13°

Strajè-Stranieri

Dall'Argentina arriva l'appello di Odilia: "Aiutatemi a trovare i miei parenti"

Dall'Argentina arriva l'appello di Odilia: "Aiutatemi a trovare i miei parenti"
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

«Scrivo dall'Argentina. Mi chiamo Odilia Strucchi e cerco i miei antenati materni e paterni per aggiungerli al mio albero genealogico. Sono tutti cognomi dell’Emilia-Romagna. I miei nonni arrivarono in Argentina nel '900 ma non posso trovare il ceppo di tutti quelli che restarono in Italia».
Comincia così il messaggio che Odilia Haydee Strucchi ha inviato a Gazzettadiparma.it per lanciare un appello: «Aiutatemi a trovare i miei lontani parenti». Come nel caso di Maryann Foley, «strajè» della California che cercava informazioni sui parenti di Medesano e Felegara, il nostro sito dà voce a una famiglia di persone nate in un altro continente, ma ben consapevoli che le loro radici rimandano alle nostre terre.
Odilia Haydee Strucchi parla un discreto italiano e vive a Salliquelló, una cittadina di 10mila abitanti a ovest di Buenos Aires, ma i suoi avi erano reggiani. Il punto di partenza? Nomi, date e luoghi di nascita di nonni e bisnonni. I cognomi dei suoi avi sono Strucchi, Montanari, Catellani e Paterlini: persone vissute fra '800 e '900 alcuni a Castelnovo Sotto, altri a Cavriago, altri a Guastalla e Novellara. E ora la signora Strucchi cerca l'aiuto della gente per trovare i discendenti e parenti.
Nel 1990 la signora Odilia ha ricevuto una lettera da una famiglia Strucchi di Novellara e ha deciso di ricostruire l'albero genealogico. «Devo farlo in onore ai miei genitori!», spiega a Gazzettadiparma.it.
L'impresa non è facile: in quasi due decenni le informazioni raccolte non sono molte: qualche foto d'epoca e un contatto con i discendenti di Onesto Strucchi, nato nel 1864 e fratello della bisnonna Luigia.

Ha pensato di rivolgersi a istituzioni o associazioni di emigranti? «Non ho avuto contatto con nessuna associazione di italiani perché non ho dati precisi. (In questi anni, ndr) è mancato il contatto con gli altri ceppi (della mia famiglia, ndr) che restarono in Italia. Ho inviato tantissime lettere a indirizzi che prendo da nternet ma le risposte sono state scarse»..

Come si chiamavano i suoi genitori? «Mio padre era argentino e si chiamava Angel Strucchi. Era figlio di Giovanni e Tersilina Montanari, nipote di Gaetano Strucchi ed Luigia Strucchi. Mia madre si chiamava Negressa Catellani: era argentina e i suoi genitori si chiamavano Narciso Eliseo Catellani e Dirce Paterlini».

Come si chiamavano i suoi avi? «Da parte di mia mamma i cognomi sono Catellani e Paterlini. So che mio nonno Narciso Eliseo Catellani, figlio di Giacomo Catellani e Francesca Parmeggiani, è nato a Cavriago il 15 aprile 1870. Nel 1896 si è trasferito con tutta la famiglia a Reggio Emilia e si è sposato con Dirce Paterlini a Castelnovo di Sotto (S. Savino) nel 1903. Dirce Paterlini è nata a Castelnovo Sotto il 05 agosto 1876: era figlia di Ferdinando Paterlini e Regina Salsi.
Da parte di mio padre i cognomi sono Strucchi e Montanari. So che il mio bisnonno Gaetano Strucchi è nato nel 1858 e si è sposato con Luigia Strucchi (aveva lo stesso cognome). Suo figlio Giovanni, mio nonno, è nato a Guastalla nel 1879. I fratelli di Luigia che restarono in Italia sono Clementa (1854),   Luigi (1862), Onesto (1864), Carolina (1868) Sante (1865) e Alberto (1867)».

Sa quale mestiere facessero i suoi avi, in Italia e poi in Argentina? «Erano tutti contadini. La regione dove si sono sviluppate in Emilia-Romagna: Reggio Emilia, Cavriago, Novellara, Castelnovo di Sotto, Guastalla. Anche un po' in Liguria».

Può raccontarci qualcosa su di lei? «Sono una signora di 59 anni, nipote d'italiani, impiegata della banca e vivo in una piccola città, Salliqueló, (10mila abitanti) fondata nel 1903 in mezzo della grande pianura "pampeana", a ovest della provincia di Buenos Aires, nel centro del paese, una delle più ricche regione agricole-ganadere dell'Argentina, dove cresce il frumento, il granturco, il girasole. ecc. e dove mangia il bestiame. Ho una bellissima familia: mio marito Abel, (figlio d'italiano), e le mie tre figlie: Carolina, Lía Anahí e Marina. È una abitudine tra noi dire "gringo" ai discendenti d'italiani: allora il sopranome di mio marito  è "gringo" e non manca chi dica "gringa" alle mie figlie!! Veramente la collettività italiana è la pìù grande in Argentina e dobbiamo riconoscere che ancora, dopo tanti anni delle grande immigrazioni, si conservano tantissimi abitudini, come il piacere di mangiare la pasta, del lavoro, l'onestità e, come nel mio caso, imparare un po' la lingua o ballare qualche tarantella!».

Se qualcuno avesse informazioni può contattare l'e-mail sito@gazzettadiparma.net.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Forbes, Beyoncè donna più pagata, 105 milioni di dollari

musica

Forbes, Beyoncè la donna più pagata, 105 milioni di dollari

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin Firth a Fidenza Village per Tcs Fashion

moda

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin, a Fidenza

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Offerte di lavoro per articolo Gazzetta 21 novembre 2017

LAVORO

83 nuove offerte

Lealtrenotizie

ancora scosse a Fornovo

sciame sismico

Tre piccole scosse di terremoto, oggi, tra Fornovo e Corniglio

Arresti

Travolsero in auto due carabinieri: in manette tre giovanissimi Video

Uno dei militari finì all'ospedale in condizioni gravissime

5commenti

Tg Parma

Tentata estorsione a Fidenza: quattro arresti a Benevento Video

Nel mirino un'azienda

sicurezza

Raffica di vetri rotti nella zona di via Verdi: topi d'auto/vandali in azione

Tg Parma

Commercio, Ascom: "Più agenti in strada" Video

Appello della categoria per il rispetto della legalità

sabato alle 15

Verso Carpi-Parma, i tifosi scaramantici scherzano sul primato Video

Tg Parma

Disabilità, Mattia Salati nuovo delegato del comune Video

INTERVISTA

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

3commenti

PALERMO

Riina: la salma giunta al cimitero di Corleone Gallery

1commento

Salsomaggiore

A bordo di un’auto con arnesi da scasso: denunciato un pregiudicato

Operazione dei carabinieri

Lutto

L'imprenditore Savini stroncato da un malore

Rugby

In meta nel nome di Banchini

Sissa

Usciti per un rosario: i ladri rubano auto, gioielli e anche i tortelli

Pericolo

Piste ciclabili coperte di foglie: insidia per le bici

7commenti

Lutto

Venturini, l'imprenditore dal cuore grande

Tg Parma

Polo's got talent, concorso musicale per gli studenti delle superiori Video

Candidature fino al 15 febbraio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

TOKYO

Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

Budrio

Donna uccisa nel Bolognese, fermato il marito

SPORT

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

L'ACCUSA

"Tavecchio mi molestò'". Lui: "Ho dato mandato ai legali"

SOCIETA'

Gazzareporter

Parcheggio "creativo" davanti al Maria Luigia Foto

Musica

«Sei un mito»: in tantissimi all'Euro Torri per Max Pezzali Gallery

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

PICK-UP

Arriva Cross: il Fullback in versione "lifestyle"