-0°

12°

Storia

La "Silva Litana" era fra Reggio e Parma: i Galli massacrarono i Romani vicino a Sant'Ilario

Nuove ipotesi sulla sanguinosa battaglia fra gli alberi narrata da Tito Livio

Rievocazione storica di una battaglia con i legionari romani (foto d'archivio)
Ricevi gratis le news
0

Pianura Padana, 216 avanti Cristo: 25mila soldati di Roma e suoi alleati attraversano una foresta. All'improvviso gli alberi iniziano a cadere e schiacciano i legionari, mentre i Galli fanno il resto. Un massacro. E i Galli arrivano a festeggiare la vittoria usando come coppa il cranio di Lucio Postumio, comandante dei legionari. Per Roma una è sconfitta pesante. E' la battaglia della Silva Litana, della quale resta memoria negli scritti di Tito Livio. Non è certo dove avvenne la battaglia ma in base a nuovi studi sembra che il punto fosse non molto lontano da Parma: nella zona di Sant'Ilario d'Enza. Non ci sono reperti che diano risposte definitive ma mettendo insieme vari indizi è lecito collocare la battaglia fra quelle che oggi sono le province di Reggio Emilia e Parma.
Filippo Maria Gambari, ex soprintendente per i Beni archeologici dell'Emilia-Romagna (ora alla guida di quella lombarda), in una conferenza ha ripreso e illustrato gli studi e le ipotesi del ricercatore reggiano Nicola Cassone. Gazzettadiparma.it ha intervistato Gambari. 

Chi non ricorda, dai tempi della scuola, le guerre puniche e la battaglia di Canne, con Annibale che sconfigge i Romani? Il periodo è quello. A Canne muoiono circa 75mila romani, il 2 agosto del 216 avanti Cristo. Qualche mese dopo i legionari affrontano i Galli Boi: altri 25mila uomini circa resteranno senza vita sul terreno.
Dopo Canne, i Romani decidono di compiere azioni di disturbo a nord, contro i Boi (che tra l'altro dominano l'attuale area di Parma). Due legioni romane e i soldati degli alleati sono guidati dal pretore Lucio Postumio, designato console proprio al posto di Lucio Emilio Paolo, morto a Canne. Lucio Postumio dispone di un esercito più corposo degli avversari: si aspetta un'impresa facile e rapida; d'altronde, lui deve partire presto per Roma. Ancora non sa che i Galli useranno il suo cranio per brindare alla vittoria. 

Lo scontro - più un'imboscata che una battaglia "classica" - avviene in una foresta; probabilmente è un bosco sacro di vaste dimensioni. E' la "Silva Litana" di cui parlano le fonti storiche: 'Litanos' in lingua celtica significa 'grande'. Per i Galli quegli alberi sono sacri ma sanno anche di essere numericamente inferiori. Decidono quindi di tagliare quelle piante in modo che sembrino intatte...ma basta poco per farle cadere. Quando legionari attraversano il bosco, i Galli da fuori spingono gli alberi: la 'silva' schiaccia i soldati, mentre i Boi attaccano. E ottengono una vittoria impressionante agli occhi dei Romani.
Gambari spiega che l'evento travalica i confini emiliani e resterà nel tempo: «l'idea degli alberi guerrieri è rimasta nei miti celtici» e ritornerà persino nel Signore degli anelli di Tolkien.

In passato si ipotizzava che la Silva Litana si trovasse nel Ferrarese. Gambari spiega che invece è più giusto pensare all'area di Sant'Ilario d'Enza, coinvolgendo Montecchio e Brescello. Diversi pezzi del puzzle coincidono. Nel 216 a.C. i Romani hanno colonie a Piacenza e Cremona, raggiungibili attraverso il Po. A Brescello (Brixellum) ci sono i Cenomani, loro alleati. Secondo le nuove ipotesi, le legioni sarebbero partite da Brescello per Sant'Ilario, che all'epoca si chiama Tannetum. Niente a che vedere con la Taneto di oggi, che prende il nome dalla fortificazione medievale Castrum Tanneti. La toponomastica quindi rafforza l'idea di Cassone. Ed è probabile, fa notare Gambari, «che il bosco fosse sacro fin dall'Età del Bronzo». «Non è un caso che la famosa Tazza d'oro sia affiorata fra Montecchio e Sant'Ilario», aggiunge.  
Il mito si fonde con la realtà? Non in questo caso. Ma è possibile, almeno in teoria, trovare reperti archeologici in Val d'Enza che possano trasformare le congetture in certezze? Non proprio, ammette Gambari: magari «fosse comuni, però è improbabile, perché i Galli non hanno rimosso i corpi e facilmente i loro resti metallici sono stati riutilizzati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La musica non c'è in 23 versioni - I Masa

musica

"La musica non c'è" nelle 23 versioni dei Masa Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici

televisione

Biondo e Filippo riammessi nella scuola di Amici, espulso Nicolas

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Nigeriano arrestato per detenzione materiale pedopornografico

(foto d'archivio)

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

1commento

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

4commenti

FIDENZA

Voleva suicidarsi con una bombola di gas in auto: i carabinieri arrivano in tempo

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

VIABILITA' E BUROCRAZIA

Strade pronte, ma restano chiuse

2commenti

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

3commenti

Animali

«Delon sbaglia: non si uccide il proprio cane»

2commenti

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

10commenti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

9commenti

DIARIO DELLA TRASFERTA

"Tutti a Cremona!": quasi 2mila tifosi da Parma Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona. Molti tifosi in auto

bologna

Cadavere su binari nel Modenese, traffico treni rallentato sulla Bologna-Piacenza

Tra stazioni Modena e Castelfranco, ritardi da 30 a 60 minuti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

kabul

Dopo 13 ore terminato l'attacco terroristico all'hotel: i morti potrebbero essere 43

SPORT

SCI

Schnarf, il podio che non t'aspetti

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: gli highlights della partita Video

SOCIETA'

Turismo

Venezia, 1.100 euro di conto per 4 bistecche e una frittura di pesce

1commento

LA PEPPA

La ricetta della domenica - Quiche di carciofi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"