13°

31°

Strajè-Stranieri

Il centro islamico ritorna agibile

Il centro islamico ritorna agibile
7

Comunicato stampa
 
Il centro islamico incassa l’agibilità e in via Campanini ritorna la preghiera del venerdì. Questi i fatti dopo che il Comune, questa mattina, ha rilasciato un nuovo certificato di agibilità in seguito alla presentazione della domanda di conformità edilizia da parte della comunità islamica. Allegata alla domanda la Dia presentata ai Vigili del fuoco relativa alla prevenzione incendi. In pratica con questo documento si certifica che sono state accolte tutte le prescrizioni che avevano portato i Vigili del fuoco a ritirare il certificato di prevenzione incendi. Secondo la legge regionale, dunque, è tutto a posto, gli atti sono in regola e la comunità islamica è potuta rientrare fin da oggi nel centro di via Campanini.
 
Intanto il Comune ha stretto un accordo con la Comunità islamica stessa, grazie al quale, per sei mesi, vengono concessi gratuitamente banchi, sedie, scrivanie e scaffalature attualmente non utilizzati e parcheggiati presso i magazzini comunali. Questo consentirà di riprendere immediatamente il programma educativo e culturale del Centro, interrotto dalla revoca dell’agibilità e impossibilitato a proseguire, dopo che librerie, tavoli e banchi sono stati trasferiti dalla struttura perché considerati non ignifugi.
 
Il prestito, che non comporta alcun onere da parte del Comune, è conseguenza dell’interesse pubblico presente all’interno del Patto di cittadinanza, firmato fra Comunità Islamica e Comune. L’atto fra le altre cose persegue obiettivi culturali, in particolare relativi all’istruzione dei minori e all’integrazione degli stessi con la comunità locale, cui sono aperti i corsi di formazione e le altre attività culturali.
 
L’assessore alle Politiche Urbanistiche ed Edilizie, Francesco Manfredi, ha dichiarato che, in questo modo, “ottemperiamo ai contenuti del Patto di cittadinanza aiutando la Comunità islamica a ricreare le condizioni per lo studio, l’educazione e la preghiera nel segno dell’integrazione e dello spirito di collaborazione maturato nell’ultimo anno e mezzo. L’Amministrazione comunale farà sempre tutto il possibile per garantire il diritto allo studio dei bambini e il diritto alla preghiera degli uomini di pace”.
Il responsabile della comunità islamica di Parma Farid Mansouri sottolinea che “i banchi, così come le sedie e gli scaffali prestati dal Comune, sono necessari per ripristinare le attività culturali, quali le scuole di arabo e di italiano”. “Un anno e mezzo fa – continua Mansouri – abbiamo iniziato il rapporto di collaborazione con il Comune di Parma, rapporto che sta proseguendo positivamente in quanto il Patto è sempre stato rispettato”. “Anche dalla città – conclude il responsabile della comunità islamica – abbiamo ricevuto molta solidarietà per i fatti di questi giorni: da tante persone, tranne che da coloro che, per interessi propri, non vogliono il Centro in questa zona”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    07 Febbraio @ 19.20

    Il Comune di Parma usa la stessa solerzia e velocità nel risolvere i problemi anche quando questi si presentano in luoghi destinati a culti diversi da quello islamico e all'interno di circoli e associazioni culturali parmigiane? -Berni53- Lei non si è ancora accorto che questi signori la pensano allo stesso modo sia nei loro paesi che nei nostri. Quando parlano di integrazione si riferiscono solo a quella degli altri nei loro confronti, MAI viceversa. Rilegga più attentamente l'articolo. -Franco- Lei sta facendo confusione tra le varie religioni, se paragona quella islamica a quella cattolica. L'islam è un'ideologia totalitaria al pari del nazismo (non per niente il manifesto di hitler va di pari passo con gli insegnamenti del corano) e del comunismo.

    Rispondi

  • laura

    07 Febbraio @ 17.31

    Vorrei rispondere al sig. Pietro: Egregio Signore, quando si vuole fare qualcosa di buono, lo si fa e basta, e non ci si aspetta nulla dall'altra parte, perchè non è voto di scambio, ma solo una buona azione che dovrebbe fare del bene, per cui non capisco cosa intenda lei con la "riconoscenza"........

    Rispondi

  • laura

    07 Febbraio @ 17.27

    mi sembra che il Comune abbia agito in linea con l'integrazione che deve esistere fra le persone e i popoli, nel rispetto di tutti. Se questi signori al loro paese la pensano e agiscono diversamente mi spiace, non hanno la nostra libertà. In quanto alle nostre chiese terremotate, non penso che per pregare si debba proprio andare in una chiesa inagibile, e sicuramente le chiese a Parma e Provincia non mancano, sicuramente mancava un luogo di culto per i musulmani, che giustamente l'hanno riavuto. Bravo il ns. Sindaco che è riuscito ad imporsi nel rispetto dei diritti altrui !

    Rispondi

  • KATYA

    07 Febbraio @ 11.49

    ..e numerose nostre chiese sono ancora inagibili dopo il terremoto........

    Rispondi

  • roberto

    07 Febbraio @ 08.31

    Io gli darei queste opportunità quando loro nel loro paese le danno a noi. Altrimenti certe pratiche se le fanno tra le mura domestiche. Vogliono uguaglianza...bene la devono pure dare loro!! Loro hanno solo dei diiritti e mai dei doveri. Integrazione? Quale? Loro a Parma come a Medesano nella biblioteca pubblica comunale insegnano la loro lingua l'arabo, ma in Italia devono conoscere l'italiano per integrarsi non l'arabo!!!! Già questo è detto tutto!!! Sono e vogliono rimanere arabi e costringere gli italiani ad essere sempre di più arabi!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza sulla Pietra di Bismantova: ferito 25enne di Parma

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

4commenti

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere: c'è chi parla di scelta azzardata

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

SEMBRA IERI

Sembra ieri: via Farini affollata di autobus (1998)

traffico

Autovelox: i controlli fra il 29 maggio e il 1° giugno

1commento

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

salso

Terme, via libera alla liquidazione

Autostrada

Incidente e traffico intenso: code in A1 e in A15 in serata

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Gag, solidarietà e... abbracci gratis: i clown di corsia in piazza Garibaldi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover