11°

Strajè-Stranieri

Tomasetti, l'avvocato «americano» con la passione per il vino

Tomasetti, l'avvocato «americano» con la passione per il vino
Ricevi gratis le news
0

Paolo Panni 


Prendendo spunto da «Un americano a Roma», il celebre film che vede protagonista Alberto Sordi, la storia di Giuseppe Tomasetti, avvocato di fama internazionale, potrebbe essere intitolata «Un americano nella Bassa». E la sua è decisamente una storia particolare, dai tratti addirittura romantici. La storia di un uomo nato nella Bassa, ma che fin dalla più tenera età (5 anni) ha raggiunto con la famiglia gli States dove ha trascorso la maggior parte della sua esistenza ed ha lavorato. Ha girato il mondo in lungo e in largo ma alla fine è tornato «a casa», nella Bassa e qui ha deciso di investire.
 Lo ha fatto a Santa Croce di Polesine, una frazione che non arriva forse ai cento abitanti e sta dando un grande esempio specialmente per tutti quei giovani che qui, in riva al Grande fiume, nel «Mondo piccolo» di Giovannino Guareschi, possono avere belle occasioni per fare fortuna. Lo dice uno che ha vissuto nel «cuore» di Washington per 37 anni, che all’epoca della presidenza di Bill Clinton ha sfiorato la carica di ambasciatore degli Usa in Italia. Non l’ha ottenuta perché, come lui stesso dice «ero troppo italiano per quella carica. E questo - aggiunge - è un problema col quale sono sempre cresciuto sin da bambino. In America mi hanno sempre chiamato l'“italiano”. Qui mi chiamano l'“americano”».
 Il suo accento, marcatamente «americano», non tradisce. E vada allora per «l'americano». Che crede e scommette nella sua terra d’origine. E la scommessa è davvero singolare. Negli Usa è stato capo staff alla Camera dei deputati, ha lavorato come «direttore legislativo» per un senatore democratico come capo cabina per un govenatore e alla fine degli anni Ottanta è tornato in Italia, a Milano, dove ha aperto un grande ufficio (il «Tomasetti & partners») e vanta tuttora clienti in tutto il mondo. Ha il cellulare acceso giorno e notte «perché il mondo non dorme» dice sorridendo. E’ diventato direttore mondiale della «Mergers ed aquistions» per la Ernst Young Law, colosso mondiale nell’ambito della consulenza.
Figlio di un grande clinico, classe 1946, a Santa Croce ha deciso di dedicarsi ad un’attività del tutto diversa: quella che, sotto sotto, è sempre stata la sua passione e così eccolo «trasformarsi» in contadino vitivinicolo. «Ho sempre creduto - spiega - di poter fare un vino importante nella Bassa, consapevole del fatto che i vini migliori si trovano sempre in zone di pianura, accanto ai fiumi, in terreni sabbiosi, dove c'è la giusta alternanza tra nebbia, e quindi umidità, e sole».
 A Santa Croce di Polesine ha trovato il terreno col giusto quantitativo di sabbia e, soprattutto, ha acquistato e recuperato un abbandato palazzo cinquecentesco. Qui ha impiantato una vigna optando per uva francese e, dopo le prime 400 bottiglie realizzate nel 2006, l’attività si è avviata. Non ha ancora deciso la denominazione del suo vino. «Probabilmente - confida - lo chiamerà Giaranzana». Giaranzana è il nome della via che corre davanti alla sua proprietà e deriva da una musica «hit» cinquecentesca, un tipo di tarantella, che trae la sua origine dai colli reggiani.
«La controetichetta - spiega - conterrà quindi qualcosa che richiamo al ballo». Il vino che sta già producendo nella cantina realizzata all’interno della sua proprietà si avvicina al Bordeaux. Molto diverso, quindi, dai vini che attualmente si producono nella nostra pianura. «La Bassa - spiega Tomasetti - nel campo del vino ha una storia molto diversa rispetto a quella di Parma e delle colline parmensi. Qui una volta c'erano molti vigneti di Tokaj, per esempio. Mentre nella zona di Roccabianca si facevano il Barbera e il Grignolino. Purtroppo molti vigneti sono stati distrutti dalle gelate del 1985 e non sono stati ripiantati - una certo tradizione è stato perso». E la Fortana, che da qualche anno sta trovando una certa fortuna? «Tra origine dalle uve di pergola dell’Argentina - afferma l’avvocato - e qui è arrivato a fine Ottocento e si utilizzava, inizialmente, per allungare il Lambrusco». Lui però ha deciso di orientarsi su una produzione ben diversa. «Non farò mai più di 2000 bottiglie all’anno del mio vino - confida - perché il vigneto è limitato e voglio che rimanga così». Perché anche questo contribuirà ad aumentare la qualità del suo prodotto. E per apprezzare questa qualità basterà partecipare alle degustazioni che ha già messo in programma di avviare e l’occasione sarà anche utile per andare alla scoperta della ricca cantina-museo.                       


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery