17°

moto

Test Australia nel segno di Vinales, Rossi in ritardo

Dietro Marquez e Ducati. Yamaha super con neoarrivo 'sono veloce'

Moto: test Australia nel segno Vinales, Rossi in ritardo
0

Maverick Vinales subito promosso a pieni voti, mentre Valentino Rossi è rimandato al prossimo esame. Eccolo qui il principale verdetto dei secondi test della Motogp edizione 2017 in Australia che si chiudono nel segno del nuovo pilota della Yamaha che a inizio stagione ha sostituito Jorge Lorenzo, passato alla Ducati. Lo spagnolo, ex Suzuki, è stato il più veloce nella tre giorni a Phillip Island dove con il miglior tempo segnato oggi si è messo alle spalle il campione del mondo Marc Marquez su Honda. Solo undicesimo il Dottore, mentre si fa notare anche Dani Pedrosa con il terzo crono di giornata. In ritardo le Ducati con Andrea Dovizioso settimo e Lorenzo subito dietro alla ricerca del passo migliore.
Un precampionato da assoluto protagonista quello di Vinales che dopo Valencia e Sepang fa suoi anche i test australiani. Competitivo su tutti i fronti, la sua prestazione conferma anche che la M1 2017 è attualmente la moto migliore e nelle mani di un giovane dalle grandi doti può diventare l’arma giusta per la vittoria. Il miglior tempo del numero 25, 1:28.549s, arriva al tredicesimo passaggio dei 101 effettuati con il quale domina per tutta la giornata la tabella crono. Nuovo telaio, nuove gomme e una serie di long run sono state le direttrici della scuderia dei tre diapason. Dall’altra parte del box Movistar, quella di Rossi, ci si è concentrati principalmente sulla lunga distanza. "Oggi abbiamo lavorato soprattutto sul passo gara - se la ride Vinales - facendo un paragone con la moto più vecchia e quella con più novità; mi sento rapido, mi sento costante e sono in buona forma. Con tutti e due i prototipi abbiamo tenuto un gran ritmo e fare un tempo così il terzo giorno non è per nulla facile. Alla fine ho anche provato un time attack ma niente, la gomma davanti era troppo consumata ed ero anche un pò stanco».
Meno entusiasta Rossi che guarda già al Qatar, terreno delle ultime prove precampionato e soprattutto del primo GP del 2017. "Abbiamo lavorato tanto e provato molte cose per cercare di avere un passo migliore con le gomme usate - afferma il campione pesarese - non sono molto soddisfatto: tanti cambiamenti, tanto fatto ma non abbiamo risolto molto. Ho fatto parecchi giri e alla fine ero anche un pò stanco, non ho cercato di migliorare il tempo. Diciamo che abbiamo ancora da fare e abbiamo dei dubbi. Ci siamo confrontati e adesso proveremo a seguire delle strade diverse. Il telaio mi ha convinto, quello nuovo mi piace e penso che anche Maverick (Vinales, ndr) sia della mia idea. Abbiamo cercato di salvare la gomma dietro ma sinceramente dopo un pò di giri rallentiamo troppo. Ho provato un paio di nuove Michelin anteriori e posteriori e ci sono delle cose abbastanza buone. In Malesia ero riuscito a fare un buon tempo e avvicinarmi ai più veloci, la pista di Phillip Island è un pò strana ma i migliori sono stati ancora Vinales e Marquez per cui dovremo cercare di migliorare. La moto - conclude Rossi - è buona, anche il motore non è male, ma c'è ancora da fare. Ora vediamo come potremo progredire in Qatar e avere le idee più chiare per la prima gara».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia