22°

32°

Tas

Platini, niente assoluzione: lascia l'Uefa

Platini e il calcio, c'est fini: da Tas 4 anni squalifica
Ricevi gratis le news
0

Voleva l’assoluzione, è arrivato solo un piccolo sconto. Pensava a un finale decisamente diverso Michel Platini, una carriera sotto i riflettori prima da grande campione poi da dirigente, sempre ai massimi livelli: l’uscita di scena invece è amara, perchè il tribunale arbitrale dello sport (Tas) ha scritto la parola fine alla parabola incredibile di le Roi. Solo due anni di sconto, da sei a quattro, ma la squalifica da qualsiasi attività calcistica resta ed è pesante: Platini paga per la vicenda dei due milioni di franchi svizzeri (1,8 di euro) ricevuti dalla Fifa dell’allora presidente Blatter nel febbraio del 2011.
Un addio, ma non una resa per Platini che annunciando le dimissioni da presidente Uefa ha voluto precisare: «Vivo la decisione del Tas come una profonda ingiustizia. Continuerò la mia lotta presso i tribunali svizzeri per dimostrare la mia probità in questa vicenda. La vita mi ha sempre riservato belle sorprese, sono pronto a viverle».
Il collegio arbitrale di Losanna, presieduto dall’italiano Carlo Fumagalli, ha di fatto solo parzialmente accolto il ricorso (da sei a quattro anni, la prima sentenza, comminata il 21 dicembre 2015, era di otto), ma per Platini cambia poco. Dopo aver perso la possibilità di concorrere alla presidenza della Fifa, per la quale era favoritissimo, il francese deve anche abbandonare la sua poltrona all’Uefa, di cui era presidente dal gennaio del 2007. E tutto alla vigilia del 'suò europeo, quello che si giocherà in Francia dal prossimo 10 giugno. La coda di un terremoto cominciato da tempo e con cui adesso anche l’Uefa dovrà fare i conti: il governo europeo del pallone ha «preso atto» della decisione del Tas, aggiungendo che la procedura per l'elezione di un nuovo presidente, e quindi la data del congresso elettivo, verrà decisa il 18 maggio a Basilea, in occasione di una riunione straordinaria del comitato esecutivo. Entro allora, non verrà nominato alcun presidente ad interim dell’Uefa. Fino a quella data, a svolgerne le funzioni sarà (come dall’inizio della squalifica di Platini, il 21 dicembre), il vice-presidente vicario, lo spagnolo Angel Maria Villar.
L’ex-fantasista della Juventus non è riuscito a convincere i giudici del Tribunale svizzero (oltre a Fumagalli, c'era il francese Jan Paulsson ed il belga Bernard Hanotiau che hanno deciso all’unanimità) della «legittimità del versamento di 2 milioni di franchi, riconosciuto dai soli signori Platini e Blatter, intervenuto otto anni dopo la cessazione dei rapporti di lavoro, che non riposa su alcun documento e non corrisponde alla parte dello stipendio non pagato», scrive il tribunale nelle motivazioni.
Il Tas segnala inoltre che Platini è «stato beneficiario in modo retroattivo di un piano di previdenza al quale non aveva diritto» e aggiunge che «una sanzione severa è giustificata a causa delle funzioni superiori esercitate da Patini (presidente Uefa e vice-presidente Fifa), l’assenza di pentimento e l'impatto che questo affare ha avuto sulla reputazione della Fifa.»
I giudici non hanno invece ritenuto che Platini potesse essere sanzionato per «violazione di regole generali di comportamento» nè per «violazione di dovere di lealtà», come ritenuto dalla Fifa, e ciò spiega la riduzione della durata dell’inibizione, così come della multa (da 80 000 a 60 000 franchi svizzeri). 'Bacchettatà anche la Fifa «informata del pagamento dei due milioni di franchi nel 2011, ma la cui commissione etica ha aperto un’inchiesta nei confronti di Michel Platini solo nel 2015». Un versamento che è costato sei anni di squalifica anche all’ex presidente della Fifa, Joseph Blatter, il quale si è limitato a «prendere atto» della decisione riguardo a Platini: anche per lui c'è ancora in ballo il ricorso al Tas, ma la data della sua udienza non è ancora stata fissata. A Losanna invece si è già scritta un’altra pagina della lunga storia di le Roi: ma il finale per Platini non doveva essere questo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti