Strajè-Stranieri

Ivoriani sfrattati: occupati locali della circoscrizione Pablo. Sgomberato l'edificio

Ivoriani sfrattati: occupati locali della circoscrizione Pablo. Sgomberato l'edificio
Ricevi gratis le news
8

La vicenda della famiglia ivoriana sfrattata, dopo la protesta di ieri davanti agli uffici del Duc, ha avuto oggi una seconda e più movimentata puntata.

Oggi, infatti, i coniugi ivoriani ed una coppia di tunisini hanno occupato i locali della circoscrizione Pablòo-Golese-San Pancrazio, in via Golese, dopo essersi presentati negli uffici degli assistenti sociali. A loro si sono poi uniti il comitato antirazzista ed il movimento della rete "Diritti in casa".

Dopo alcune ore di trattive infruttuose, ora l'edificio è stato sgomberato. Poco prima delle 20 in via Marchesi sono arrivati Volanti, Digos e agenti municipali. E' sta­to comunque uno sgombero «morbido», senza dimenticare che c'era di mezzo una bambina di 9 anni: ivoriani e tunisini sono scesi in strada appena prima che salissero i poliziotti. Gli uomini della Digos hanno fatto da tra­mite parlando con il gruppetto di dimostranti rimasti asserra­gliati negli uffici e poi girando per telefono all'assessorato le ri­chieste (sistemazione in un re­sidence e questa mattina un nuovo incontro). Richieste resti­tuite al mittente. Gli ultimi ma­nifestanti sono stati accompa­gnati fuori dai poliziotti. Jean Claude voleva restare in strada tutta notte: la piccola Rachelle, 9 anni, raggomitolata sotto una coperta. Alla fine s'è convinto a farsi ospitare dagli attivisti an­tirazzisti: oggi alle 15 torneranno davanti al Duc

IL COMUNICATO DEL COMUNE

Comune: “No alle trattative con chi sceglie l’intimidazione. Sostegno agli operatori”
 

“Interruzione di tutte le trattative con la famiglia Mouly e con tutti coloro che sceglieranno la via dell’intimidazione e dell’illegalità”.
E’ quanto sostiene l’Amministrazione comunale dopo l’occupazione del polo territoriale di via Marchesi. “Di fronte alla disponibilità dei servizi che hanno offerto ai Mouly un bilocale in centro, a 250 euro (550 euro l’affitto richiesto dal proprietario e 300 gli euro di contributi comunali), di fronte al tentativo di salvaguardare la famiglia dalla strada trovando un posto in casa di accoglienza e, per il padre, in dormitorio. Di fronte a tutto questo gli uffici dei Servizi sociali hanno avuto quale risposta arroganza, minacce e insulti. L’Amministrazione nell’esprimere la propria solidarietà alle operatrici di via Marchesi ribadisce il proprio no a chi sceglie il sopruso e l’affermazione totale dei diritti a discapito dei doveri. Per questo il Comune annuncia la fine di ogni trattativa con la famiglia Mouly e con tutti quei casi che anteporranno alla logica del buon senso e della collaborazione, l’illegalità e il ricatto”. 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • laura

    19 Marzo @ 17.45

    x Caboclo: vorrei sapere che cosa significa per lei il termine "casa loro". Mi sembra di ricordare che questa terra sia di tutti, e non si dimentichi che noi per primi siamo migranti, e non tanto da onorare, visto che abbiamo esportato tutti i tipi di mafia che ancora adesso dettano legge, e la mano lunga della 'ndrangheta si sta impossessando anche di "casa nostra", con delitti, non richieste di abitazioni vivibili! s'informi meglio Caboclo, e se proprio deve dare la sveglia ai parmigiani datevela allertandovi con questa gente che si è presa tutta la bassa, Salso, etc. questi veramente mi fanno paura, non degli extracomunitari che vorrebbero un tetto dignitoso ! LEGGA DELL'INFORMAZIONE COERENTE NON QUELLO CHE LE DA' DA BERE UN CERTO TIPO DI TELEVISIONE , SI SVEGLI CABOCLO!

    Rispondi

  • coronel

    19 Marzo @ 15.39

    MA PERCHE' NON SE TORNANO A CASA LORO?ACCAMPANO DEI DIRITTI SENZA SENSO!POI SONO CAPEGGATI DA QUESTI CATTOCOMUNISITI CHE APPAIONO IN TELEVISIONE!VOGLIONO LO SCONTRO A TUTTI I COSTI!PARMIGIANI SVEGLIAMOCI!PARMA E' UN BRONX!

    Rispondi

  • laura

    14 Marzo @ 08.57

    E MENO MALE CHE C'E' DON SCACCAGLIA PERCHE' SE TU, MAL, TI TROVASSI CON LE PEZZE AL C...O, LO STOMACO IN BORBOTTIO, E FUORI ALLA LUCE DELLA LUNA, FORSE QUALCUNO TI OSPITEREBBE, PERCHE' METTE IN PRATICA IL CRISTIANESIMO. (fede alla quale forse tu pensi di credere andando a messa la domenica, ma che nei fatti disattendi).

    Rispondi

  • MAL

    13 Marzo @ 16.16

    ORA DI FINIRLA CON QUESTO PERBENISMO CON QUESTA GENTE!!PRIMA NOI ITALIANI,POI LORO!VADANO A DORMIRE DA DON SCACCAGLIA E COMPANY!

    Rispondi

  • laura

    13 Marzo @ 15.55

    Propongo a Katia Torri di vedere lo stabile del Comune sito a Fognano strada della Chiesa, che già era destinato a lavoratori extracomunitari ma che un comitato di Fognano con varie ragioni, ha fatto in modo che il progetto venisse annullato. Allora siccome anche il comitato sarebbe d'accordo con un progetto tipo CASA ADESSO, per accogliere anche insediamenti di bisognosi e quindi anche di famiglie extracomunitarie, Sarebbe un'opportunità da non sottovalutare in quanto adesso la casa è fatiscente e ha bisogno di una ristrutturazione, un circolo per anziani o giovani in quella strada è dislocato perchè la frazione si sviluppa al lato ovest della strada Cremonese. Quindi propongo a Katia di interessarsi affinchè qualcosa venga fatto per chi ne ha bisogno. (anziani, giovani coppie e famiglie di extracomunitari) qui almeno la casa c'è basta ristrutturare, e i soldi già ci sono.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Arrestato insegnante di musica: i due anni da incubo di un'allieva

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

1commento

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

solidarietà

"Chi vuole ospitare sfollati di Lentigione?": Sorbolo e Mezzani aprono uno sportello

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

5commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS