10°

20°

Storia

La "Silva Litana" era fra Reggio e Parma: i Galli massacrarono i Romani vicino a Sant'Ilario

Nuove ipotesi sulla sanguinosa battaglia fra gli alberi narrata da Tito Livio

Rievocazione storica di una battaglia con i legionari romani (foto d'archivio)
Ricevi gratis le news
0

Pianura Padana, 216 avanti Cristo: 25mila soldati di Roma e suoi alleati attraversano una foresta. All'improvviso gli alberi iniziano a cadere e schiacciano i legionari, mentre i Galli fanno il resto. Un massacro. E i Galli arrivano a festeggiare la vittoria usando come coppa il cranio di Lucio Postumio, comandante dei legionari. Per Roma una è sconfitta pesante. E' la battaglia della Silva Litana, della quale resta memoria negli scritti di Tito Livio. Non è certo dove avvenne la battaglia ma in base a nuovi studi sembra che il punto fosse non molto lontano da Parma: nella zona di Sant'Ilario d'Enza. Non ci sono reperti che diano risposte definitive ma mettendo insieme vari indizi è lecito collocare la battaglia fra quelle che oggi sono le province di Reggio Emilia e Parma.
Filippo Maria Gambari, ex soprintendente per i Beni archeologici dell'Emilia-Romagna (ora alla guida di quella lombarda), in una conferenza ha ripreso e illustrato gli studi e le ipotesi del ricercatore reggiano Nicola Cassone. Gazzettadiparma.it ha intervistato Gambari. 

Chi non ricorda, dai tempi della scuola, le guerre puniche e la battaglia di Canne, con Annibale che sconfigge i Romani? Il periodo è quello. A Canne muoiono circa 75mila romani, il 2 agosto del 216 avanti Cristo. Qualche mese dopo i legionari affrontano i Galli Boi: altri 25mila uomini circa resteranno senza vita sul terreno.
Dopo Canne, i Romani decidono di compiere azioni di disturbo a nord, contro i Boi (che tra l'altro dominano l'attuale area di Parma). Due legioni romane e i soldati degli alleati sono guidati dal pretore Lucio Postumio, designato console proprio al posto di Lucio Emilio Paolo, morto a Canne. Lucio Postumio dispone di un esercito più corposo degli avversari: si aspetta un'impresa facile e rapida; d'altronde, lui deve partire presto per Roma. Ancora non sa che i Galli useranno il suo cranio per brindare alla vittoria. 

Lo scontro - più un'imboscata che una battaglia "classica" - avviene in una foresta; probabilmente è un bosco sacro di vaste dimensioni. E' la "Silva Litana" di cui parlano le fonti storiche: 'Litanos' in lingua celtica significa 'grande'. Per i Galli quegli alberi sono sacri ma sanno anche di essere numericamente inferiori. Decidono quindi di tagliare quelle piante in modo che sembrino intatte...ma basta poco per farle cadere. Quando legionari attraversano il bosco, i Galli da fuori spingono gli alberi: la 'silva' schiaccia i soldati, mentre i Boi attaccano. E ottengono una vittoria impressionante agli occhi dei Romani.
Gambari spiega che l'evento travalica i confini emiliani e resterà nel tempo: «l'idea degli alberi guerrieri è rimasta nei miti celtici» e ritornerà persino nel Signore degli anelli di Tolkien.

In passato si ipotizzava che la Silva Litana si trovasse nel Ferrarese. Gambari spiega che invece è più giusto pensare all'area di Sant'Ilario d'Enza, coinvolgendo Montecchio e Brescello. Diversi pezzi del puzzle coincidono. Nel 216 a.C. i Romani hanno colonie a Piacenza e Cremona, raggiungibili attraverso il Po. A Brescello (Brixellum) ci sono i Cenomani, loro alleati. Secondo le nuove ipotesi, le legioni sarebbero partite da Brescello per Sant'Ilario, che all'epoca si chiama Tannetum. Niente a che vedere con la Taneto di oggi, che prende il nome dalla fortificazione medievale Castrum Tanneti. La toponomastica quindi rafforza l'idea di Cassone. Ed è probabile, fa notare Gambari, «che il bosco fosse sacro fin dall'Età del Bronzo». «Non è un caso che la famosa Tazza d'oro sia affiorata fra Montecchio e Sant'Ilario», aggiunge.  
Il mito si fonde con la realtà? Non in questo caso. Ma è possibile, almeno in teoria, trovare reperti archeologici in Val d'Enza che possano trasformare le congetture in certezze? Non proprio, ammette Gambari: magari «fosse comuni, però è improbabile, perché i Galli non hanno rimosso i corpi e facilmente i loro resti metallici sono stati riutilizzati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro