70 anni fa

Parma liberata: la settimana delle 4 Gazzette

Parma 1945: la Liberazione

Parma 1945: la Liberazione

Ricevi gratis le news
0

20 aprile, 70 anni fa. Inizia la settimana più strana e alla fine più bella, per le cronache della Gazzetta di Parma nel dramma della Seconda guerra mondiale.

E' la settimana delle 4 Gazzette: le ultime tre edizioni sotto l'occupazione tedesca e poi, finalmente, l'annuncio della Liberazione e della guerra conclusa. La settimana che Parma si appresta a rievocare con gli appuntamenti di un 25 aprile che avrà quest'anno un sapore particolare, nello scorrere dei decenni che inevitabilmente si portano via anche i testimoni diretti di quei giorni cruciali.

Il 20 aprile di 70 anni fa era un venerdì. La Gazzetta di Parma esce con la sottotestata "Corriere emiliano", che era il nome imposto dal fascismo fin dal 1928. Ma nel 1941 la Gazzetta aveva riacquistato la sua testata storica, pur dovendo farla convivere con l'altra etichetta. E la Gazzetta/Corriere emiliano si apre con un messaggio di Goebbels collegato al 56° compleanno di Hitler. Ed è un messaggio fra le cui righe forse già traspare una insicurezza mal celata: "Se le possibilità di conseguire la vittoria finale stanno ancora nelle nostre mani - scrive il gerarca nazista - lo dobbiamo solamente ed unicamente ad Adolfo Hitler". E anche il vicino titolo sulla situazione sul Fronte italiano sembra molto sulla difensiva: "Le posizioni saldamente tenute dalle truppe italo-germaniche.

Nella seconda e ultima pagina, la cronaca locale da una parte si mescola alla cronaca di guerra ("Bombe e mitraglia in città e provincia", "Alla Croce rossa un ufficio notizie ricerche prigionieri di guerra"). Ma c'è spazio anche per il dramma di una bimba di 6 anni, che usando un falcetto "con infantile imperizia" si è amputata due falangi nella manodestra.

Sabato 21 aprile è la ricorrenza del "Natale di Roma", una festa particolarmente cara al fascismo. E la stessa Gazzetta si chiede se la celebrazione non possa sembrare anacronistica, mentre "Roma è morta sotto il passo degli invasori". Il titolo dal fronte italiano è ancor più difensivista: "La strenua resistenza impedisce all'avversario di avanzare". Ma in prima pagina c'è anche ironia contro le "valorose" incursioni aeree di caccia anglo-americani: contro un triciclo che trasportava biancheria sporca e contro il carrellino di un elettricista, mentre il lancio di spezzoni incendiari ha invece ucciso una donna e un bambino. Atti che - scrive la Gazzetta - "dimostrano di quanto affetto siano animati gli anglo-americani per gli italiani da liberare".

In quel sabato 21 le pagine del giornale sono 4: c'è spazio anche per l'imposta sui celibi, per una distribuzione gratuita di caramelle, e per una ragazza di Fraore finita al Pronto soccorso perchè graffiata e morsicata da "un gatto di malumore". Una cronaca alla quale si accompagna un appuntamento di buonumore, con il teatro dialettale: al Nazionale Verdi, infatti, la compagnia dei Clerici proporrà la commedia "Furbaciòn".

Domenica 22 la strenua resistenza è derubricata a "strenua difesa" sul fronte meridionale italiano, così come è "difesa" a Berlino. La cronaca della città celebra "i nostri caduti: Enzo Calzolari e Aldo Orlandini", vittime a San Secondo di una "imboscata tesa da fuorilegge". Gli istituti Melloni e Marconi pubblicano le date di esami integrativi e colloqui finali, mentre al Teatro Ducale è di scena la boxe: anzi, nel linguaggio ancora rigorosamente autarchico, una "riunione pugilistica".

E qui i giornali in raccolta si interrompono. Per rivedere la testata Gazzetta di Parma, di nuovo nel formato a 9 colonne e finalmente liberata della seconda testata "Corriere emiliano", occorrerà attendere venerdì 27. Quando il titolo, finalmente e a tutta pagina in stampatello, è PARMA LIBERATA.  Con tre righe di solenne e commosso sommario: " Le ardenti ore di attesa di tutta la popolazione - L'insurrezione della cittadinanza - L'attacco delle brigate dei Patrioti e delle colonne corazzate - La trionfale entrata in città fra ali di popolo esultante".

E l'editoriale senza firma sintetizza fin dalle prime righe l'emozione di una intera città: "Grido prorompente che sgorga possente dal petto di un popolo soggiogato da 23 anni di un regime impostosi con la violenza e col terrore". Non ci sono ancora fotografie, per fissare quei momenti storici: ci sono le parole del Governo militare alleato e del Comotato di LIberazione nazionale di Parma. presieduto dall'artigiano Pietro Campanini, del PCI. Ma al di là delle sigle dei partiti, altro simbolo della ritrovata libertà, c'è già un obiettivo, ben chiaro a tutti: "creare l'Italia democratica", mentre a Parma il vescovo Colli invita i parmigiani a "dignità e disciplina" e il prefetto Ferrari ordina la ripresa della piena attività dei servizi pubblici, dei negozi e delle aziende.

Conosci la storia di Parma? Imparala sul web

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS