15°

28°

Strajè-Stranieri

Aiutiamoli a vivere da persone e non da accattoni

Ricevi gratis le news
0

Pino Agnetti

 Nella lontana Thailandia, centinaia di migliaia di profughi provenienti dalla vicina Birmania della «parmigiana» onoraria Aung San Suu Ky vivono ammassati come topi in campi, cosiddetti d’accoglienza, da cui non possono mai uscire. E dove è loro proibito tassativamente di svolgere qualsiasi lavoro. Ci può essere una condizione più disgraziata di questa? Ed ora rientriamo velocemente nei confini ducali. Dove, naturalmente, non esistono né campi recintati col filo spinato e controllati a vista dai militari (per la verità qualcuno ci aveva provato a Manduria con gli effetti che sappiamo). Né masse sterminate di infelici senza più patria, né futuro. Però, basta fare due passi in centro per imbattersi in un numero crescente di uomini e donne di colore che gironzolano chiedendo l’elemosina. Vengono, per lo più, da Paesi come il Niger e il Congo. Cioè, da quell’Africa subsahariana divenuta una gigantesca pentola a pressione perennemente prossima a scoppiare sotto la spinta di milioni di sventurati in fuga dalla miseria e dalla guerra. Ma non divaghiamo e restiamo a quegli individui che, sempre più spesso, ci vengono incontro ciondolando e mendicando un euro sotto casa, o appena svoltato l’angolo. Ci avete fatto caso? Non sono vestiti di stracci. Magari, indossano abiti leggermente démodé e fuori stagione ma, normalmente, più che dignitosi. E non hanno neppure la barba lunga, o la faccia e le mani sporche. Per la semplice ragione che diverse realtà - del volontariato, della Chiesa, delle istituzioni locali - provvedono a ospitarli. Dando loro un tetto, un letto e dei servizi igienici decorosi. Più degli indumenti puliti e un desco a cui sedersi regolarmente a pranzo e a cena. E siccome siamo a Parma, e non al confine fra la Thailandia e la Birmania, quelle stesse persone sono libere - giustamente - di andarsene a spasso per la città. Per riempire così la giornata. Ed è appunto così che, da rifugiati e profughi, si trasformano in accattoni anche quando non ne avrebbero strettamente bisogno. Offrendo uno spettacolo degradante, in primo luogo, per se stessi. E fonte di inevitabile fastidio e di potenziale rifiuto (per non dire peggio) per chi se li ritrova continuamente d’attorno. Intendiamoci. L’Italia è piena di situazioni simili. Soprattutto, dopo l’emergenza sbarchi a Lampedusa delle settimane scorse. Sbarchi, per altro, che non si sono fermati, né si fermeranno a prescindere da quanto durerà ancora la guerra a Gheddafi. Ormai, l’hanno capito tutti. Pure a Coazze, un paesino piemontese dove siamo già agli striscioni e alle ronde anti profughi (una trentina) smistati da quelle parti. Da noi, che in proporzione avremmo dovuto prendercene almeno duemila, l’aria è per fortuna diversa. Ma non i mugugni e i «Mandateli a zappare». Ed allora, prima che qualcuno anche qui se ne salti fuori proponendo «i campi di lavoro forzati per quei fannulloni», perché non offrire una opportunità in più a questi nostri ospiti? Quella di svolgere - chi è in grado e senza obbligo alcuno - un lavoro temporaneo, gratuito e socialmente utile. Per «ripagare» chi li ha accolti senza i cartelli «Fuori dalle balle». Ma anche, e soprattutto, per cominciare a vivere da persone. E non più da accattoni. 

                                                                                              
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti