Strajè-Stranieri

Il centro islamico ritorna agibile

Il centro islamico ritorna agibile
7

Comunicato stampa
 
Il centro islamico incassa l’agibilità e in via Campanini ritorna la preghiera del venerdì. Questi i fatti dopo che il Comune, questa mattina, ha rilasciato un nuovo certificato di agibilità in seguito alla presentazione della domanda di conformità edilizia da parte della comunità islamica. Allegata alla domanda la Dia presentata ai Vigili del fuoco relativa alla prevenzione incendi. In pratica con questo documento si certifica che sono state accolte tutte le prescrizioni che avevano portato i Vigili del fuoco a ritirare il certificato di prevenzione incendi. Secondo la legge regionale, dunque, è tutto a posto, gli atti sono in regola e la comunità islamica è potuta rientrare fin da oggi nel centro di via Campanini.
 
Intanto il Comune ha stretto un accordo con la Comunità islamica stessa, grazie al quale, per sei mesi, vengono concessi gratuitamente banchi, sedie, scrivanie e scaffalature attualmente non utilizzati e parcheggiati presso i magazzini comunali. Questo consentirà di riprendere immediatamente il programma educativo e culturale del Centro, interrotto dalla revoca dell’agibilità e impossibilitato a proseguire, dopo che librerie, tavoli e banchi sono stati trasferiti dalla struttura perché considerati non ignifugi.
 
Il prestito, che non comporta alcun onere da parte del Comune, è conseguenza dell’interesse pubblico presente all’interno del Patto di cittadinanza, firmato fra Comunità Islamica e Comune. L’atto fra le altre cose persegue obiettivi culturali, in particolare relativi all’istruzione dei minori e all’integrazione degli stessi con la comunità locale, cui sono aperti i corsi di formazione e le altre attività culturali.
 
L’assessore alle Politiche Urbanistiche ed Edilizie, Francesco Manfredi, ha dichiarato che, in questo modo, “ottemperiamo ai contenuti del Patto di cittadinanza aiutando la Comunità islamica a ricreare le condizioni per lo studio, l’educazione e la preghiera nel segno dell’integrazione e dello spirito di collaborazione maturato nell’ultimo anno e mezzo. L’Amministrazione comunale farà sempre tutto il possibile per garantire il diritto allo studio dei bambini e il diritto alla preghiera degli uomini di pace”.
Il responsabile della comunità islamica di Parma Farid Mansouri sottolinea che “i banchi, così come le sedie e gli scaffali prestati dal Comune, sono necessari per ripristinare le attività culturali, quali le scuole di arabo e di italiano”. “Un anno e mezzo fa – continua Mansouri – abbiamo iniziato il rapporto di collaborazione con il Comune di Parma, rapporto che sta proseguendo positivamente in quanto il Patto è sempre stato rispettato”. “Anche dalla città – conclude il responsabile della comunità islamica – abbiamo ricevuto molta solidarietà per i fatti di questi giorni: da tante persone, tranne che da coloro che, per interessi propri, non vogliono il Centro in questa zona”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    07 Febbraio @ 19.20

    Il Comune di Parma usa la stessa solerzia e velocità nel risolvere i problemi anche quando questi si presentano in luoghi destinati a culti diversi da quello islamico e all'interno di circoli e associazioni culturali parmigiane? -Berni53- Lei non si è ancora accorto che questi signori la pensano allo stesso modo sia nei loro paesi che nei nostri. Quando parlano di integrazione si riferiscono solo a quella degli altri nei loro confronti, MAI viceversa. Rilegga più attentamente l'articolo. -Franco- Lei sta facendo confusione tra le varie religioni, se paragona quella islamica a quella cattolica. L'islam è un'ideologia totalitaria al pari del nazismo (non per niente il manifesto di hitler va di pari passo con gli insegnamenti del corano) e del comunismo.

    Rispondi

  • laura

    07 Febbraio @ 17.31

    Vorrei rispondere al sig. Pietro: Egregio Signore, quando si vuole fare qualcosa di buono, lo si fa e basta, e non ci si aspetta nulla dall'altra parte, perchè non è voto di scambio, ma solo una buona azione che dovrebbe fare del bene, per cui non capisco cosa intenda lei con la "riconoscenza"........

    Rispondi

  • laura

    07 Febbraio @ 17.27

    mi sembra che il Comune abbia agito in linea con l'integrazione che deve esistere fra le persone e i popoli, nel rispetto di tutti. Se questi signori al loro paese la pensano e agiscono diversamente mi spiace, non hanno la nostra libertà. In quanto alle nostre chiese terremotate, non penso che per pregare si debba proprio andare in una chiesa inagibile, e sicuramente le chiese a Parma e Provincia non mancano, sicuramente mancava un luogo di culto per i musulmani, che giustamente l'hanno riavuto. Bravo il ns. Sindaco che è riuscito ad imporsi nel rispetto dei diritti altrui !

    Rispondi

  • KATYA

    07 Febbraio @ 11.49

    ..e numerose nostre chiese sono ancora inagibili dopo il terremoto........

    Rispondi

  • roberto

    07 Febbraio @ 08.31

    Io gli darei queste opportunità quando loro nel loro paese le danno a noi. Altrimenti certe pratiche se le fanno tra le mura domestiche. Vogliono uguaglianza...bene la devono pure dare loro!! Loro hanno solo dei diiritti e mai dei doveri. Integrazione? Quale? Loro a Parma come a Medesano nella biblioteca pubblica comunale insegnano la loro lingua l'arabo, ma in Italia devono conoscere l'italiano per integrarsi non l'arabo!!!! Già questo è detto tutto!!! Sono e vogliono rimanere arabi e costringere gli italiani ad essere sempre di più arabi!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Sanzionata una signora 78enne che non poteva portare fuori la spazzatura e si è affidata a un vicino

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

7commenti

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Ds Vagnati, lo "accoglie" D'Aversa:"Felice di averlo al mio fianco"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

MILANO

Cadavere di donna avvolto in cellophane in cava dismessa

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

SOCIETA'

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)