Strajè-Stranieri

Maryann, "strajè" della California: "Aiutatemi a ritrovare le mie radici a Medesano"

Maryann, "strajè" della California: "Aiutatemi a ritrovare le mie radici a Medesano"
0

di Andrea Violi

«Non sono mai stata dal Parmense, da dove provenivano i miei avi. In futuro verremo, dagli Stati Uniti. Cosa faremo? Per prima cosa piangeremo. Poi piangeremo ancora di più, perché è questo ciò che fai quando torni al tuo luogo d'origine. Non importa quanto questo sia cambiato».
Ci mette passione, Maryann Foley, 58enne della California, spiegando la sua voglia di saperne di più riguardo ai suoi antenati, originari di Felegara, frazione di Medesano. È una non facile ricerca che scava nella memoria e negli archivi, andando indietro fino all'Ottocento. La signora Maryann ha contattato il Comune ma ha scritto anche una lettera a 17 famiglie Bernini del territorio di Medesano. La madre della Foley, Carolina Bernini, ha 83 anni ed è nata negli Stati Uniti da genitori emigrati: il padre di Carolina, Achille Lorenzo Bernini, nacque nel 1893 a Felegara, frazione di Medesano.

FIGLIA DI STRAJÈ. Maryann Foley ha 58 anni e vive a San Francisco. Nella vita è assistente in uno studio legale, anche se a breve tornerà sui banchi dell'Università della California. Maryann è americana ma sa di avere anche sangue parmense. È figlia di strajè e anche lei si sente tale: per questo spera che tante persone a Felegara e dintorni sappiano aiutarla a scavare nelle sue radici.
Sono passati gli anni e le generazioni ma a casa sua, ad esempio, è rimasta la tradizione dei tortelli e in frigo non manca mai il Parmigiano Reggiano.

L'INTERVISTA. Maryann Foley in una conversazione via internet a 9 fusi orari di distanza spiega a Gazzettadiparma.it il suo progetto di scavare nel passato della famiglia di sua madre: i Bernini originari del Medesanese.
Come si chiamavano i suoi avi, sui quali cerca informazioni?
Il mio nonno materno si chiamava Achille Lorenzo Bernini: nacque a Felegara il 30 aprile 1893. La mia nonna materna, Anna Moncigoli-Rivalta, nacque a Genova l'8 febbraio 1894. Mia madre Carolina è nata a Flushing, Long Island (nel New York) nel 1925. All'inizio del 1929 la nonna tornò in Italia con le figlie Carolina e Adriana, dai parenti a Genova e poi a Felegara. Qui i nonni (di Carolina, ndr) Adriano Bernini e Teresa Terriati erano già scomparsi ma c'erano altri parenti. Ad esempio, la zia Dirce Bernini, che lavorava in posta.
Quando le è venuta l'idea di cercare notizie su parenti e avi a Medesano e Felegara?
Ho accarezzato l'idea per molti anni ma mia madre era titubante. Ogni volta che tirava fuori le scatole con vecchie foto e lettere, cominciava a piangere e metteva via tutto. Nel 1978 i miei nonni si trasferirono da Miami a San Francisco, per stare vicino alla loro figlia e ai nipoti. Ma nel 1985 furono rapinati e picchiati e non si ripresero più. Non furono più gli stessi, in seguito morirono. Mia madre non si è data pace per l'accaduto: ecco perché era restia a cercare informazioni sui parenti  e a tornare nella sua terra d'origine. Solo l'anno scorso mi ha detto di essere pronta per tornare dove aveva vissuto parte dell'infanzia.
Da dove siete partiti?
All'inizio del 2008 ho cercato aiuto tramite il “Genealogy Branch” della Main Library di Santa Rosa, in California. Ma andavo nella direzione sbagliata: pensavo che mio nonno fosse nato a Parma. A un certo punto ho trovato un documento militare di mio nonno Achille Bernini: tornò dagli Stati Uniti a Medesano per servire fra gli Alpini nella Prima guerra mondiale. C'è un documento del “Gruppo Alpini Medesano 1915-1919”. Mia madre mi ha dato foto e cartoline sul nonno Bernini ma anche le copie di articoli di quotidiani sul mio bisnonno Rivalta (che fece carriera militare a metà Ottocento) e su suo fratello Agosto, uno scultore. Su loro due ho chiesto informazioni alla Diocesi di Alessandria, finora senza ottenere risposte.
A Medesano quando è partita la ricerca?
Il 15 maggio 2008 ho scritto via e-mail al Comune, illustrando la mia ricerca. L'ufficio di Stato civile è stato fantastico: mi ha inviato informazioni su nascita, matrimonio e morte fino al mio trisnonno Emilio Bernini. Ho chiesto il certificato di nascita di suo padre Leopoldo, sposato con Antonia Cerussi (Maryann non è sicura che il cognome sia scritto giusto, la calligrafia dell'epoca è poco chiara, ndr).
In seguito ha scritto alle famiglie...
Sì, in dicembre con l'aiuto di mia figlia Erica ho spedito lettere a 17 famiglie Bernini di Medesano e Felegara, spiegando quale ricerca io stia facendo. All'inizio ero titubante: dovevo scrivere lettere personali a sconosciuti... Poi ho pensato: un giorno mia madre non ci sarà più. E sarà troppo tardi per scavare nel passato.
Alla fine quelle lettere le ha spedite. Qualche riscontro positivo?
C'è stato, sì. Ho ricevuto risposta da un pronipote di Ada Bernini. Una Bernini mi ha contattato via e-mail: lei ha saputo capire il mio italiano alquanto povero. Entrambe abbiamo il nome di Emilio Bernini fra gli antenati... Questa signora mi ha aiutato anche a contattare, con successo, la famiglia Moncigoli a Genova (parenti della nonna materna, ndr).
Cosa sa finora dei suoi avi felegaresi?
I Bernini erano contadini, producevano vino e formaggio. Mio nonno Achille aveva due sorelle e un fratello che annegò nel Taro. I nomi non li conosco. Mio nonno perse i genitori da giovane: probabilmente uno dei fattori che lo spinsero a emigrare. Quando arrivò negli Stati Uniti era un adolescente. Arrivò con una sorella: lei trovò lavoro come domestica a Boston, lui in un ristorante. Allo scoppio della Prima guerra mondiale poté scegliere se combattere per gli Usa o per l'Italia. Scelse l'Italia.
Mia nonna nel 1915 era all'ultimo anno di scuola: sarebbe diventata un'insegnante, ma in guerra fece la crocerossina. In ospedale conobbe mio nonno, che era rimasto ferito. Il matrimonio fu celebrato nel 1920 a New York.
In America la sua famiglia ha mantenuto qualche tradizione parmense? Piatti tipici... magari qualche parola di dialetto...?
Credo che i miei nonni esprimessero il loro attaccamento alle tradizioni di Felegara e di Genova attraverso il cibo, che preparavano anche per noi (nipoti, ndr). Così i loro piatti erano un misto di tradizione genovese e di Felegara. E ancora oggi in famiglia prepariamo gnocchi, tortelli con ricotta e spinaci, tortelli di zucca, la melanzana alla parmigiana, pasta agli spinaci, frittata, risotto, pollo alla cacciatora, polenta con lo stufato. Il prosciutto crudo lo mangiamo ma solo in occasioni importanti: il “Parma” qui negli Stati Uniti è molto caro. Un pezzo di Parmigiano Reggiano invece in frigo non manca mai. Facciamo in casa la conserva di pomodoro con la ricetta di nonno Bernini e il pesto con la ricetta di nonna Anna.
Se in futuro tornerete a Felegara, cosa farete?
Per prima cosa piangeremo. Poi piangeremo ancora di più, perché è questo che fai quando torni al tuo luogo d'origine. Non importa quanto questo sia cambiato. Incontreremo le persone che ci hanno risposto e ringrazieremo di persona l'ufficio di Stato civile del Comune di Medesano per la pazienza che hanno avuto con me. Andremo al cimitero, per un omaggio ai nonni e ai parenti defunti. Porterò mia madre nella chiesa del paese: dirà una preghiera e accenderà una candela a Sant'Antonio. Secondo mia madre (Carolina Bernini, ndr) è ciò che bisogna fare quando si ritrova qualcuno o qualcosa che era perso ed è stato ritrovato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Una scena della "Madama Butterfly" andata in scena ieri alla Scala

La Scala

"Butterfly", questa volta è un trionfo

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Crescono le truffe agli anziani

Emergenza

Crescono le truffe agli anziani

Ospedale

Borghi: «Giusto razionalizzare i reparti»

LEGA PRO

Oggi Sudtirol-Parma

Sala Baganza

Un cinquantesimo nel segno dell'altruismo

Sicurezza

Diciassette nuovi «occhi» a Noceto

Carabinieri

Con Rey il labrador «a caccia» di droga

Lutto

Tina Varani, una vita per la famiglia

Luminarie

Casa: spesi 125 mila euro

allarme

Sterpaglie in fiamme, rogo a Ponte Italia

Attorno alle 22

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

4commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie. E arriva la replica dell'Ospedale

4commenti

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

8commenti

Anteprima Gazzetta

Truffe, ecco come difendersi Video

Un'inchiesta di due pagine sulle truffe più frequenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: pari del Pordenone, Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

13commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Governo

Renzi si è dimesso

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

SOCIETA'

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video