Strajè-Stranieri

"Io, partito per Londra con la voglia di sperimentare"

"Io, partito per Londra con la voglia di sperimentare"
0

E oggi? Mezzo secolo dopo, ne sono passati dieci. O così sembra: sono cambiati i mezzi, le aspettative, sono cambiate Londra, Parigi e anche i parmigiani. Però certe cose rimangono, in chi va. Come,  lo spiega Mattia Dragonetti, 25enne, parmigiano doc.
Ecco il suo racconto: «Partito da Parma dopo la laurea triennale su proposta di un amico e con l’idea iniziale di stare fuori casa per sei mesi, imparare la lingua e fare esperienza, ho cambiato idea dopo un paio di mesi per poi successivamente iscrivermi a un master di studi. Sono rientrato a casa in estate per lavorare e mettere da parte i soldi per pagarmi in parte gli studi, così da tornare a Londra e cominciare il master. Ho lavoricchiato part-time per non pesare eccessivamente sui miei genitori e, terminato il master, ho provato a trovare lavoro a Londra. Sarà per la sfortuna o per il periodo (novembre 2009), quando c'era solo che pessimismo nell’aria (più di adesso per intenderci), non ho trovato nulla e così sono tornato in Italia, dopo aver ricevuto una chiamata per lavoro». Direzione Milano.
«E' stata un'esperienza lavorativa e sociale bruttissima, che insieme alla mia antipatia per la città, mi ha portato a licenziarmi. Tornato a casa a Parma  mi sono accorto che sì, come si sta a casa non si sta da nessuna altra parte, ma che non era quello che volevo: gli amici, quelli veri ci sono e ci saranno sempre; era la voglia di qualcosa di nuovo, inaspettato, imprevedibile, come - credo - il vivere fuori casa e soprattutto in una città come Londra possono dare». Prosegue Mattia: «Ripresi i bagagli, sono  tornato a Londra, senza nulla in mano ma con tanta voglia. Dopo due settimane ho trovato un tirocinio di tre mesi, grande esperienza. E dopo un mese di lavoretti part-time, finalmente è arrivato il lavoro serio. Da due mesi sono occupato in una compagnia a Londra, ho un contratto a tempo indeterminato e mi trovo benissimo».
Non è finita. Non esiste solo il lavoro. «Amo la città e ancor più la possibilità, quasi certezza, di incontrare ogni sera gente del lato opposto del mondo con la stessa voglia di sperimentare il nuovo e diverso. Cosa che per forza ti accomuna l’uno all’altro, cancellando in un colpo le differenze culturali, a volte forti. Un mio caro amico universitario è mongolo: strano a dirlo agli amici, a casa, che esco con un mongolo la sera».
I perché della sua vita, Dragonetti li spiega così: «Sperimentare è la parola giusta. Vedere, capire, sperimentare cose nuove. E’ questo ad avermi spinto a tornare e a cercare a tutti i costi di stare qui».
E dell’Italia di oggi dice: «C'è precariato e poca meritocrazia. Ma quello che mi ha spinto veramente è stata la voglia di nuovo, la stessa voglia che - chissà - magari mi farà migrare altrove fra un paio d’anni. O magari no: più semplicemente mi potrà venir meno e far decidere di tornare a casa». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Vendono iPhone: ma è una truffa

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Calcio

Brodino per il Parma

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti