15°

28°

moto

Test Australia nel segno di Vinales, Rossi in ritardo

Dietro Marquez e Ducati. Yamaha super con neoarrivo 'sono veloce'

Moto: test Australia nel segno Vinales, Rossi in ritardo
Ricevi gratis le news
0

Maverick Vinales subito promosso a pieni voti, mentre Valentino Rossi è rimandato al prossimo esame. Eccolo qui il principale verdetto dei secondi test della Motogp edizione 2017 in Australia che si chiudono nel segno del nuovo pilota della Yamaha che a inizio stagione ha sostituito Jorge Lorenzo, passato alla Ducati. Lo spagnolo, ex Suzuki, è stato il più veloce nella tre giorni a Phillip Island dove con il miglior tempo segnato oggi si è messo alle spalle il campione del mondo Marc Marquez su Honda. Solo undicesimo il Dottore, mentre si fa notare anche Dani Pedrosa con il terzo crono di giornata. In ritardo le Ducati con Andrea Dovizioso settimo e Lorenzo subito dietro alla ricerca del passo migliore.
Un precampionato da assoluto protagonista quello di Vinales che dopo Valencia e Sepang fa suoi anche i test australiani. Competitivo su tutti i fronti, la sua prestazione conferma anche che la M1 2017 è attualmente la moto migliore e nelle mani di un giovane dalle grandi doti può diventare l’arma giusta per la vittoria. Il miglior tempo del numero 25, 1:28.549s, arriva al tredicesimo passaggio dei 101 effettuati con il quale domina per tutta la giornata la tabella crono. Nuovo telaio, nuove gomme e una serie di long run sono state le direttrici della scuderia dei tre diapason. Dall’altra parte del box Movistar, quella di Rossi, ci si è concentrati principalmente sulla lunga distanza. "Oggi abbiamo lavorato soprattutto sul passo gara - se la ride Vinales - facendo un paragone con la moto più vecchia e quella con più novità; mi sento rapido, mi sento costante e sono in buona forma. Con tutti e due i prototipi abbiamo tenuto un gran ritmo e fare un tempo così il terzo giorno non è per nulla facile. Alla fine ho anche provato un time attack ma niente, la gomma davanti era troppo consumata ed ero anche un pò stanco».
Meno entusiasta Rossi che guarda già al Qatar, terreno delle ultime prove precampionato e soprattutto del primo GP del 2017. "Abbiamo lavorato tanto e provato molte cose per cercare di avere un passo migliore con le gomme usate - afferma il campione pesarese - non sono molto soddisfatto: tanti cambiamenti, tanto fatto ma non abbiamo risolto molto. Ho fatto parecchi giri e alla fine ero anche un pò stanco, non ho cercato di migliorare il tempo. Diciamo che abbiamo ancora da fare e abbiamo dei dubbi. Ci siamo confrontati e adesso proveremo a seguire delle strade diverse. Il telaio mi ha convinto, quello nuovo mi piace e penso che anche Maverick (Vinales, ndr) sia della mia idea. Abbiamo cercato di salvare la gomma dietro ma sinceramente dopo un pò di giri rallentiamo troppo. Ho provato un paio di nuove Michelin anteriori e posteriori e ci sono delle cose abbastanza buone. In Malesia ero riuscito a fare un buon tempo e avvicinarmi ai più veloci, la pista di Phillip Island è un pò strana ma i migliori sono stati ancora Vinales e Marquez per cui dovremo cercare di migliorare. La moto - conclude Rossi - è buona, anche il motore non è male, ma c'è ancora da fare. Ora vediamo come potremo progredire in Qatar e avere le idee più chiare per la prima gara».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti