15°

29°

cultura

Inediti del giovane Bodoni

Nell'ultimo numero di Aurea Parma i documenti dei primi anni di direzione della Stamperia Reale. La rivista pubblica anche due saggi su Verdi: religiosità e rapporti con Wagner

La cappella privata fatta costruire nel 1865 da Verdi a Villa Sant'Agata

La cappella privata fatta costruire nel 1865 da Verdi a Villa Sant'Agata

Ricevi gratis le news
0

 

Il terzo fascicolo (settembre-dicembre, 132 pagine e 7 saggi) del 2013 di Aurea Parma, è disponibile nelle principali librerie della città. Fondata nel 1912 da Glauco Lombardi e Giuseppe Melli, quadrimestrale di storia, arte e letteratura, la rivista documenta e sostiene l’arte e la cultura cittadina. Dal 1988 è edita dalla «Gazzetta di Parma» e diretta dal 1998 da Pier Paolo Mendogni, ex condirettore della Gazzetta di Parma e critico d’arte. Il comitato di redazione è formato da Giuseppe Bertini, Marzio Dall’Acqua, Giovanni Gonzi e Giuseppe Massari.
L’incipit di Daniela Moschini esamina le carte inedite di Giambattista Bodoni nei primi 4 anni (1768-1772) di attività nella Regia Stamperia. Il saggio è attuale nel bicentenario della morte del principe dei tipografi, che la città ha celebrato con una mostra di rilevante interesse. Bodoni assume il ruolo della Regia Stamperia il 24 marzo 1768 con incombenze strettamente tipografiche e amministrative. La pubblicazione dei documenti già noti e utilizzati come fonti, ma inediti nella loro completezza, fornisce una visione sinottica di tutta la produzione annuale della tipografia, e rende conto delle commesse di lavoro e della differenza fra le varie opere composte e tirate giornalmente.
Gian Paolo Minardi confronta Verdi e Wagner. Punto di partenza, la vicenda bolognese. Nel 1867 Angelo Mariani, nominato primo direttore d’orchestra al Teatro Comunale (1860), propone con enorme successo il «Don Carlos», tuttavia il rapporto di stima e amicizia con il Maestro di Busseto va incrinandosi. Tra le cause anche l’esclusione di Mariani tra i compositori per dare la «Messa di Requiem» in memoria di Gioacchino Rossini. Mariani si concentra sul «Lohengrin» favorito dall’ambiente bolognese dopo Rossini vede «l’affiorare di un clima culturalmente più selezionato, sostenuto da un’élite culturale riconoscibile nel nuovo spazio riservato alla musica da camera, in particolare a quella d’oltralpe». Ma non solo, «La diffusione in Italia di alcune opere wagneriane per merito di Paolina Lucca, l’intraprendente editrice antagonista di Ricordi, aveva indubbiamente attivato un interesse che andava accendendosi nel più riservato ambiente dell’Accademia Filarmonica, sorretto da Gustavo Sangiorgi».
La prima realizzazione italiana dell’opera di Wagner trova spazio «entro una cornice di particolare rilevanza, quella del 1871, l’anno del passaggio della capitale da Firenze a Roma» e per Bologna assume il significato di occasione «per rivendicare quella vocazione culturale di cui dopo l’abbandono di Rossini si sentiva orfana». Il «Lohengrin» va in scena al Comunale il primo novembre 1871. Bologna è così la prima città in Italia a portare sulle scene un’opera del grande compositore tedesco. «Diciotto furono le repliche, tutte coronate da successo». Verdi volle essere presente a quella del 19 novembre.L’argomento porta Minardi a vedere più da vicino le due personalità nel loro rapporto reciproco, pur rilevando che «Verdi e Wagner non s’incontrarono mai». «Wagner non parla quasi mai di Verdi che evidentemente considerava rientrare in quel genere che lui detestava, quel tipo di teatro musicale che giudicava effetti senza causa». Verdi, invece, sembra aver seguito con interesse il percorso creativo di Wagner e Minardi lo rileva notando, tra l’altro, che nello studio di S. Agata il Maestro custodiva «molte partiture wagneriane».
Paola Mencarelli propone un interessante saggio sulla spiritualità religiosa di Giuseppe Verdi nelle composizioni sacre. Nella sua lunga vita (1813-1901) il Maestro ha visto il passaggio dall’epoca delle monarchie assolute all’età moderna, le cui implicazioni filosofico-sociali sono da ricondurre al Romanticismo. Del Romanticismo Verdi ha assorbito l’indagine introspettiva manifestata in tutta la sua produzione musicale che indaga l’animo umano attraverso un continuo ripensamento religioso.
Sulla documentazione dell’ambasciatore Gherardo Giandemaria, inviato dal duca di Parma Francesco Farnese alla corte di Carlo d’Asburgo a Barcellona nel biennio 1709 – 1711 riferisce Neus Ballbé. La documentazione è stata ritrovata nell’archivio farnesiano custodito nell’archivio di Stato di Napoli. Anna Chiara Fontana attribuisce ad Antonio Bresciani due quadri ovali del 1760 nella cappella di San Bernardo degli Uberti nella cripta del duomo di Parma raffiguranti il Santo strappato dall’altare dai soldati e i suoi miracoli. Bonfiglio Tosi e Anna Maria Devodier identificano le origini della famiglia Ferrari – Mamiani nello stemma e nei due personaggi citati nel cartiglio del quadro secentesco del 1616 raffigurante la «Madonna col Bambino e Sant’Anna tra i santi», custodito nella chiesa di Mamiano. La ricerca dell’insegnante Giovanna Bertani e degli alunni della IIa E del liceo classico Romagnosi ricostruisce la storia dell’officina Tommaso Barbieri di porta San Francesco e di via Bixio, in seguito Robuschi. Infine Giuseppe Marchetti traccia un efficace ricordo di Alberto Bevilacqua. Le consuete rubriche «Biblioteca» e «Cronaca» a cura di Adelisa Prandi Gambarelli concludono la rivista.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scoppia il motore della barca, si tuffa ma muore annegato

roccabianca

Barca inizia a inabissarsi per una rottura: 75enne si tuffa ma muore annegato

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

5commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

tg parma

Agosto 1984, quando i parmigiani andavano alla piscina Ex Enal Video

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti