22°

parma centro

Quei due leoni che ruggiscono nel degrado

Le statue, antichissime, dimenticate in un angolo della Pilotta

Uno dei leoni di pietra sotto i voltoni della Pilotta

Uno dei leoni di pietra sotto i voltoni della Pilotta

Ricevi gratis le news
0

 

Margherita Portelli
Adesso se ne stanno lì, dietro un paio di cancelli, quei  simboli di fierezza per antonomasia relegati oltre le sbarre, a guardia di un angolo di Parma preso di mira dall’inciviltà. Eppure, i due leoni quasi nascosti sotto i voltoni della Pilotta che portano in Ghiaia sono sculture antichissime: di epoca romana  (pare che risalgano al primo secolo avanti Cristo),   facevano parte di un monumento sepolcrale di età augustea e sono tra le più antiche testimonianze del passato della città.
 Le due statue in pietra di Vicenza furono ritrovate negli anni Sessanta durante alcuni  scavi in  via D’Azeglio,  e da allora trovano posto sotto le buie arcate della Pilotta. Entrambi i leoni sono piuttosto malridotti (già ai tempi del ritrovamento erano privi delle zampe) e visto il degrado attuale della zona viene da chiedersi se la collocazione scelta cinquant’anni fa per ospitare questi due reperti sia ancora quella ideale, o se la conservazione delle opere ne risenta.
 «Si tratta di statue concepite per stare all’aperto e tutto sommato sotto i voltoni sarebbero anche abbastanza protette dagli agenti atmosferici  - commenta  Manuela Catarsi, vice direttore del museo archeologico nazionale di Parma, cui appartengono i leoni -. Al tempo del ritrovamento di queste sculture si decise di collocarle sotto i voltoni,  perché fossero un richiamo per i passanti, parmigiani e turisti che, trovandosi di fronte a queste fiere, venissero incuriositi e magari invogliati a una visita al museo. Quella zona, in effetti, da qualche anno è teatro di diverse espressioni di inciviltà. C’è chi getta cartacce, chi lega le biciclette alle sbarre delle cancellate, chi addirittura orina sotto i voltoni. Come ormai tutti sanno, però, i fondi alla cultura sono stati tagliati e quindi anche le risorse destinate alle pulizie hanno subito un razionamento.  Si tende perciò a privilegiare la manutenzione degli spazi interni». 
Ma le stanze del museo archeologico, in Pilotta, non sono adeguate ad ospitare i leoni. «Si era presa in esame la possibilità di realizzare delle vetrate per proteggere le statue, ma poi si correrebbe il rischio di vederle distrutte - aggiunge la Catarsi -, senza contare che, come accennavo prima, i soldi sono pochi». 
In fondo,  le due fiere sono in «buona compagnia», basti pensare al triste stato di abbandono in cui da qualche anno versa il ponte romano, poche decine di metri più in là. Per il momento, quindi, il destino delle imponenti belve di pietra sembra quello di rimanersene lì dove sono, nella speranza che i comportamenti di chi transita da quelle parti siano un po’ meno «bestiali». 
Margherita Portelli
Adesso se ne stanno lì, dietro un paio di cancelli, quei  simboli di fierezza per antonomasia relegati oltre le sbarre, a guardia di un angolo di Parma preso di mira dall’inciviltà. Eppure, i due leoni quasi nascosti sotto i voltoni della Pilotta che portano in Ghiaia sono sculture antichissime: di epoca romana  (pare che risalgano al primo secolo avanti Cristo),   facevano parte di un monumento sepolcrale di età augustea e sono tra le più antiche testimonianze del passato della città. Le due statue in pietra di Vicenza furono ritrovate negli anni Sessanta durante alcuni  scavi in  via D’Azeglio,  e da allora trovano posto sotto le buie arcate della Pilotta. Entrambi i leoni sono piuttosto malridotti (già ai tempi del ritrovamento erano privi delle zampe) e visto il degrado attuale della zona viene da chiedersi se la collocazione scelta cinquant’anni fa per ospitare questi due reperti sia ancora quella ideale, o se la conservazione delle opere ne risenta. «Si tratta di statue concepite per stare all’aperto e tutto sommato sotto i voltoni sarebbero anche abbastanza protette dagli agenti atmosferici  - commenta  Manuela Catarsi, vice direttore del museo archeologico nazionale di Parma, cui appartengono i leoni -. Al tempo del ritrovamento di queste sculture si decise di collocarle sotto i voltoni,  perché fossero un richiamo per i passanti, parmigiani e turisti che, trovandosi di fronte a queste fiere, venissero incuriositi e magari invogliati a una visita al museo.
Quella zona, in effetti, da qualche anno è teatro di diverse espressioni di inciviltà. C’è chi getta cartacce, chi lega le biciclette alle sbarre delle cancellate, chi addirittura orina sotto i voltoni. Come ormai tutti sanno, però, i fondi alla cultura sono stati tagliati e quindi anche le risorse destinate alle pulizie hanno subito un razionamento.  Si tende perciò a privilegiare la manutenzione degli spazi interni». Ma le stanze del museo archeologico, in Pilotta, non sono adeguate ad ospitare i leoni. «Si era presa in esame la possibilità di realizzare delle vetrate per proteggere le statue, ma poi si correrebbe il rischio di vederle distrutte - aggiunge la Catarsi -, senza contare che, come accennavo prima, i soldi sono pochi». In fondo,  le due fiere sono in «buona compagnia», basti pensare al triste stato di abbandono in cui da qualche anno versa il ponte romano, poche decine di metri più in là. Per il momento, quindi, il destino delle imponenti belve di pietra sembra quello di rimanersene lì dove sono, nella speranza che i comportamenti di chi transita da quelle parti siano un po’ meno «bestiali». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

20commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»