non esser partito così bene ma stavo crescendo prima dell’ultimo guaio fisico che mi ha impedito di raccogliere di più su due piste adatte alle mie caratteristiche». Specialmente l’ultima prova notturna in Austria, in cui era secondo al termine della prima manche. «Lo slalom di Schladming è sempre stato il mio sogno fin da bambino, nelle restanti gare punto a chiudere sul podio e fare un ulteriore balzo nella classifica di specialità». Comandata nettamente dal norvegese Henrik Kristoffersen che sta conoscendo la definitiva consacrazione. «La sua esplosione è iniziata da quando mi ha tolto la medaglia olimpica per cinque centesimi, è un giovane talento che va forte già da qualche anno».
Ma l’Italia c’è nonostante non sia ancora arrivato il bersaglio grosso. «Abbiamo avuto sfortuna all’inizio però eravamo sempre tra i primi pur mancando un po’ a livello di concretezza. Spero di portare in alto i colori azzurri, ce lo meritiamo anche per il lavoro compiuto in estate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

1commento

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

6commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

solidarietà

Parma Facciamo Squadra: un risultato (super) da 162.700 euro

Al Regio, cerimonia di consegna dei fondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

usa

Harrison Ford sbaglia manovra e sfiora aereo di linea: spunta il video

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv